Sei, per il momento, gli argomenti iscritti all’ordine del giorno della seduta

Mancata surroga del consigliere visceglia, se ne parlerà in Consiglio

Da quanto si apprende, anche alla luce del primo punto all’ordine del giorno dell'assise, ne Tina Gagliardi ne Domenica Mercorella subentreranno al dimissionario consigliere pentastellato

Politica
Santeramo mercoledì 21 luglio 2021
di La Redazione
Aula Consiliare del Comune di Santeramo in Colle
Aula Consiliare del Comune di Santeramo in Colle © SanteramoLive.it

Nuova convocazione per il consiglio comunale di Santeramo.
La prossima assise si svolgerà, in seduta pubblica modalità telematica (videoconferenza), sessione straordinaria, in prima convocazione il prossimo 26 luglio 2021 alle ore 18:00.
Sei, per il momento, gli argomenti iscritti all’ordine del giorno della seduta:

  1. Mancata surroga per esaurimento dei candidati non eletti della lista 19 avente il contrassegno "Movimento Cinque Stelle” a seguito delle dimissioni di Consigliere Comunale e rinuncia dei successivi non eletti.
  2. Approvazione verbali delle deliberazioni adottate nelle sedute consiliari precedenti.
  3. Riconoscimento, ai sensi dell’art. 194, comma 1, lettera a), del D.lgs. n. 267/2000, della legittimità del debito fuori bilancio derivante dalla sentenza n. 2597/2019 emessa dal Giudice di Pace di Bari nella controversia civile iscritta al n. R.G. 2209/2019.
  4. Riconoscimento, ai sensi dell’art. 194, comma 1, lettera a), del D.lgs. n. 267/2000, della legittimità del debito fuori bilancio derivante dalla sentenza n. 1254/2020 emessa dalla Commissione Tributaria Provinciale avverso avviso di accertamento n. 2/L/2019 TARI 2014.
  5. Interpellanza prot. n. 14808 del 12.07.2021 presentata dal consigliere comunale Michele D’Ambrosio, riguardante il Piano Urbanistico Generale, convocazione Conferenza di Servizi.
  6. Interpellanza prot. n. 14956 del 13.07.2021 presentata dal consigliere comunale Michele D’Ambrosio, riguardante i contributi per il marketing territoriale estivo.

Argomento clou della seduta sarà sicuramente il primo punto.
Come si ricorderà, infatti, lo scorso 6 luglio si è diffusa la notizia (anticipata in esclusiva da SanteramoLive.it) delle inaspettate dimissioni del consigliere pentastellato, e storico attivista del MoVimento, Pasquale Visceglia cui poi erano seguite le prese di posizioni, in merito, di Digregorio (Direzione Italia) e del sindaco Baldassarre.
Come da prassi, infatti, alle dimissioni di un consigliere comunale segue la surroga dello stesso ovvero il subentro del primo dei “non eletti” della stessa lista del consigliere dimissionario.
Stando alla norma a subentrare sarebbe stata Tina Gagliardi, penultima per preferenze nella lista del MoVimento 5 Stelle, ovvero l’unica lista che supporta l’amministrazione comunale). Sulla possibilità che la Gagliardi rinunciasse c’erano, da giorni, incessanti voci.
In caso di non accettazione di quest’ultima ci sarebbe stata l’ultima dei “non eletti” ovvero la candidata Domenica Mercorella.
Anche su quest’ultima, infatti, circolavano voci di un’ulteriore possibile defezione.

Da quanto si apprende, anche alla luce del primo punto all’ordine del giorno, non vi sarà alcuna surroga.
Inutile dire che, stando così le cose, pare che la maggioranza penstastellata, nell’assise consiliare, dovrebbe essere composta da un consigliere in meno.
Da quanto si apprende, in via ufficiosa, sembra che l’amministrazione abbia già chiesto un’interpretazione normativa per ovviare a questa situazione che, aldilà di tutto, rappresenta sicuramente un caso sui generis o quanto meno altamente improbabile nella vita politica amministrativa di un ente pubblico. In molti, infatti, teorizzano un eventuale subentro di un nuovo consigliere comunale ma nelle file dell’opposizione ovvero che, al fine di assicurare il numero di consiglieri comunali previsti dal Tuel, si possa “attingere” da uno dei “non eletti” nelle liste dell’opposizione (ipotesi assai remota per non dire surreale).
Inutile dire, inoltre, che sulla vicenda delle dimissioni di Visceglia (che di fatto pubblicamente non ha mai dichiarato nulla a riguardo tale scelta) e sul mancato subentro di un suo sostituto in consiglio comunale si aprirà un pesante dibattito tra maggioranza ed opposizione che, indubbiamente, catalizzerà gran parte dei lavori dell’assise e che alla luce dei manifesti “mal di pancia” tra il gruppo consiliare pentastellato e i componenti della giunta comunale (sindaco Baldassarre in primis) potrebbero portare a spettacolari scenari sul piano politico.

In caso di necessità l’assise si svolgerà in seconda convocazione, il prossimo 28 luglio alle ore 18:00. 
I lavori dell’assise, come di consueto, verranno trasmessi in diretta streaming sul canale Youtube dell’comune dedicato a tale scopo.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Cittadino ha scritto il 21 luglio 2021 alle 08:37 :

    Mi rivolgo ai movimenti politici Continua il Sereno e Sinistra Italiana sulla questione della centrale a biomasse. L'interpellanza presentata dal loro riferimento politico in consiglio comunale Michele D'Ambrosio è la N. 5: "Interpellanza prot. n. 14808 del 12.07.2021 presentata dal consigliere comunale Michele D’Ambrosio, riguardante il Piano Urbanistico Generale, convocazione Conferenza di Servizi". Questa è l'interpellanza? Per caso leggete 'centrale a biomasse? Avete capito che non potete andare dietro al solito noto D'Ambrisio? Ho ragione quando dico che non fate buona opposizione? I problemi si affrontano direttamente non incidentalmente. O vi distinguete da D'Ambrosio o siete come lui. Siete come i consiglieri M5S che non sanno distinguersi da Baldassarre? VIA TUTTI I SOLITI NOTI. Rispondi a Cittadino

  • Cittadino ha scritto il 21 luglio 2021 alle 08:20 :

    La solita solfa. Baldassarre ormai ha perso la sua spocchia ed è diventato un gattino annaffiato che miagolerà dudù dadadà tornandose alla sua città (Bari). Addio sogni di gloria senza merito e competenza... Visceglia ha dimostrato di essere un fanciullo immaturo che non è capace di spiegare le sue scelte. I restanti consiglieri di maggioranza sono i veri colpevoli di questa morte lenta, dovrebbero staccare la spina a Baldassarre prima di scomparire nell'anonimato, ma sono dei poveri pappamolle. Mi fanno pena. Il M5S è morto. ORA LA VERA QUESTIONE È LA CENTRALE A BIOMASSE AUTORIZZATA DALL'EX SINDACO VITO LILLO SU RELAZIONE DELL'EX DIRIGENTE GIOACCHINO MAIULLARI. Ma tutti tacciono. QUANDO PUBBLICHERETE LE CARTE? La centrale a biomasse by Lillo-Maiullari incenerirà le certezze di molti... Rispondi a Cittadino

    Pippo ha scritto il 23 luglio 2021 alle 09:49 :

    Sono tutti senza vergogna...andate a casa! Rispondi a Pippo