Dr. Michele Plantamura La parola allo specialista Leggi tutti gli articoli

La Rubrica

Questa rubrica a cura del Dr. Michele Plantamura è creata con l'obiettivo di favorire informazioni professionali su tematiche riguardanti la chirurgia vascolare e l’angiologia, chirurgia plastica e dermatologia. Mensilmente saranno trattate diverse tematiche inerenti alle distinte branche al fine di fornire un valido apporto di corretta informazione alla comunità santermana supportato dalla evidenza scientifica e dalla pratica clinica.

L'Autore

Il Dr. Michele Plantamura si è laureato in Medicina e Chirurgia nel 1991 con 110/110 presso l'Università degli Studi "Aldo Moro" di Bari, e presso tale Ateneo ha poi conseguito le specializzazioni con lode in Chirurgia generale ed in Chirurgia vascolare. Dopo aver lavorato presso il Pronto Soccorso dell’USL/BA 5 di Monopoli-Polignano e dell'USL/BA 3 di Altamura, dal 1997 presta servizio in qualità di Dirigente Medico I livello presso il Dipartimento per le Applicazioni in Chirurgia delle Tecniche Innovative, all'interno dell'U.O. di Chirurgia Vascolare ed Endovascolare del Policlinico di Bari.

Il Dott. Plantamura ha inoltre pubblicato diversi lavori scientifici su riviste italiane ed estere, e collabora attivamente a progetti di ricerca, anche in associazione con Centri sia italiani che stranieri. Svolge attività libero professionale non solo presso il suo studio in Santeramo, dove si occupa della cura delle malattie e delle affezioni che colpiscono le ar-terie, le vene e il sistema linfatico

LO STUDIO
L’ambulatorio chirurgico nasce come ambulatorio medico con peculiarità diagnostico-terapeutica in cui oltre alla valutazione clinica del paziente, si associa un'indagine diagnostico-strumentale con particolare riferimento alla patologia vascolare e allo studio ecocolordoppler nell’ambito vascolare arterioso, venoso e linfatico.
Lo studio nasce anche come ambulatorio per l’esecuzione di procedure mini invasive con particolare riferimento alla terapia sclerosante ecoguidata dei grossi tronchi venosi e non, ma anche di varici reticolari e teleangectasie (volgarmente dette capillari). Ad integrazione di tale tecnica, l’ambulatorio si avvale ulteriormente del laser transdermco Harmony XL.
Sin dall’inizio si è sempre occupato delle diverse tecnichevulnologiche per il trattamento di ogni tipo di ulcera periferica, arteriosa, venosa, mista nonché post traumaticacoadiuvate dalla Carbossiterapia e Nir Infrarossi 1300nm.
Dal Marzo 2019, l’ambulatorio ha avuto un’ulteriore evoluzione in ambulatorio chirurgico autorizzato, in conformità alla legge vigente, alla chirurgia vascolare e ambulatoriale in regime di anestesia loco-regionale assistita con conservazione dello stato di coscienza. In questo ambito, con l’ausilio di Alma Lipolife 3G (1470nm)si eseguono interventi di termoablazione laser della safena e lipolaser adipolisi per la rimozione e la mobilizzazione del grasso in eccesso. Le competenze esplicate nell’ambulatorio sono molteplici per la convergenza di ulteriori specialità affini e borderline con la specialistica chirurgica-vascolare ed in particolare della chirurgia plastica e della dermatologia.

  • Trattamento dell’insufficienza venosa, mediante ablazione laser, radiofrequenza, scleroterapia ecoguidata ed ablazione mediante colla di cianoacrilato dei tronchi safenici.
  • Lipolaser per il riassorbimento e mobilizzazione dell’adipe distrettuale in eccesso.
  • Adipocitolisi laser-assistita selettiva.
  • Molteplici trattamenti tramite laser Harmony XL pro, in particolare:
    Epilazione
    Rimozione tatuaggi
    Rimozione macchie
    Rimozione rugosità, cicatrici da acne, smagliature
    Trattamento estetico di ringiovanimento ablativo con laser erbium frazionato
    Teleangectasie degli arti e del volto, cuperosi
    Rimozione angiomi e laghi venosi
  • Ablazione di nevi, fibromi, tumori dermici mediante Plexr, laser CO2 e tecnica di dermatologia e chirurgia plastica.
  • Carbomax e Plexr per il trattamento di cellulite e smagliature.
Lo studio si avvale del supporto di un chirurgo plastico e un dermatologo.Inoltre, è possibile eseguire esami di diagnostica strumentale:
  • Ecocolor doppler carotideo e tronchi sovraortici
  • Ecocolor doppler aorta addominale
  • Ecocolor doppler arterioso arti superiori e inferiori
  • Ecocolor doppler venoso superiori e inferiori
Gli ultimi articoli di Dr. Michele PlantamuraVedi tutti

Aterosclerosi e rischi correlati

lunedì 15 giugno 2020
Importanti consigli circa la necessità di un test di screening per la individuazione e quindi la prevenzione e il controllo dei rischi correlati all’aterosclerosi.
Altri articoli
Gli articoli più letti