Speciale Elezioni

Speciale Elezioni 2022

Le News
Casone ha raccolto 1459 preferenze mentre Cardascia 1228.

Primarie centrosinistra, soddisfazione per “Popolari con Emiliano”, “Noi di Centro” e "CON Emiliano”

Gianni Stea, assessore regionale in rappresentanza delle liste “Popolari con Emiliano” e “Noi di Centro” e Nunzio Digregorio per "CON Emiliano" esprimono soddisfazione per l'individuazione di Casone

Politica
Santeramo domenica 10 aprile 2022
di La Redazione
Il candidato sindaco del centrosinistra Vincenzo Casone e lo sfidante alle primarie Michele Cardascia
Il candidato sindaco del centrosinistra Vincenzo Casone e lo sfidante alle primarie Michele Cardascia © SanteramoLive.it

Fioccano i commenti a seguito dell’esito delle primarie del centrosinistra che hanno portato all’individuazione di Vincenzo Casone quale candidato sindaco della coalizione (composta da Partito Democratico, PrimaVera Alternativa, CON, Senso Civico, Popolari con Emiliano, Noi di Centro, Puglia Popolare, Azione e Sinistra Italiana).

A commentare – positivamente – l’esito delle primarie sono due dei partiti componenti la coalizione.

Primo ad esultare per l’individuazione di Casone è l’Assessore al Personale della Regione Puglia, Gianni Stea che rappresenta le liste “Popolari con Emiliano” e “Noi di Centro”, il movimento che fa capo all’on. Clemente Mastella di cui Stea e vicecoordinatore nazionale.

«Con una straordinaria partecipazione alle primarie del centrosinistra, i cittadini di Santeramo hanno premiato il civismo moderato e riformista, scegliendo come candidato sindaco alle prossime elezioni amministrative il Prof. Vincenzo Casone, esperto Giurista e docente di Diritto. Sarà lui, forte di 1.459 preferenze su 2.706 voti a rappresentare in modo unitario i partiti e le liste che lo scorso marzo hanno aderito, sottoscrivendolo, ad un documento programmatico che rafforza l’area politica in vista dell’appuntamento elettorale».

Stea – come si legge in una nota inviata in Redazione è anche uno dei garanti del patto di coalizione e coglie l’occasione per ringraziare i candidati alle primarie nonché vincitori morali della competizione ovvero Michele Cardascia e lo stesso neocandidato.

«Insieme – commenta l’assessore regionale - sono riusciti a creare un rinnovato interesse, con un momento di partecipazione e di festa, da parte della Comunità verso l’attività amministrativa della città. Ringrazio tutti i santermani e gli amici del Partito democratico che hanno creduto nelle primarie, strumento dall’eccezionale valore democratico e unitario».

«Ancora una volta – conclude Stea – siamo pronti a giocare un ruolo strategico e fondamentale in seno alla coalizione, per offrire un’alternativa seria e credibile e rilanciare finalmente Santeramo dal punto di vista economico, turistico e culturale, certi di un risultato esaltante dalle urne».

Sulla stessa scia è il commento di Nunzio Digregorio, coordinatore cittadino della lista “CON Emiliano”.

«Significativa partecipazione dei cittadini di Santeramo nella scelta del proprio candidato sindaco espressione della coalizione del centro sinistra. Vince il civismo che con la scelta del candidato Avv. Casone sottolinea ancora una volta il cambio di passo che il territorio desidera avere e che alla guida della comunità ci siano uomini della società civile in alternativa a quelli delle forze politiche tradizionali».

«Certamente – continua Digregorio - ha vinto l'intera popolazione con questa ampia partecipazione al voto dove attraverso questo segnale ha posto le basi perché nella competizione definitiva che si terrà a giugno il voto di squadra sarà assolutamente determinante per la vittoria decisiva. Un grazie ai due candidati che con rispetto e lealtà hanno affrontato questa competizione consentendo al centro sinistra di tenere insieme questa coalizione ampia ed omogenea nei valori e nei programmi».

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Cittadino X ha scritto il 11 aprile 2022 alle 07:45 :

    Non c'è bisogno di ringraziare, per il PD è stato evidentemente un piacere organizzare le primarie senza concorrervi... Se consideriamo che il PD ha dato ai propri elettori l'indicazione di voto per Cardascia, l'affermazione dei partiti di Emiliano e Mastella è un vero successo. Il PD su fb aveva dichiarato: "I giovani democratici, i pensionati, le donne e gli uomini del PD sostengono Cardascia soprattutto perchè egli rappresenta l'anima popolare progressista ed ambientalista del centrosinistra di Santeramo". Considerato il numero di votanti, mi sembra evidente che o gli elettori del PD non hanno seguito l'indicazione di partito (perché non si riconoscono più nel PD) e/o si sono imbucate persone che votano centrodestra e che preferiscono il centro alla sinistra (e un candidato residente). Rispondi a Cittadino X

  • osservatore neutrale ha scritto il 11 aprile 2022 alle 09:00 :

    Quindi prevale più la parte moderata, centrista e ammiccante a forza italia & co. (nonostante la bandiera Nocco), soccombe la sinistra socialisti e comunista che ora dovranno trovare una altra strada (bandiera D'Ambrosio) non più coalizione di centrosinistra ... ma coalizione centro (e forse con un po di sinistra nascosta) a voi la scelta Rispondi a osservatore neutrale

    piedetondo doc ha scritto il 11 aprile 2022 alle 15:31 :

    la "sinistra socialista e comunista"? Siamo fermi a prima delle caduta del muro di Berlino? in Italia il PSI e Rif. Comunista prendono insieme l'uno per cento. forse sfugge che si parla di coalizioni di centro-sinistra e di campo largo dagli anni '90. la sinistra a santeramo alle primarie ha raccolto tanti voti..con altri 200 in più avrebbe vinto. ora c'è il candidato sindaco Casone in ticket con un Cardascia forte del voto popolare ed emancipato da vecchi politici bolliti Rispondi a piedetondo doc

  • Stefano ha scritto il 11 aprile 2022 alle 17:27 :

    Che sforzo inutile...con sigle farlo che di amici di Emiliano. Ma come si può pretendere di prendere ancora in giro la gente con questi giochetti? Rispondi a Stefano

  • Nostradamus ha scritto il 11 aprile 2022 alle 17:32 :

    Se dobbiamo essere oggettivi, dobbiamo considerare la situazione di partenza e quella di arrivo. In definitiva, i due grandi sconfitti sono il PD e i DèS. Hanno giocato con le primarie per mesi, alla fine sono stati neutralizzati tramite le primarie a cui non hanno, rispettivamente, sostanzialmente e formalmente partecipato. Cardascia rappresenta un'idea di sinistra che non piace più per le stesse ragioni per le quali non piacerà D'Ambrosio. Hanno contribuito con il PD allo sfacelo della sinistra. Gli elettori di sinistra, i cittadini comuni, quelli che viaggiano in salita, i figli di nessuno, quelli che invocavano il cambiamento non potranno che riguardare al M5S che sicuramente non candiderà figli di vecchie stelle politiche... Rispondi a Nostradamus

  • Nicola ha scritto il 12 aprile 2022 alle 05:04 :

    Basta con i politici bolliti e ormai scotti. Il prof. Casone è l'unico che rappdresenta il nuovo che è stato premiato giustamente dagli elettori. Ia candidata del centro destra? Non commettiamo l'errore commesso con l'attuale Sindaco anche perché in Lei penso che non ci sia nullo di nuovo e di presenza costante nella nostra cittadina. Rispondi a Nicola

  • Vito zullo ha scritto il 12 aprile 2022 alle 06:30 :

    ....credete ancora ai "ciucci che volano", tanto non cambia niente per Santeramo, continueremo ad essere un "paesino" periferico della città metropolitana (😭😭😭😭)dimenticato da tutti. NON abbiamo niente, orfani di tutto e succubi dei paesi limitrofi, anche più piccoli di noi. Audentes fortuna juvat. Rispondi a Vito zullo

    Cittadino ha scritto il 12 aprile 2022 alle 18:03 :

    Semmai iuvant…la j lasciamalo da parte. Per il resto concordo con te Rispondi a Cittadino

    Cittadino ha scritto il 13 aprile 2022 alle 06:16 :

    Mah... i paesi limitrofi? Non mi pare. Secondo me al massimo solo di BARI, visto che abbiamo un sindaco barese, una candidata barese e un candidato di proiezione barese... Rispondi a Cittadino