Speciale Elezioni

Speciale Elezioni 2022

Le News
Dopo il voto dell'12 giugno

Ballottaggio. La possibile composizione del consiglio comunale

Le possibili ipotesi di composizione dell'assise comunale in caso di vittoria di Michela Nocco o Vincenzo Casone

Politica
Santeramo martedì 14 giugno 2022
di Barbara Colapinto e Nicola Gatti
L'aula Consiliare del comune di Santeramo in Colle
L'aula Consiliare del comune di Santeramo in Colle © SanteramoLive.it

Concluse le febbrili ed estenuanti ore di scrutinio elettorale imperversa, nella cittadinanza, il “fantaconsigliere” comunale.

SanteramoLive.it, come è noto, nelle ultime ore è stata impegnata “sul campo” a raccogliere in tempo reale i voti dei candidati sindaci. Non siamo stati dietro una scrivania, beatamente, ad attendere i dati ufficiali magari condividendo, a destra e a manca, qualche dato, sporadico, preso da qualche sezione o dal sito ufficiale del Ministero.

Noi eravamo lì, tra gli scrutatori, tra i rappresentanti di lista (che ringraziamo per il supporto) e tra i candidati in giro per i seggi.

Eravamo lì mentre ricevevamo tanti attestati di stima di lettori che, mentre operavamo, ci supportavano e ci incoraggiamento e a cui va, dal cuore, il nostro più vivo ringraziamento (in una sola giornata abbiamo superato le 32mila visite).

E proprio perché eravamo lì ci prendiamo la responsabilità di spingerci in un esercizio di fantapolitica (ma fino ad un certo punto).

Premessa: ad oggi, i dati, sebbene resi pubblici necessitano ancora di una formalizzazione da parte della commissione elettorale e, allo stesso tempo, sono in corso alcune interpretazioni normative utili a fugare qualsiasi dubbio scaturenti dall’applicazione pedissequa della legge elettorale calcolata sulla base del cosiddetto Metodo D'Hondt (metodo matematico – come riportato anche da Wikipedia - per l'attribuzione dei seggi nei sistemi elettorali che utilizzano il metodo proporzionale).

Terminati i dovuti chiarimenti veniamo al punto.

Come si comporrà il consiglio comunale in caso in cui vinca uno dei due candidati (ovvero Michela Nocco e Vincenzo Casone)?

Questa “fotografia” è quello che emerge dall’esito del primo voto e che, con buona probabilità, potrebbe mutuare ove qualcuno degli eletti venga chiamato a ricoprire incarichi assessorili.

A voi le due proiezioni (ribadiamolo, ancora non definitive).

IPOTESI VITTORIA CASONE

Maggioranza

  • 4 seggi alla lista “Popolari con Casone” ovvero Doriana Giove, Ada Solimena, Nicola Lanzolla e Fabio Schiavarelli
  • 3 seggi alla lista “Con Casone” ovvero Nunzio Digregorio, Pino Santoro e Rosanna Lella.
  • 2 seggi alla lista “Partito Democratico” ovvero Camillo Larato e Francesco Tritto
  • 1 seggio alla lista “Senso Civico” ovvero Nicola Lovecchio

Minoranza

  • 1 seggio alla lista “Fratelli d'Italia” ovvero Debora Gatti e Michele Digregorio
  • 1 seggi alla lista “Civici per Santeramo” ovvero Raffaele Maffei
  • 1 seggio al candidato sindaco sconfitto al Ballottaggio ovvero Michela Nocco
  • 1 seggio alla lista “Per il Sereno” ovvero il candidato sindaco non eletto Michele D’Ambrosio
  • 1 seggio alla lista “MoVimento 5 Stelle” ovvero il candidato sindaco non eletto Maria Anna Labarile

IPOTESI VITTORIA NOCCO

Maggioranza

­­­

  • 4 seggi alla lista “Fratelli d'Italia” ovvero Debora Gatti, Michele Digregorio, Nunzio Tritto e Nicola Barberio
  • 3 seggi alla lista “Civici per Santeramo” ovvero Raffaele Maffei, Nico Difonzo, Antonella Petragallo
  • 1 seggio alla lista “InnoViamo” ovvero Paolo Silletti
  • 1 seggio alla lista “Forza Italia” ovvero Giovanni Volpe
  • 1 seggio alla lista “L.E.I. – Libere Energie Innovative” ovvero Giovanni Petragallo

Minoranza

  • 1 seggio alla lista “Popolari con Casone” ovvero Doriana Giove
  • 1 seggio alla lista “Con Casone” ovvero Nunzio Digregorio
  • 1 seggio alla lista “Partito Democratico” ovvero Camillo Larato
  • 1 seggio al candidato sindaco sconfitto al Ballottaggio ovvero Vincenzo Casone
  • 1 seggio alla lista “Per il Sereno” ovvero il candidato sindaco non eletto Michele D’Ambrosio
  • 1 seggio alla lista “MoVimento 5 Stelle” ovvero il candidato sindaco non eletto Maria Anna Labarile

Anche quest’anno, analizzate entrambe le opzioni, è lecito porsi alcune domande.

Prima fra tutte: ci saranno degli apparentamenti (palesi o nascosti?) E se si chi appoggerà chi?

La campagna elettorale ha, di per certo, segnato nuovamente un solco profondo nel centrosinistra santermano.

Anche in questa tornata, come nella precedente, la spaccatura insita in questo schieramento sarà difficilmente superabile al ballottaggio con un apparentamento, quantomeno formale.

Rispettando la propria collocazione gli elettori di centrosinistra, che hanno supportato D’Ambrosio al primo turno, potrebbero confluire nei votanti di Casone al ballottaggio.

Altrettanto complicato è capire, invece, come potrebbe comportarsi l’elettorato pentastellato.

Anche in questo caso, infatti, almeno durante la campagna elettorale il MoVimento 5 Stelle e la lista La Civica (assente nella precedente tornata elettorale del 2017) hanno rimarcato pesatamente la distanza dagli altri schieramenti. Distanza altresì rafforzata dall’assenza di apparentamenti con liste di centrosinistra che, in altre lealtà, sugellano e proseguono l’esperienza del governo giallo-rosso guidato, nei mesi scorsi, da Giuseppe Conte (che ha sponsorizzato direttamente la candidata Maria Anna Labarile).

Altrettanto incerto sarà il comportamento degli elettori del raggruppamento delle Partite Iva che ha visto, in Scaramuzzi, il proprio candidato.

L’altro interrogativo, invece, scaturisce dall’esito del primo turno.

Alcune delle 9 liste che supportavano la candidata Nocco così come una delle 5 liste a supporto di Casone non hanno superato lo sbarramento del 3% previsto dalla normativa. Gli elettori e i candidati di queste liste escluse da una rappresentatività in seno al consiglio comunale supporteranno ancora i propri candidati attivamente?

Le due settimane che ci separano dal voto, quindi, aprono a molti e incerti scenari.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Angelo Lazazzera ha scritto il 14 giugno 2022 alle 20:00 :

    Complimenti . Esposizione chiara ed esaustiva . Bravissimi !!!!! Rispondi a Angelo Lazazzera

  • Gino ha scritto il 15 giugno 2022 alle 19:47 :

    Gira e rigira alla fine rivedremo sempre le stesse facce! Rispondi a Gino

    Cittadino ha scritto il 16 giugno 2022 alle 13:21 :

    Dice enormemente bene Gino: sempre le stesse facce! Aggiungo: sempre le stesse persone che hanno trasformato in un "colabrodo" la nostra città ormai giù in ogni campo e in ogni riferimento o confronto positivo rispetto ai paesi limitrofi. Tutti i nostri amministratori, con asclusione di qualche Sundaco onesto, hanno realizzato i propri personali interessi trascurando in assoluto quellii che erano le aspettative dei cittadini onesti e perbene o meglio della collettività in generale a vantaggio dei singoli personaggi tutelati. Cosa si è fatto per la nostra città? Assolutamente nulla di buono e penso si continuerà a percorrere tale rovinoso e corrotto modo di fare. Un disastro che si aggiungerà ad altro disastro. Rispondi a Cittadino

  • Il santermano stufo ha scritto il 16 giugno 2022 alle 13:13 :

    Mamma mia sempre le stesse facce. È inutile, il santermano non riesce a votare gente nuova. E allora aspettatevi un cambiamento che non arriverà mai. E votate gente che abbia un minimo di preparazione professionale/politica e sopratutto doti umane non comuni in grado di amministrare questo paese, non gente che conoscete solo perchè è figlia di o parente a o ex amministratore di tempi ormai “per fortuna” passati. Rispondi a Il santermano stufo