Verrà stipulato un nuovo accordo di programma tra Regione, Città Metropolitana di Bari e comune di Santeramo

Bretella di collegamento tra Via Altamura e Via Matera. A breve riparte l'iter per la realizzazione

Quest'oggi si è svolta presso la Città Metropolitana un incontro per ridefinire la ripartenza dell'opera stradale di vitale importanza per snellire il traffico veicolare (specie di mezzi pesanti) a Santeramo

Politica
Santeramo mercoledì 15 luglio 2020
di La Redazione
Bretella via Altamura-via Matera.
Bretella via Altamura-via Matera. © Google

Riparte l’iter amministrativo per la realizzazione della famosa quanto molto attesa di “bretella” di collegamento fra la SP236 (Matera) e la SP235 (Altamura) che completerà la il tratto stradale extramurale di Santeramo in Colle.

L’opera in questione è frutto di tribolati anni durante i quali si è combattuto molto affinché l’allora Provincia di Bari finanziasse l’opera (cosa poi avvenuta durante l’amministrazione di centrodestra targata Schittulli che, tra i propri banchi, vedeva sullo scrano dell’assessorato al bilancio il santermano Vito Giampetruzzi) già in programma durante la giunta provinciale di centrosinistra nel 2003 così come, anche di un pesante battibecco tra l’allora sindaco, Michele D’Ambrosio, l’ex assessore provinciale Giampetruzzi (siamo nel 2005 ndr) e la sezione locale di Forza Italia circa presunte responsabilità e ritardi nello stato di avanzamento dell’opera.

L’anno scorso, però, la realizzazione dell’opera era stata pesantemente messa in discussione.

A giugno 2019 scorso il consigliere comunale di Direzione Italia, Michele Di Gregorio, presentando un’interpellanza portava alla luce il problema: nel mentre si discuteva il bilancio previsionale 2019, Digregorio constatava l’assenza di questa opera infrastrutturale all’interno del programma triennale (triennio 2019-2021) delle opere pubbliche (atto di programmazione e propedeutico al bilancio comunale) e, nel bilancio previsionale, che non vi era alcuna evidenza circa la quota di cofinanziamento di 515 mila euro da parte del comune di Santeramo in Colle.

Quello che sembrava l’addio definitivo all’opera, invece, emergeva solo dopo durante la seduta del Consiglio comunale del 25 luglio scorso quando l’Assessore Marsico ha risposto all'interpellanza presentata dal consigliere Michele Di Gregorio.

Nel frattempo – verso la fine di luglio 2019 - l’ex sindaco ed attuale consigliere comunale di minoranza D’Ambrosio affermava di aver incontrato, assieme al consigliere Giovanni Volpe (FI) l’Assessore regionale alle infrastrutture Giannini a cui avevano fortemente chiesto di impegnarsi, per quanto possibile, per rifinanziare l’opera.

Ad inizio ottobre, sempre 2019, la svolta: l’opera si farà. Ad affermarlo, in una nota, era il primo cittadino, Fabrizio Baldassarre, comunicando che la Regione era già pronta a rifinanziare, nel proprio bilancio, l’opera impegnando risorse superiori rispetto a quelle precedentemente assegnate.

Ma veniamo ai giorni d’oggi.

Quest’oggi – come afferma il sindaco Baldassarre – si è svolta, presso la Città Metropolitana di Bari, una riunione (cui ha partecipato lo stesso primo cittadino) con il consigliere delegato alla viabilità della CMB, Elisabetta Vaccarella, con il dirigente dell’Ufficio Tecnico CMB Maurizio Montalto, il RUP Enzo Cerrato, e gli assessori comunali di Santeramo Rocco Marsico e Rossella Porfido e l’ingegner Ottorino Stella del Ufficio Tecnico Comunale di Santeramo.

Il comune di Santeramo, come afferma il sindaco, a breve stipulerà un nuovo accordo di programma con la Città Metropolitana di Bari che darà formalmente il via all’iter di variante urbanistica e agli espropri necessari alla costruzione di questa importante opera stradale che alleggerirà notevolmente il transito urbano di autoveicoli.

Allo stesso tempo verranno completate tutte le necessarie autorizzazioni e valutazioni (VIA e VAS) propedeutiche ai lavori.

Le somme stanziate da Regione, Città Metropolitana di bari e Comune (l’ente comunale cofinanzierà l’opera con oltre 500mila euro) garantiranno piena capienza per l’implementazione della bretella in un’ottica di piena collaborazione fra istituzioni.

«Seguiremo con particolare cura e attenzione i passaggi di questa opera strategica per Santeramo che migliorerà la qualità della vita di tutti noi» - afferma soddisfatto a margine dell’incontro il primo cittadino.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti