A causa dell’emergenza Coronavirus, per evitare qualsiasi forma di contagio, tutte le celebrazioni civili sono state annullate

Sant'Erasmo, pubblicato il programma religioso della Festa

Previste diverse celebrazioni eucaristiche per consentire la partecipazione di più fedeli. Non si svolgerà neanche la tradizionale processione per le vie del paese con l'effige del Santo

Attualità
Santeramo lunedì 25 maggio 2020
di La Redazione
Gli allestimenti, ridotti, per Sant’Erasmo 2020
Gli allestimenti, ridotti, per Sant’Erasmo 2020 © SanteramoLive.it

Sebbene molto diversi dal solito lo scorso 23 maggio si sono aperte le celebrazioni in vista della Festa del Santo Patrono di Santeramo, Sant’Erasmo.

Come si ricorderà, infatti, quest’anno le celebrazioni saranno di natura esclusivamente religiosa.

A causa dell’emergenza Coronavirus, per evitare qualsiasi forma di contagio, tutte le celebrazioni civili sono state annullate: niente “spaccata del Corso”, niente illuminazione (per la cronaca, però, da quest’oggi è in corso di allestimento un minimo di illuminazione di piazza Garibaldi), niente giostre, niente bancarelle, niente fuochi artificiali.

SanteramoLive.it, ancor prima di una comunicazione ufficiale, aveva anticipato tale possibilità poi confermata dal comitato Feste Patronali.

Il Comitato Feste Patronali e la Parrocchia Sant’Erasmo, intanto, hanno ugualmente diffuso il programma di manifestazioni religiose.

Nel frattempo, come dicevamo prima, lo scorso venerdì 23 maggio, ha preso avvio il tradizionale periodo della Novena.
Domenica 31 maggio, al termine della celebrazione eucaristica delle 19:00 in Chiesa Madre, rispettando le norme anti-contagio, si svolgerà la preghiera dinanzi alla Santa Reliquia.

Lunedì 1 giugno saranno celebrate due Sante Messe nella Vigilia della Festa del Santo: una alle ore 17:00 e l’altra alle ore 19:00 sempre in Chiesa Madre.

Il 2 giugno, invece, tradizionale giorno della Festa, alle ore 10:00 sarà presieduta una Celebrazione eucaristica dal Vescovo Ricchiuti alla presenza delle istituzioni civili in rappresentanza di tutta la cittadinanza.

Al termine della Santa Messa, intorno alle ore 11:00, si svolgerà la cerimonia di consegna delle Chiavi della Città.

Saranno diverse le celebrazioni eucaristiche che si svolgeranno il 2 giugno per consentire una più larga partecipazione di persone alle celebrazioni del Santo Patrono. Le celebrazioni si svolgeranno alle ore 8:00, alle 10:00, alle 12:00, alle 17:00 e alle 19:00.

Come si ricorderà, infatti, l’ingresso nelle Chiese è contingentato. In Chiesa Madre, infatti, è possibile ospitare 124 fedeli per volta.

«Esortiamo la Cittadinanza – scrivono in una nota congiunta il presidente del comitato, Raffaele Sergio, e il parroco della Chiesa Madre, Don Vito Nuzzi – a manifestare il proprio senso di festa e devozione ornando i propri balconi: quest’anno non passerà alcuna immagine di Sant’Erasmo per le nostre strade, tuttavia non ci è negato di manifestare la nostra gioia condivisa di essere santermani».

«Continuiamo – si legge ancora nella nota – a invocare l’intercessione del Nostro Santo Patrono Erasmo perché siamo liberati dalla pandemia e possiamo riprendere al più preso la normale vita quotidiana».

Lascia il tuo commento
commenti