La richiesa di chiarimenti è fatta a mezzo stampa con un comunicato pervenuto in Redazione

"Santeramo in MoVimento" interroga l'amministrazione "5 stelle"

Il raggruppamento locale degli attivisti pentastellati pone all’attenzione della propria giunta due questioni entrambe legate alla viabilità

Politica
Santeramo sabato 02 novembre 2019
di La Redazione
Fabrizio Baldassarre, sindaco di Santeramo
Fabrizio Baldassarre, sindaco di Santeramo © n.d.

Aria “amara” nell’amministrazione e nella compagine pentastellata?

A dirlo noi di SanteramoLive.it bensì un comunicato, pervenuto in Redazione, a firma di Santeramo in MoVimento ovvero il raggruppamento locale degli attivisti 5 stelle di Santeramo.

Per carità denunciare disservizi e problematiche è sempre sacrosanto. Strano è però quando a farlo – a mezzo stampa - è la stessa forza politica al governo della città con propri rappresentanti che siedono nelle “stanze dei bottoni” e che avrebbero già tutti i poteri per intervenire.

In buona sostanza Santeramo in MoVimento pone all’attenzione della propria giunta due questioni entrambe legate alla viabilità.

La prima riguardante la segnaletica cittadina la seconda, invece, relativa all’introduzione e avvio – ancora non avvenuto – della Ztl (Zona a traffico limitato).

«Ancora una volta – scrive Santeramo in MoVimento nella nota inviata in Redazione - si è verificato un episodio dovuto alla precaria e obsoleta segnaletica stradale all'interno del centro abitato. Qualche settimana fa, un pullman turistico, tratto in inganno dal navigatore, ha imboccato via Di Vittorio, rimanendo bloccato dalla strettoia finale nei pressi della Chiesa Madre. Tale inconveniente, oltre che ad essersi verificato diverse volte, ha causato problemi alla viabilità interna ed in alcuni casi danni alle autovetture parcheggiate e ai balconi che diventano insidie pericolosissime da schivare a causa delle grandi dimensioni degli automezzi, come tir e pullman, guidati dai malcapitati di turno. Non possiamo certo intervenire sui server di Google maps per modificare l'errata indicazione che viene data dalla piattaforma di navigazione, ma sicuramente basterebbe installare un divieto di transito per i mezzi pesanti all'incrocio tra Corso Tripoli e Via Di Vittorio che, sicuramente, eviterebbe il ripetersi di questi frequenti episodi».

Già nel passato, infatti, casi simili – che avevano visto protagonisti nientepopodimeno che trattori stradali (tir) con rimorchio – avevano fatto parecchio discutere circa la segnaletica cittadina per la limitazione del traffico di mezzi pesanti in determinati punti del paese.

«I consiglieri comunali di maggioranza - commentano ancora gli attivisti grillini di Santeramo in MoVimento - hanno più volte attenzionato, anche con specifico atto di indirizzo n. 51 del 12/09/2019, la precaria e vetusta segnaletica stradale chiedendo al Comandante dei Vigili Urbani, dott. Vincenzo Caporusso che ne detiene le competenze in materia, di "provvedere al ripristino e la manutenzione della segnaletica verticale ed orizzontale".Nonostante tale atto di indirizzo, la copertura economica disponibile e le continue richieste da parte del gruppo consiliare del M5S, la situazione non ha ancora ricevuto soluzione né da parte del Comandante dott. Caporusso né da parte del Sindaco Fabrizio Baldassarre, responsabile del suo operato».

Altra questione che – sempre a mezzo stampa – il MoVimento 5 Stelle sottopone all’attenzione pubblica nella speranza di ricevere risposte dal proprio sindaco è quella della Ztl.

Da tempo, infatti, sono stati posti in essere una serie di adempimenti per permettere l’entrata in funzione del servizio con varchi – in diversi punti del centro cittadino – con gestione elettronica mediante vigile elettronico.

«Perché – si chiedono gli attivisti di Santeramo in MoVimento - dopo 2 anni di solleciti è ancora tutto fermo nonostante la disponibilità economica e l'atto d'indirizzo di giunta Comunale n. 159 del 12/11/2018?».

«L'associazione Santeramo in movimento, come ha sempre fatto, perché insito nel nostro DNA, nel rispetto della bandiera che rappresentiamo, intende rendere pubbliche le proprie considerazioni circa alcune problematiche che la nostra comunità vive quotidianamente e le cui soluzioni non possono essere più rimandate senza validi motivi ostativi. È pertanto opportuno ribadire pubblicamente al Sindaco Baldassarre ed alla sua Giunta, che è necessaria un'azione politica più incisiva in determinati ambiti ancora critici ed è altrettanto opportuno rassicurare i nostri concittadini ed elettori, che le nostre battaglie non si fermano neanche quando a governare sono i nostri rappresentanti con cui abbiamo condiviso e condividiamo l'obiettivo di rendere il nostro paese migliore di come lo abbiamo trovato» - si legge a margine del comunicato.

L’aria, quindi, sembra esser tutt’altro che “salubre” nelle fila della maggioranza e – come sicuramente accadrà – quasi sicuramente farà scaturire commenti da parte delle altre forze politiche che non potranno non notare uno scollamento tra base partitica e amministrazione.

Lascia il tuo commento
commenti