Fascicolo elettronico sanitario: cos’è, come funziona e cosa contiene

Fascicolo elettronico sanitario: cos’è, come funziona e cosa contiene

Scopri tutti i vantaggi di questo importante strumento che riduce i tempi di attesa e dice stop alla carta

Francesco Stilo I consigli del Farmacista
Santeramo - mercoledì 29 aprile 2020
Fascicolo elettronico sanitario: cos’è, come funziona e cosa contiene
Fascicolo elettronico sanitario: cos’è, come funziona e cosa contiene © SanteramoLive.it

Dal 25 marzo scorso, in Puglia, è entrato finalmente in funzione il Fasciolo Sanitario Elettronico.

Stop alla carta, stop alle perdite di tempo ma soprattutto più un notevole snellimento burocratico a vantaggio dei cittadini.

Da questa data è infatti possibile sufficiente indicare il numero elettronico della ricetta, comunicato dal proprio medico curante, al proprio farmacista muniti di tessera sanitaria per ritirare i propri farmaci.

Che cose il FSE?

Il Fascicolo Sanitario Elettronico rappresenta uno strumento a disposizione del cittadino che consente di tracciare e consultare tutta la storia della propria vita sanitaria, condividendola con i professionisti sanitari per garantire un servizio più efficace ed efficiente.

In sostanza nel FSE è racchiusa la “storia clinica” di ogni paziente, completa e sempre aggiornata, consultabile telematicamente in qualsiasi istante e da qualsiasi luogo, da chi è autorizzato(medici e operatori socio-sanitari) e limitatamente a quella parte per cui l’autorizzazione è stata data.

Obiettivi e finalità del FSE

L’obiettivo principale è quello di fornire una base informativa in grado di agevolare l’assistenza del paziente, facilitare l’integrazione delle diverse competenze professionali, e migliorare per questa via le attività assistenziali e di cura fornendo una base informativa consistente.

Trattandosi di uno strumento unico di aggregazione e condivisione delle informazioni, volta alla migliore interazione tra pazienti e professionisti della salute, il Fascicolo punta ad una elevata qualità dei servizi sanitari tra i quali: prevenzione, diagnosi, verifica della qualità delle cure e valutazione dell’assistenza sanitaria.

I vantaggi del FSE

Grazie al FSE l’assistito può avere la propria storia clinica disponibile in formato digitale in ogni momento e in qualunque luogo, senza portare con sé tutta la documentazione cartacea e scongiurando i rischi legata alla perdita dei documenti. Si evitano così prestazioni sanitarie superflue, si offre un supporto concreto nei casi di emergenza fornendo ai medici di pronto soccorso tutte le informazioni necessarie per un corretto intervento.

Un altro vantaggio del FSE è la possibilità di ritirare i farmaci in farmacia senza avere copia del promemoria cartaceo della ricetta dematerializzata , la “ricetta bianca” ma con la sola tessera sanitaria.

Come si attiva il FSE?

Chi non lo ha ancora attivato può richiedere l’apertura del proprio Fascicolo Elettronico al proprio medico di famiglia oppure può registrasi autonomamente sul portale Puglia Salute con credenziali SPID, Carta Nazionale dei Servizi o Carta d’identità Elettronica.

Resta sempre ferma la necessità che il cittadino prenda visione dell’informativa completa riguardante il FSE e presti esplicito consenso alla sua attivazione.

Infatti, la consultazione e l’inserimento dei dati e dei documenti nel FSE potranno avvenire esclusivamente previo rilascio di un consenso libero e informato da parte dell’ assistito e nel rispetto del segreto professionale da parte dei medici che lo hanno in cura.

Nel rispetto della privacy , il paziente può scegliere chi è autorizzato a consultare il suo fascicolo, in quali condizioni e anche quali dati inserire, potendo decidere anche l’oscuramento di alcune informazioni.

Come si accede al FSE

Dato il consenso alla creazione del Fascicolo, l’assistito può accedervi tramite le credenziali e le modalità d’accesso stabilite dalla normativa e iniziare a consultare la documentazione in esso contenuta.

Il popolamento del FSE può avvenire mediante l’inserimento di tutti i dati e i documenti prodotti dal momento in cui è stato dato il consenso. Il Medico di Medicina Generale o il Pediatra di Libera Scelta hanno un ruolo fondamentale per l’attivazione ed il popolamento del FSE, che provvedono alla compilazione e al suo costante aggiornamento.

Lascia il tuo commento
commenti