L’evento è stato trasmesso in diretta su Dazn

SuperFights Tsunami, vittorie per Sette e Cannito della Fighting Team Lassando

I due atleti della Fighting Team Santeramo, la nota palestra santermana del maestro Graziano Lassandro, erano tra i selezionati per questo nuovo evento targato Fight1

Altri Sport
Santeramo lunedì 20 giugno 2022
di La Redazione
SuperFights Tsunami, vittorie per Sette e Cannito della Fighting Team Lassando
SuperFights Tsunami, vittorie per Sette e Cannito della Fighting Team Lassando © n.d.

Lo scorso 17 giugno si è svolta, al Pala Pellicone di Ostia la seconda edizione di Superfight, l’evento di Kick boxing più prestigioso della capitale d’Italia che ha visto come protagonisti alcuni dei principali fighter del panorama italiano delle discipline Fight Code, Muay Thai, MMA e Savate Pro.

Il progetto “SuperFights Tsunami” nasce da un'idea del promoter Carlo Di Blasi (presidente di Fight1).

Per questo nuovo galà – trasmesso in diretto su Dazn - sono stati selezionati 2 atleti della Fighting Team Lassandro, la nota palestra santermana del maestro Graziano Lassandro, ovvero il santermano Francesco Sette, e il campione italiano pro di savate e campione pro italiano ed europeo di Kick boxing, l'altamurano Paolo Cannito.

Entrambi gli atleti di Lassandro hanno primeggiato e dato spettacolo sul ring romano.

Francesco Sette, dopo un match molto equilibrato, ha avuto la meglio sull’atleta romano Diego Antonelli.

Ennesima vittoria per Cannito che, in un match a “senso unico” vinto per verdetto unanime, porta a casa la vittoria dopo aver sconfitto il pluricampione francese di Muay thai Alhamdou.

«Torniamo a casa con due importanti vittorie – commenta Graziano Lassandro – che arricchiscono ulteriormente il palmares della nostra palestra».

«Sono molto soddisfatto – continua Lassandro – per le vittorie di Francesco e Paolo, due atleti molto attenti ed ormai sempre più pronti a prendere parte ad eventi nazionali ed internazionali.
Ringrazio calorosamente l’amico Carlo Di Blasi e tutta la sua organizzazione per l’invito e per la sua instancabile dedizione con la quale continua a promuovere queste discipline in ambito nazionale».

Lascia il tuo commento
commenti