L’uomo è stato arrestato con l’accusa di detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio, detenzione e ricettazione di armi

Custodiva armi e droga, arrestato 43enne santermano

I militari della locale Stazione Carabinieri, a seguito di perquisizione all’interno dell’attività commerciale, hanno rinvenuto, in un armadio posto nel retrobottega

Cronaca
Santeramo giovedì 01 ottobre 2020
di La Redazione
Custodiva armi e droga, arrestato 43enne santermano
Custodiva armi e droga, arrestato 43enne santermano © Carabinieri

Un 43enne di Santeramo in Colle, celibe, incensurato è stato arrestato dai Carabinieri del posto poiché sorpreso a detenere armi e droga nella sua abitazione e all’interno del negozio di alimentari che gestisce.

I militari della locale Stazione Carabinieri, a seguito di perquisizione all’interno dell’attività commerciale, hanno rinvenuto, in un armadio posto nel retrobottega, 92 grammi di cocaina e 42 grammi di marijuana, suddivisi in più involucri nonché, nella tasca dei pantaloni del titolare l’ingente somma di denaro contante pari ad euro 10.780, ritenuta provento dell’attività illecita. Estesa la perquisizione all’autovettura, parcheggiata innanzi al negozio, all’interno del cruscotto, è stata trovata una pistola marca Beretta, calibro 7.65 e 33 proiettili dello stesso calibro, illegalmente detenuti.

La perquisizione presso la sua abitazione ha infine consentito di rinvenire altro stupefacente ed altre armi e munizioni, più precisamente su di una mensola della cucina 57 grammi di hashish, suddivisa in dosi ed inoltre, nella camera da letto una pistola scacciacani replica di una vera, all’interno del garage un fucile artigianale monocanna, privo di marca e matricola e 20 proiettili calibro 38 nonché materiale vario per il taglio dello stupefacente ed un bilancino di precisione.

L’uomo è stato arrestato con l’accusa di detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio, detenzione e ricettazione di armi ed associato alla casa circondariale di Bari, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Lascia il tuo commento
commenti