Gli uffici dei Servizi Sociali procederanno all’approvazione delle graduatorie di merito a partire dalla data del 9 aprile 2020.

Emergenza alimentare, pronto l'avviso pubblico per i buoni spesa. Domande entro il prossimo 8 aprile

Potranno presentare istanza di ammissione all'erogazione di questi buoni spesa i nuclei familiari, anche composti da una sola persona, in gravi difficoltà economiche, senza alcun reddito disponibile e alcuna forma di sostentamento

Santeramo venerdì 03 aprile 2020
di La Redazione
Emergenza alimentare, pronto l'avviso pubblico per i buoni spesa. Domande entro il prossimo 8 aprile
Emergenza alimentare, pronto l'avviso pubblico per i buoni spesa. Domande entro il prossimo 8 aprile © n.c.

Come preannunciato nei giorni scorsi con determinazione dirigenziale del Dirigente del Settore Servizi Socio-Culturali (n. 253 del registro generale del 3 Aprile 2020) del comune di Santeramo è stato approvato l’avviso per l’assegnazione dei buoni spesa a favore di persone o famiglie in condizione di disagio economico e sociale per l’acquisto di generi di prima necessità, prodotti alimentari, prodotti per l’igiene personale e prodotti per igiene e pulizia di ambienti domestici, per fronteggiare l’emergenza alimentare conseguente all’emergenza epidemiologica da Coronavirus.

Tali buoni – come anche comunicato dal sindaco Baldassarre durante una diretta Facebook – saranno spendibili presso gli esercizi commerciali identificati mediante un apposito elenco che verrà pubblicato sul sito istituzionale del comune di Santeramo e avranno come fine quello di sostenere le persone e le famiglie in condizioni di assoluto e momentaneo disagio.

Il sindaco, spiegando in diretta come poter accedere a questo beneficio, ha ringraziato pubblicamente tutti i responsabili degli uffici comunali, i dirigenti, i componenti della giunta comunale e i consiglieri di maggioranza e minoranza che hanno contribuito nella stesura dell’avviso.

CHI PUO’ BENEFICIARNE

Potranno presentare istanza di ammissione all'erogazione di questi buoni spesa i nuclei familiari, anche composti da una sola persona, in gravi difficoltà economiche, senza alcun reddito disponibile e alcuna forma di sostentamento reperibile attraverso accumuli bancari o postali (incluso i percettori dell’indennità, art. 27 del DL n. 18 del 17/03/2020).
Possono inoltre presentare istanza anche i percettori di sostegno pubblico non superiore a 500 € (cassa integrazione ordinaria e in deroga, pensioni sociale, pensione di inabilità, reddito di cittadinanza, contributi connessi a progetti personalizzati di intervento ecc.) ai quali l’erogazione del bonus sarà decurtata di un terzo rispetto agli importi indicati in tabella (vedi sotto).

QUANTIFICAZIONE DEL BUONO SPESA

Il valore del buono varierà in funzione del nucleo familiare così come riportato in tabella

numero componenti nucleo familiari

Quota contributo da erogare

1

€ 150

2

€ 275

3

€ 375

4

€ 475

5

€ 550

6

€ 600

7 o più

€ 600


FINALITA’ E MODALITA’ DI EROGAZIONE

Il buono spesa alimentare è volto ad integrare il reddito familiare per quanto attiene alla gestione della spesa di generi di prima necessità, prodotti alimentari, prodotti per l’igiene personale e prodotti per igiene e pulizia di ambienti domestici, in costanza della situazione di emergenza epidemiologica in atto.

LA DOCUMENTAZIONE RICHIESTA

Per richiedere i buoni sarà necessario compilare uno dei due moduli a seconda delle situazioni economiche dei richiedenti.

Il Modulo A (clicca qui per scaricarlo) è destinato agli utenti senza alcuna forma di reddito.
Il Modulo B (clicca qui per scaricarlo), invece, è destinato agli utenti già precettori di forme di reddito (come già descritto poc’anzi). - NB. Con apposita errata corrige è stato sostituito il modulo B per mero errore.

Per entrambi i casi sarà necessario allegare copia di un documento di riconoscimento del rappresentante il nucleo familiare.
La domanda dovrà essere presentata utilizzando esclusivamente i modelli predisposti. Altre forme di presentazione delle istanze non saranno prese in considerazione.
Non sarà necessario presentare alcun modello l’ISEE.

MODALITA’ DI PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE

La documentazione (resa sotto forma di autodichiarazione ai sensi del DPR 445/2000 comprovante la condizione di attuale indigenza) può essere trasmessa:

  • telematicamente all’indirizzo mail: bonusemergenza@comune.santeramo.ba.it
  • telefonicamente i numeri 080/3030572 e 080/3030570 della Protezione Civile di Santeramo in Colle che provvederà ad assistere l’utente nella compilazione e consegna dell’istanza (utile solo per coloro che non possono reperire telematicamente il modulo di autocertificazione e poi provvederne alla relativa presentazione).

TERMINE DI PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE

Le domande per accedere ai buoni spesa dovranno necessariamente essere inoltrate entro e non oltre il prossimo 8 aprile.

VALUTAZIONE DELLE ISTANZE E COMUNICAZIONE AI BENEFICIARI

L’avviso è volto alla concessione del buono spesa mediante il riparto delle risorse disponibili (232.368,57 euro) a favore di tutti i cittadini in situazione temporanea d’indigenza e in possesso dei requisiti previsti.
In caso d’impossibilità di ammettere al beneficio tutte le istanze pervenute il comune di Santeramo procederà alla rimodulazione in proporzione delle istanze ammissibili pervenute e procederà all’erogazione dei contributi compatibilmente alle risorse economiche stabilite.
Gli uffici dei Servizi Sociali procederanno all’approvazione delle graduatorie di merito a partire dalla data del 9 aprile 2020.
In seguito all’istruttoria gli assegnatari saranno contattati a mezzo telefono o email, con cui gli si comunicherà di essere beneficiari dei buoni pasto, l’importo dello stesso, le modalità per spenderlo e la consegna. I buoni cartacei saranno consegnati a domicilio dal servizio di volontariato della protezione civile.

ESCLUSIONI

Come preannunciato dal sindaco saranno esclusi i titolari di libretto di deposito bancario e/o postale, conto corrente bancario/postale, azioni e obbligazioni per un importo pari o superiore a € 3.000,00 (alla data di pubblicazione dell’avviso pubblico) con incremento di euro 500,00 per ogni componente del nucleo oltre al primo.

CONTROLLI

Come ricordato durante la diretta Facebook del primo cittadino l ’Amministrazione comunale, provvederà ad effettuare gli opportuni controlli successivi, in ordine alla veridicità delle attestazioni riportate nelle autodichiarazioni e, in caso di dichiarazioni mendaci o non veritiere, procederà con le dovute segnalazioni alla Procura delle Repubblica in caso di accertamento di dichiarazioni mendaci al termine dell’emergenza.
Il sindaco Baldassarre, inoltre, ha affermato che con buona probabilità anche la Guardia di Finanza sarà interessata nel vagliare tali istanze.

INFORMAZIONI

Per ogni ulteriore informazione i cittadini potranno contattare l’Ufficio dei Servizi Socio Culturali comunali dal lunedì al venerdì esclusivamente dalle ore 9:00 alle ore 12:00 telematicamente all’indirizzo e-mail bonusemergenza@comune.santeramo.ba.it o telefonicamente al num. 389/8562007.



Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • luca ha scritto il 04 aprile 2020 alle 17:10 :

    il modulo B non e' scaricabile.potete aggiornare pls Rispondi a luca

  • Cittadino comune ha scritto il 04 aprile 2020 alle 09:26 :

    Non ritengo giusto che un disoccupato che non percepisce nessun sostentamento attualmente ma supera i 3.000 euro di risparmi fatti con sacrificio in questo momento e costretto a prenderli.Mentre chi prende un sostegno di 500 euro al mese ha diritto ai buoni spesa Rispondi a Cittadino comune

Le più commentate
Le più lette