Commercio

Santeramo in Azione, "l'ufficio tributi disponga lo sgravio per imposta pubblicità 2015/2016"

Il gruppo interviene a favore dei commercianti alla luce degli avvisi di accertamento per omesso versamento dell’imposta Comunale sulla Pubblicità 2015/2016.

Politica
Santeramo martedì 06 aprile 2021
di La Redazione
Ufficio Tributi
Ufficio Tributi © n. c.

Torna sull'argomento commercianti il gruppo politico Santeramo in Azione facendo rilevare che "molti i titolari di attività commerciali locali si sono visti notificare nelle scorse settimane da parte dell’Ufficio Tributi del Comune di Santeramo in Colle avvisi di accertamento per omesso versamento dell’imposta Comunale sulla Pubblicità relativi agli anni 2015/2016."

E' soggetto all'imposta Comunale sulla pubblicità ogni tipo di messaggio pubblicitario effettuato attraverso forme di comunicazione visive o acustiche in luoghi pubblici o aperti al pubblico. (es. insegne di esercizio, frecce indicatrici, pubblicità in vetrina, locandine, volantinaggio, pubblicità su autoveicoli, pubblicità sonora, striscioni, ecc...).

"E’ deplorevole - commenta il gruppo - l’accanimento e il cinismo dell’amministrazione comunale nei confronti delle nostre attività commerciali, già ridotte sul lastrico a causa delle restrizioni e della inconsistenza economica dei ristori. Si confidava in un atteggiamento più clemente e comprensivo da parte dell’Amministrazione 5 stelle la quale si è sempre dichiarata in favore dei più bisognosi ma a ben vedere la realtà fattuale è tutt’altra!"

In ultimo, Santeramo in Azione esprime la sua solidarietà nei confronti degli esercenti santermani interessati e chiede che l’Ufficio Tributi del Comune di Santeramo disponga lo sgravio dei suddetti tributi.

Sempre a proposito di amministrazione, come già evidenziato in precedenza, il Gruppo si dice rammaricato del ritardo nella pubblicizzaione dell’avviso pubblico riguardante la selezione di un operatore sociale finalizzata all'affidamento di n.1 incarico di "tutor per l'autonomia", così come previsto dalla sperimentazione Care Leavers. "La mancanza di tempestività - scrivono -  ha sicuramente creato un pregiudizio ai cittadini santermani anche in considerazione del fatto che la scadenza del 7 aprile è imminente ed a ridosso delle festività pasquali."

 

Lascia il tuo commento
commenti