Al momento non si conoscono ufficialmente le motivazioni. Secondo attendibili voci Visceglia era da tempo in rotta di "collisione" con la giunta comunale

Dimissioni consigliere Visceglia, Digregorio (DI): «Il sindaco tragga le sue conclusioni»

La nostra Redazione ha contattato l'amministrazione comunale ricevendo conferma ufficiale delle dimissioni dello storico attivista pentastellato

Politica
Santeramo mercoledì 07 luglio 2021
di La Redazione
Aula Consiliare del Comune di Santeramo in Colle
Aula Consiliare del Comune di Santeramo in Colle © SanteramoLive.it

Primi commenti sulle dimissioni dell’ormai ex consigliere comunale M5S, Pasquale Visceglia.

In serata, ieri, SanteramoLive.it aveva preannunciato che Visceglia – uno tra gli attivisti storici e fondatore del gruppo locale del MoVimento di Grillo – per cause ancora non note aveva rassegnato le proprie dimissioni. L'ex consigliere comunale, di fatto, non ha smentito la notizia.

Per avere però conferma la nostra Redazione ha contattato l’amministrazione comunale per avere conferma delle dimissioni ricevendo conferma (come ci comunica lo Staff del sindaco Baldassarre nelle prossime ore dovrebbe pervenire una nota ufficiale a riguardo).

Come dicevamo, quindi, il gesto di Visceglia non è passato inosservato sia nella comunità santermana che in quella politica.

Pare che, da quanto riferiscono attendibili fonti, il consigliere dimissionario fosse, da tempo, in rotta di "collisione” con i componenti della giunta comunale. A scatenare probabilmente la presa di posizione di Visceglia, inoltre, un curioso siparietto (di cui trovate l'estratto in allegato) tra lo stesso consigliere e il sindaco Baldassarre durante l'ultimo consiglio comunale, del 5 luglio scorso, nel quale si discuteva del rendiconto di gestione per l'anno 2020. A fronte di una domanda diretta di Visceglia al sindaco circa l'utilizzo di alcuni fondi comunali il primo cittadino ha glissato la risposta.

Ma non è il solo Visceglia ad avere "mal di pancia".

I consiglieri di maggioranza (ricordiamo infatti che l'amministrazione Baldassarre è interamente composta da rappresentanti del MoVimento 5 Stelle) sono in rottura con la giunta e il sindaco e che Visceglia sia stato solo il primo a fare questo passo. Molti altri consiglieri pentastellati, infatti, sarebbero ancora incerti su cosa fare alla luce di una serie promesse che i componenti della giunta e lo stesso Baldassarre avrebbero fatto. Promesse che, pare, per la maggioranza siano solo "parole al vento" considerati i risultati, che in molti definiscono, scarsi in tema di opere pubbliche.

A commentare le dimissioni è, con una nota pervenuta in Redazione, il consigliere comunale di minoranza (Direzione Italia), Michele Digregorio.

«Le dimissioni del Consigliere Visceglia seguono quelle dei Consiglieri Volpe e Lanzolla, nonché degli Assessori "dimissionati" Colacicco, Caponio e Massaro, per non parlare delle dimissioni mai sufficientemente chiarite dell'Assessore Fontanarosa».

Secondo il consigliere di Direzione Italia «queste dimissioni, arrivate come un fulmine a ciel sereno, unitamente alle assenze in Consiglio comunale di diversi Consiglieri di maggioranza, anche in occasione della approvazione del Rendiconto di gestione dell'anno 2020, ritengo che vadano lette come una chiara sfiducia nei confronti del Sindaco Prof. Baldassarre e dello stesso operato della sua Giunta comunale».

«L'incuria e lo stato di degrado e abbandono in cui versa la nostra città da quattro anni, l'assenza (nonostante le ingenti disponibilità finanziarie) di politiche del lavoro, la disattenzione nei confronti dei soggetti più fragili, l'incapacità di cercare e ottenere finanziamenti per sostenere investimenti nel settore dell'edilizia pubblica e della stessa manutenzione dei beni comunali, i "colpevoli" ritardi per la definitiva approvazione del PUG quale strumento necessario per rilanciare l'edilizia privata, i colpevoli ritardi per inserire Santeramo nelle ZES, la innata capacità nel saper "perdere" anche i finanziamenti cocessi, la insensibilità di relazionarsi con i cittadini (aver tenuto chiuso il palazzo municipale per 15 mesi, ne è la plastica dimostrazione), la assenza di politiche nel settore del turismo, la mancanza di politiche per favorire lo sviluppo nel settore artigianale e industriale, sono i veri motivi del fallimento politico-amministrativo della amministrazione pentastellata guidata dal Sindaco Prof. Baldassarre» - afferma l’ex sindaco.

«Difronte alla sfiducia manifestata dai Consiglieri di maggioranza (vuoi con le assenze strategiche in tante sedute di Consiglio comunale, come per le dimissioni) e alla insoddisfazione dei cittadini che vivono (non solo come residenza all'anagrafe) quotidianamente nella nostra città, penso che qualsiasi Sindaco trarrebbe le proprie conclusioni».

Incerto, inoltre, è il destino della maggioranza che pare stia attendo il responso delle ultime due persone che, viste le dimissioni di Visceglia, sarebbero papabili di ingresso nel consesso comunale ovvero Tina Gagliardi e Domenica Mercorella (rispettivamente penultima e ultima tra le più suffragate alle ultime elezioni).

Al momento non è dato sapere, ufficialmente, se abbiano o meno intenzione di entrare a far parte della compagine consiliare. Da quanto, invece, si apprenderebbe pare che siano entrambe fortemente titubanti sul da farsi.

 

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Cittadino ha scritto il 09 luglio 2021 alle 17:05 :

    Il 29 novembre 1998 si è votato per le elezioni amministrative ed è stato eletto il sindaco Michele Di Gregorio con la lista Centrodestra (Liste Civiche). Il suo mandato si è concluso il 20 novembre 2001 a seguito delle dimissioni rassegnate dalla maggioranza dei consiglieri. ************* Mi pare che Digregorio non si sia dimesso ma si sia fatto sfiduciare... Come dicono a Santeramo: U bov ca disc ch'rnut o ciucc = il bue che dice cornuto all'asino. PS Meglio ciucc ca bov.... Rispondi a Cittadino

    Un altro cittadino ha scritto il 10 luglio 2021 alle 07:55 :

    ...tra bov e ciucc, ci rimettiamo noi cittadini! Dopo decenni di questo andazzo, forse vi meritiamo di meglio. Speriamo che i giovani non imparino dai "vecchi padroni" la politica ma prendano il meglio di quanto vissuto e reinventino il sistema. Chissà...forse tra altri decenni. Rispondi a Un altro cittadino

  • I PROTAGONISTI 2022 ha scritto il 08 luglio 2021 alle 14:32 :

    Santeramo ha bisogno di aria pulita.. questa maggioranza *****stelle deve andare a casa. però il nostro comune ha bisogno di politici santermani che vivono a Santeramo con competenza e professionalità. Rispondi a I PROTAGONISTI 2022

  • prof. Donato Bitetti ha scritto il 08 luglio 2021 alle 10:50 :

    Puntuale come un'orologio svizzero arriva il lamento disinteressato del consigliere Digregorio. Si anche questa è politica!? Non pensa che il discorso valga anche per lui e per i vecchi marpioni come lui. Questi fantasmi che che si trovano in Consiglio per grazia ricevuta sono la conseguenza del vostro scellerato comportamento. Santeramo ha bisogno di aria pulita! . Rispondi a prof. Donato Bitetti

  • Speriamo bene ha scritto il 08 luglio 2021 alle 08:22 :

    Ad oggi non abbiamo visto nessun nuovo servizio per le persone a lungo termine. Si campa alla giornata sull'onda degli aiuti da Governo e Regione. Anzi, alcuni servizi li abbiamo visti azzerati! Questo è indice di incompetenza ma soprattutto di visione e programmazione. Ognuno in maggioranza tira l'acqua al suo mulino e a quello di amici e parenti. Questa è politica di vecchio stampo dove alla fine neanche tra loro si mettono d'accordo. Ormai, contiamo i giorni alla fine del mandato. Speriamo che i prossimi siano davvero migliori. Poi non vi lamentate che i giovani se ne vanno. Qui non c'è posto per loro ma neanche per anziani e bambini. La cultura dell'attenzione alla comunità non consiste semplicemente nel sostituire giostrine o distribuire buoni alimentari!!! Rispondi a Speriamo bene

  • Un cittadino ha scritto il 07 luglio 2021 alle 21:53 :

    Siamo stufi di politici che fanno promesse che non possono mantenere e di consiglieri che stanno in consiglio comunale solo per fare i propri interessi. Il teatrino tra il sindaco e il consigliere Visceglia è vergognoso. E anche peggio è il silenzio degli altri di maggioranza. Comprendo l'importanza dei bisogni dei cani, ma di quelli delle persone quando ne vogliamo parlare???!!! Rispondi a Un cittadino