Allergie o intolleranze agli alimenti?

E' importante distinguere i due concetti per comprendere quali accorgimenti adottare per evitare spiacevoli manifestazioni e sintomi

Francesco Stilo I consigli del Farmacista
Santeramo - martedì 03 novembre 2020
Allergie o intolleranze agli alimenti?
Allergie o intolleranze agli alimenti? © n.d.

Sono sempre più numerose le persone che ritengono di essere allergiche o intolleranti a determinati alimenti ma è importante distinguere i due concetti per comprendere quali accorgimenti adottare per evitare spiacevoli manifestazioni e sintomi.

Cos’è un’allergia e come si manifesta

L’allergia è una risposta del sistema immunitario a tutti i tipi di antigeni, alimentari e di diversa natura. Gli antigeni sono sostanze che l’organismo non è in grado di riconoscere e che identifica come estranee: proprio per questo motivo, a seguito dell’assunzione di tali alimenti, il sistema immunitario attiva gli anticorpi di classe IgE, la cui funzione di respingere o eliminare le sostanze non riconosciute, e scatena il rilascio di mediatori chimici quali istamine e prostaglandine.

Nel caso di reazioni allergiche la risposta è pressoché immediata, le manifestazioni si manifestano entro le 2-24 ore dall’assunzione dell’allergene e non dipendono dalla quantità di sostanza assunta ne basta un minimo quantitativo per scatenare manifestazioni che vanno da reazioni cutanee a prurito al palato, sino a sintomi gravi come lo shock anafilattico.

Nel caso di manifestazioni allergiche, l’unico rimedio è la totale eliminazione dell’alimento dalla dieta. Tra gli alimenti considerati più a rischio possiamo citare le uova, il latte, le noci e il grano.

L’allergia al grano non va confusa con la celiachia, patologia caratterizzata da una infiammazione cronica dell’intestino tenue i cui sintomi sono scatenati dall’ingestione di glutine in soggetti geneticamente predisposti. L’allergia la latte si distingue invece dall’intolleranza al lattosio, dovuta ad una carenza dell’enzima lattasi.

In entrambi i casi è necessario eliminare totalmente latte e alimenti a base di glutine dalla propria dieta.

Intolleranze alimentari e possibili sintomi

Le intolleranze sono reazioni avverse e sono causate dall’accumulo di sostanze non tollerate dall’organismo, in particolare da alcuni tipi di proteine.

Anche in questo caso, il sistema immunitario scatena una risposta nell’organismo, attivando gli anticorpi di classe IgG. A differenza delle allergie, le intolleranze determinano reazioni tardive, i cui sintomi si manifestano dalle 48 alle 72 ore di distanza e sono proporzionali al quantitativo di sostanze introdotte. Il protrarsi di tale condizione può determinare uno stato infiammatorio lieve ma persistente, in grado di alterare la permeabilità intestinale.

I disturbi associati alle reazioni avverse agli alimenti sono molteplici:

  • Sintomi generali come stanchezza, sonnolenza, aumento della sudorazione, sovrappeso.
  • Difficoltà digestive, gonfiore e crampi addominali, diarrea e stitichezza.
  • Difficoltà respiratoria, asma tosse, sinusite e bronchite. Comparsa di acne, dermatite, eczema.

Presso la nostra struttura è possibile eseguire il Food Intollerance Test di NatrixLab (laboratorio che da più di 20anni si occupa di intolleranze alimentari). Inoltre, dal 1 novembre al 31 dicembre 2020, il test FIT (con 184 esami di alimenti) è in promozione.

Per scoprire a quali alimenti si è allergici o intolleranti è possibile rivolgersi presso la nostra Farmacia.

Lascia il tuo commento
commenti