Nelle ultime ore Angiola (M5S) aveva scritto al presidente metropolitano De Caro

Provinciale Santeramo-Bari. Di Gregorio: «Bisogno di segnalazioni?Angiola non conosce il territorio»

Piccata risposta del consigliere comunale di Direzione Italia al deputato pentastellato santermano

Politica
Santeramo domenica 07 luglio 2019
di La Redazione
Il consigliere comunale di opposizione, Michele Di Gregorio (Direzione Italia)
Il consigliere comunale di opposizione, Michele Di Gregorio (Direzione Italia) © n.d.

Il tema del degrado, specie quello connesso all’abbandono dei rifiuti, è un tema sempre molto sentito.
Da tempo, infatti, è sotto gli occhi di tutti lo stato della provinciale che collega Santeramo a Bari sia per questioni legate alle condizioni della carreggiata stradale (pesantemente rattoppata in alcuni punti) e spesso causa di incidenti stradali così come, altrettanto noto, è l’annoso problema legato all’abbandono dei rifiuti sulla provinciale.

Sul tema, intanto, nelle ultime ore era intervenuto il deputato pentastellato Angiola che, su segnalazione di diversi attivisti pentastellati aveva scritto al presidente della Città Metropolitana Antonio Decaro per segnalare la questione, chiederne la pulizia e, nel caso, di avviare le procedure di «devoluzione all’ANAS di queste due importanti arterie provinciali».

Ad intervenire sulla vicenda, rispondendo anche ad Angiola, è Michele Di Gregorio (Direzione Italia), già sindaco di Santeramo e attuale consigliere comunale di minoranza del comune di Santeramo.

«Leggo – afferma il consigliere comunale - la dichiarazione dell'On Angiola pubblicata e mi chiedo:
forse il deputato Angiola necessita delle segnalazioni di cittadini e attivisti per conoscere le condizioni di una provinciale che passa da Santeramo e che invece dovrebbe conoscere a menadito».
«Questa – afferma il Di Gregorio - è l'attenzione che presta al territorio, evidentemente gli attivisti non gli hanno ancora segnalato le condizioni critiche in cui versano le strade santermane colme di rifiuti al pari della provinciale. Evidentemente, Angiola, non vive a Santeramo».

Lascia il tuo commento
commenti