Ieri, sulla provinciale, è accaduto l'ennesimo incidente che ha visto due persone perdere la vita

Viabilità stradale Santeramo-Cassano, Digregorio (FdI) scrive alla Città Metropolitana

Il consigliere scrive al Sindaco metropolitano Decaro chiedendo un intervento straordinario di messa in sicurezza della provinciale teatro, negli anni, di incidenti gravi e alcuni anche mortali

Politica
Santeramo martedì 28 settembre 2021
di La Redazione
La Sp 235, Santeramo-Cassano
La Sp 235, Santeramo-Cassano © Google

La viabilità extraurbana e le relative condizioni del manto stradale sono, da sempre, al centro del dibattito pubblico ma anche di quello politico.

Negli anni, a più riprese, il tema è sempre stato sentito e dibattuto e talvolta oggetto di promesse, alle volte mantenute altre invece disattese, di interventi di rifacimento e adeguamenti così come di allargamenti, paventati, della sede stradale. Viabilità tema sempre delicato, specie relativamente alle competenze in merito, sia fin quanto è esistita la Provincia, come ente locale, sia con il passaggio alla Città Metropolitana e il relativo rimescolamento delle competenze tra comuni e Regione.

Il tema è ritornato nuovamente attuale a seguito dell’ennesimo, e questa volta tragico, incidente occorso nella giornata di ieri che è anche costato la vita a due persone.

Sul tema della messa in sicurezza delle strade, ed in particolar modo della provinciale Santeramo-Cassano (Sp 235), è intervenuto il consigliere comunale di minoranza, Michele Digregorio (Fratelli d’Italia), con una propria lettera aperta indirizzata al sindaco della Città Metropolitana di Bari, Antonio Decaro.

«Ieri - scrive Digregorio - in prima mattinata si è consumata l’ennesima tragedia sulla strada provinciale Santeramo–Cassano, i morti che questa strada ha provocato sono numerosi e quindi ritengo che non più procrastinabile un intervento radicale di messa in sicurezza di questa importante strada provinciale». 

«Come certamente è a Lei noto, si tratta di una strada provinciale molto trafficata (in tutte le ore del giorno) poiché funge da bretella per raggiungere il capoluogo di provincia e, quindi, quotidianamente viene percorsa non solo dai pendolari con le proprie autovetture che raggiungo la città Bari e paesi limitrofi, ma soprattutto da pullman che giornalmente trasportano lavoratori e studenti».

«Ieri si sarebbe potuta consumare una tragedia ben più grande di quella verificatasi visto che, come si vede anche dalle foto pubblicate sui quotidiani locali, in quel momento sulla strada transitavano diversi pullman pieni di giovani ragazzi» - scrive Digregorio a Decaro.

«Con l’arrivo della stagione invernale, che renderà ancora più problematica la percorrenza della strada provinciale Santeramo-Cassano, la quale già in condizioni metereologiche normali è molto pericolosa vista la carreggiata molto stretta, tanto da diventare quasi impraticabile per via del fenomeno dell’acquaplaning nonché del ghiaccio».

«Egr. Sig. Sindaco Decaro i cittadini di Santeramo, e non solo, chiedono non il “rattoppo” di alcune buche, ma un intervento straordinario di messa in sicurezza sia per quanto riguarda (nell’immediato) la sistemazione del manto stradale che soprattutto l’allargamento della carreggiata considerato l’alto numero di mezzi (anche pesanti) che giornalmente percorrono questa strada» - conclude il consigliere di Fratelli d'Italia.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Bruno panzarea ha scritto il 29 settembre 2021 alle 06:22 :

    E lei caro cittadino perché si nasconde dietro l'anonimato?troppo comodo Rispondi a Bruno panzarea

    Cittadino ha scritto il 02 ottobre 2021 alle 05:30 :

    Gentilissimo Bruno, hai ragione, però la critica é sempre oggettiva, non è mai un attacco alla persona. Digregorio se le cerca perché fa interventi che lo espongono alle facili critiche. Quando ha fatto interventi che ho apprezzato (come quello ineceppibile sul bilancio) gli ho fatto i miei sinceri complimenti. Se intervenisse sulla centrale a biomasse, lo apprezzerei. Se si fosse occupato delle navette per i vaccinandi (anziché per i pendolari), lo avrei apprezzato. Se però fa interventi banali, banalmente gli devo ricordare che é un solito noto. Lui già é in difetto, dovrebbe fare interventi straordinari non propaganda. Secondo te, D'Ambrosio perché tace? Perché anche lui non può salire sul pulpito delle banalità, evita le critiche. Noi cittadini non siamo tutti allocchi. Pensaci. Rispondi a Cittadino

    Cittadino ha scritto il 30 settembre 2021 alle 21:48 :

    Io sono un Cittadino come tanti ed esprimo la mia opinione con argomentazioni precise come in questo caso. Secondo lei l'intervento di Digregorio non è leggermente fuori luogo e fuori tempo? Trova la mia osservazione sbagliata? La contesti pure. Peraltro, Bruno Panzarea chi? Per me anche il suo é un commento anonimo perché non la conosco. Lei è un vero Panzarea o è un Bruno come tanti? Per me potrebbe pure essere Michele Digregorio travestito da Bruno Panzarea... Rispondi a Cittadino

  • Cittadino ha scritto il 28 settembre 2021 alle 18:45 :

    La penna più veloce delle murge... Ma lei dov'era negli ultimi trent'anni? = Troppo tardi. A volte bisognerebbe avere la sensibilità di aspettare qualche giorno prima di scrivere... = Troppo presto In definitiva, trovo il suo intervento leggermente fuori luogo. Rispondi a Cittadino