Manovra di Bilancio 2019

Decreto “Resto al sud”, risorse anche per l'imprenditoria under 46

La misura prevede un contributo di 50mila euro (fino a 200mila per le società) per la creazione di nuove attività.

Politica
Santeramo mercoledì 27 novembre 2019
di La Redazione
Decreto “Resto al sud”
Decreto “Resto al sud” © web

“E’ stato pubblicato sulla Gazzetta ufficiale in questi giorni il decreto “Resto al sud” che rappresenta una reale occasione per fare imprenditoria principalmente nella regioni meridionali. Il decreto firmato dai ministri per il Sud, dell’Economia e dello Sviluppo economico è stata ampliata anche ai professionisti ed agli under 46”, dice la deputata Angela Masi.

“La misura è molto concreta e, inserita nella Manovra di Bilancio 2019, prevede un contributo di 50mila euro (fino a 200mila per le società) per la creazione di nuove attività. Con questi fondi, il 35% dei quali è a fondo perduto e la restante parte concessa con un finanziamento bancario ad interessi zero per i beneficiari, è possibile coprire le principali voci di spesa dell’avvio di nuove attività. Ad occuparsi della gestione operativa per la concessione degli incentivi sarà Invitalia cui spetta il compito di valutare i progetti inviati con una dotazione per il 2019 di 462 milioni di euro. Le domande vengono esaminate “a sportello”, ovvero in ordine di presentazione e fino ad esaurimento delle risorse disponibili”.

“Resto al sud – conclude Angela Masi – è una occasione preziosa per creare nuove imprese nelle nostre regioni e per consentire a chi già vi opera di innovare le proprie attività. Requisito essenziale, come detto, è che chi presenti il progetto risieda nelle regioni meridionali o che comunque vi si trasferisca dopo l’accettazione della proposta presentata ad Invitalia”.

Lascia il tuo commento
commenti