Prima mostra documentaria dei Caracciolo Carafa di Santeramo

Si apre la prima mostra documentaria “La famiglia Caracciolo Carafa di Santeramo organizzata dall’Archivio di Stato di Bari nell’ambito delle “Giornate Europee del del Patrimonio”.

Cultura
Santeramo martedì 20 settembre 2011
di Domenica Massaro
©
Sabato 26 Settembre 2011 verrà inaugurata la mostra documentaria relativa alla famiglia Caracciolo Carafa di Santeramo in Colle, che avrà luogo in Bari presso l’Auditorium dell’Archivio di Stato di Bari, e continuerà fino al giorno 8 Ottobre 2011.
Questa mostra rappresenta un momento speciale per la storia della nostra Comunità, in quanto, una parte della nostra Storia viene messa a disposizione di studiosi, appassionati e semplici curiosi. Bisogna infatti ricordare che la famiglia Carafa, stando all’analisi storica urbanistica del nostra città, si insediò nel nostro territorio dal 1468 al 1700 contribuendo allo sviluppo urbano e alla realizzazione di grandi opere come ad esempio il Palazzo Marchesale (circa nel 1576).
Tuttavia i documenti relativi a questa famiglia non sono mai stai resi noti, infatti inizialmente l’archivio della famiglia Caracciolo Carafa era custodito nel palazzo di famiglia sito in Napoli e successivamente sistemato nel Palazzo Marchesale di Santeramo in Colle, nella Masseria Viglione sempre a Santeramo e infine nell’Archivio di Stato di Bari.
Dopo circa vent’anni , è stato inventariato e reso fruibile dall'Archivio di Stato di Bari l'archivio dei Caracciolo Carafa di Santeramo ed allestita la mostra documentaria “La famiglia Caracciolo Carafa di Santeramo: gli uomini, la storia, il potere” che è ispirate al tema “Italia tesoro d’Europa”, slogan delle “Giornate Europee del Patrimonio” ideate, ricordiamo, dal Consiglio d’Europa.
La manifestazione intende proporre una rassegna delle testimonianze di maggior pregio e significato che documentano la storia di una famiglia che, per ben otto secoli (XII-XX), ha saputo interpretare un’intera società e il suo territorio.

Noi tutti cittadini siamo invitati a partecipare a questo evento - il cui ingresso è gratuito – che ci permetterà di poter attuare una riflessione sulle fondamenta della nostra storia o semplicemente curiosare sul nostro passato.

Per concludere, ricordiamo che l’inaugurazione inizierà alle ore 10:00 e che alla cerimonia di inaugurazione interverranno:

Eugenia Vantaggiato, direttore dell’Archivio di Stato di Bari
Isabella Lapi, direttore regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici della Puglia
Domenica Porcaro Massafra, docente di Archivistica presso l’Università degli Studi di Bari, già Soprintendente Archivistico per la Puglia
Clelia Gattagrisi, docente di codicologia e paleografia latina presso l’Università degli Studi di Bari
Gaetano Pellecchia, docente e storico
Carmela Desantis, funzionario dell’Archivio di Stato e curatrice della mostra.



Sede: Archivio di Stato di Bari, Cittadella della Cultura
Via Pietro Oreste,45 – 70123 Bari
Sito web: www.archiviodistatobari.beniculturali.it
Orario mostra: lunedì – sabato h. 9-13
Segreteria: tel. 080099311
fax 080099322
as-ba@beniculturali.it




Lascia il tuo commento
commenti