Continuano le polemiche dopo il botta e risposta di ieri tra l'ex sindaco D'Ambrosio e il sindaco Baldassarre

Apertura biblioteca, il M5S a D'Ambrosio: «Mancata apertura colpa sua e della sua saccenza»

Il MoVimento 5 Stelle di Santeramo definisce l’ex sindaco D’Ambrosio come una persona «avvinghiata alla poltrona e lo addita come responsabile dei ritardi nell'apertura della struttura

Politica
Santeramo lunedì 24 giugno 2019
di La Redazione
L'ex Enal di Santeramo, sede della Biblioteca Comunale
L'ex Enal di Santeramo, sede della Biblioteca Comunale © SanteramoLive.it

Dopo il “botta e risposta” che ha caratterizzato la giornata di ieri in merito all’apertura della biblioteca ora è il MoVimento 5 Stelle ad intervenire sulla questione “agibilità” e “poltroncine” sollevata, con una pubblica denuncia, dall’ex sindaco ed ora consigliere di minoranza, Michele D’Ambrosio (SI, DèS, I Democratici).

Al centro della contesa la modifica dell’iniziale progetto della biblioteca che vedeva una delle sale adibita a sala conferenze. D’Ambrosio, con delle foto, ha documentato che diverse poltroncine acquistate quale arredo di questa sala conferenza – trasformata poi in sala lettura – definendo il tutto «uno scempio di beni e sperpero di denaro pubblico».

Il sindaco Baldassarre, interpellato dalla nostra Redazione, replicava affermando che dopo l’apertura della biblioteca (ricordiamo che l’inaugurazione avverrà oggi alla presenza del vice premier Di Maio) l’amministrazione avrà modo di spiegare quella che è la “sua verità” sui ritardi e sui lavori legati al completamento della struttura dell’ex Enal.

Come dicevamo, quindi, nella querelle interviene pesantemente anche il MoVimento 5 Stelle di Santeramo – forza politica che supporta l’amministrazione in carica – che definisce l’ex sindaco D’Ambrosio come una persona «avvinghiata alla poltrona».

«È proprio vero – scrive il MoVimento 5 Stelle in una nota inviata in Redazione - per i vecchi tromboni della politica la poltrona è la cosa più importante: 5 anni di amministrazione senza riuscire ad aprire la biblioteca, ma il danno alla comunità lo stiamo facendo noi; spende oltre 40 mila euro di poltrone e proprio per questa scelta rende inagibile la biblioteca, ma il danno alla comunità lo stiamo facendo noi; ci sarebbero voluti altri 70 mila euro di nuovi lavori per ottenere la nuova agibilità della biblioteca a causa del capriccio delle poltrone, ma il danno alla comunità lo stiamo facendo noi; se crei una biblioteca ed elimini la sala lettura e la sala studio per farci una sala conferenze con centinaia di poltrone da cinema imbullonate sul pavimento, quella non è più una biblioteca ma un deposito di libri, ma il danno alla comunità lo stiamo facendo noi».

«Oggi i santermani hanno risparmiato tempo e denari e da oggi avranno la loro biblioteca dove poter studiare e leggere i libri, avranno il loro Parco Giochi comunale ed il Coffee Book. Caro ex sindaco, se durante i suoi 5 anni di amministrazione e con la sua tanto blasonata competenza non è stato capace di aprire la biblioteca comunale, la colpa è solo sua e della sua saccenza».

«Abbiamo – commenta ancora il MoVimento 5 Stelle - una congrua quantità di foto che dimostrano, oltre che le scelte scellerate, lavori pietosi e sbagliati eseguiti negli anni passati e dove le amministrazioni, compreso la sua, hanno colpe ben precise. Sembrava quasi che in passato i problemi venissero creati scientemente in modo da utilizzare quella struttura come una vacca da mungere e creare pretesti per continuare a drenare soldi pubblici. Adesso basta con i capricci di quelli competenti».

«Questa amministrazione – si legge ancora nella nota - ha ripristinato ed eseguito i lavori necessari grazie ai quali, finalmente, la biblioteca comunale sarà aperta e restituita ai cittadini.Oggi è un giorno di festa per Santeramo e per i santermani. Se lo segni in agenda».

«D'Ambrosio avresti fatto molto meglio di quanto non sei riuscito a fare nei tuoi 5 anni di mandato per l'apertura della biblioteca se in questi giorni, invece di blaterare, fossi rimasto in silenzio a farti si divorare dall'invidia come un ragazzino, ma con la consapevolezza che alla fine questa apertura è un bene per la nostra comunità.Oggi puoi anche restare a casa dietro la tua tastiera, magari in collegamento diretto con gli uffici PD di Bruxelles da dove, come qualcuno dice, spesso arrivano i testi dei tuoi post. Ma se oggi vorrai condividere con i santermani la gioia dell'apertura della biblioteca, venga pure. Non dimentichi però di indossare la sua fascia tricolore di cartone che tanto le piace e la fa sentire vivo e, se quella vera gli è stata tolta due anni fa dai santermani, stia tranquillo quella di cartone non gliela toglierà nessuno. In ogni caso noi oggi andremo alla biblioteca Giovanni Colonna: la biblioteca dei santermani! E non è uno scherzo, je Adaver» - conclude nella nota il movimento pentastellato.

Lascia il tuo commento
commenti