Le misure previste dall'ultimo Dpcm

Covid, Puglia verso zona arancione

Cosa prevede il Dpcm per le zone arancioni (Puglia) per rallentare il virus? Vediamolo nel dettaglio

Cronaca
Santeramo mercoledì 04 novembre 2020
di La Redazione
Covid, Puglia verso zona arancione
Covid, Puglia verso zona arancione © n.d.

Lombardia, Piemonte, Valle d’Aosta, Calabria, Bolzano e 10 comuni della Provincia autonoma: sono queste le Regioni quasi certamente considerate zona rossa, con rischio alto di contagio da Covid. Campania, Liguria, Puglia, Sicilia, Veneto. Rientrerebbero nella zona arancione (rischio medio alto). Infine Abruzzo, Basilicata, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Marche, Molise, Provincia autonoma di Trento, Sardegna, Toscana, Umbria risulterebbero nella zona gialla (rischio moderato).

Cosa prevede il Dpcm per le zone arancioni (Puglia) per rallentare l’epidemia di Covid? Vediamolo nel dettaglio

Quanto durano le misure?
Quindici giorni.

Posso entrare o uscire dalla Regione in fascia arancione?

No, ci si può muovere soltanto per «comprovate esigenze» dunque motivi di lavoro, salute e emergenze.

Devo avere l’autocertificazione?

Sì, il modulo va compilato con le generalità e il motivo dello spostamento e consegnato in caso di controllo. Se si tratta di un’urgenza non si deve indicare il nominativo delle persone da cui si va per motivi di privacy.

Se per andare in una Regione in fascia gialla devo attraversare una Regione in fascia arancione posso farlo?

Sì, «il transito sui territori è consentito qualora necessario a raggiungere ulteriori territori non soggetti a restrizioni negli spostamenti o nei casi in cui gli spostamenti sono consentiti».

Se sono residente in una Regione in fascia arancione posso uscire dal mio Comune?

No, è vietato ogni spostamento con mezzi di trasporto pubblici o privati, in un comune diverso da quello di residenza, domicilio o abitazione, salvo che per «comprovate esigenze» di lavoro, studio, salute».

Posso accompagnare un figlio a scuola?

Sì, sono «consentiti gli spostamenti strettamente necessari ad assicurare lo svolgimento della didattica in presenza nei limiti in cui la stessa è consentita».

Se sto in zona arancione quando entra in vigore l’ordinanza posso uscire?
Sì, è sempre consentito «il rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza».

Posso andare al bar o al ristorante?

No, «sono sospese le attività dei servizi di ristorazione (fra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie), ad esclusione delle mense e del catering continuativo».

Posso ordinare cibo a domicilio?

Sì, è sempre consentito.

Posso comprare cibo da asporto?

Sì, fino alle 22 con divieto di consumazione sul posto o nelle adiacenze. «Restano comunque aperti gli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande siti nelle aree di servizio e rifornimento carburante situate lungo le autostrade, negli ospedali e negli aeroporti, con obbligo di assicurare in ogni caso il rispetto della distanza interpersonale di almeno un metro».

Posso fare attività motoria e sportiva?

Sì, purché all’interno del proprio comune e all’aperto. Palestre, piscine e centri sportivi sono chiusi.

Lascia il tuo commento
commenti