A confermare quella che nel pomeriggio era solo una voce è stato il sindaco Baldassarre in un video postato su Facebook in tarda serata

Ripartenza scuole, a Santeramo rinviato l'inizio al 28 settembre

Nelle prossime ore verrà emanata l'ordinanza che ufficializzerà il provvedimento che riguarderà i due circoli didattici (Hero Paradiso e San Francesco d'Assisi) e la "Bosco-Netti).

Cronaca
Santeramo mercoledì 16 settembre 2020
di La Redazione
Banchi monoposto nelle aule
Banchi monoposto nelle aule © n. c.

Le attività didattiche, a Santeramo, ripartiranno il prossimo 28 settembre.

A confermarlo – in un video – il sindaco di Santeramo, Fabrizio Baldassarre.

Già nelle ultime ore circolavano voci sul possibile slittamento dell’avvio dalla data prefissata per il 24 settembre.

Appresa la notizia SanteramoLive.it ha contattato il sindaco per capire, realmente, lo stato dell’arte.

Il primo cittadino c’aveva già anticipato la possibilità di questo slittamento anche a seguito di una missiva a firma dei dirigenti scolastici dei due circoli didattici santermani (Hero Paradiso e San Francesco D’Assisi) e del dirigente della scuola secondaria di primo grado “Bosco-Netti” che chiedevano, appunto all’amministrazione, di provvedere a posticipare l’avvio delle attività didattiche.

Il primo cittadino, in tarda serata, ha poi sciolto la riserva confermando lo slittamento.

Tale posticipo è stato inoltre stabilito (nelle prossime ore il sindaco firmerà una specifica ordinanza a riguardo) dopo che l’amministrazione comunale ha sentito tutti i dirigenti scolastici addivenendo così alla decisione di rinvio per via delle consultazioni elettorali del prossimo weekend.
I tempi ristretti che sarebbero intercorsi tra la celebrazione delle elezioni – nei plessi scolastici dei due circoli didatti e dei plessi della “Bosco-Netti – non avrebbero consentito di espletare al meglio tutte le procedure di sanificazione e messa a sicurezza degli ambienti.

Non interessate da tale rinvio le scuole secondarie di secondo grado (scuole superiori ndr) per le quali l’avvio resterà quello prefissato dalla Regione in quanto gli ambienti di questi istituti non saranno utilizzati per l'espletamento delle operazioni di voto per le consultazioni regionali e per il referendum confermativo.

Il primo cittadino ha poi comunicato che attualmente la disponibilità di banchi monoposto (già a disposizione del comune) consentiranno di avviare le attività didattiche nel rispetto delle normative anti-contagio nell’attesa dell’arrivo delle nuove forniture di banchi previste dal ministero. Baldassarre ha poi ricordato che sono in corso, inoltre, specifici lavori di adeguamento degli ambienti al fine di uniformarli alle prescrizioni ministeriali per la ripresa delle attività scolastiche.

Altri comuni della provincia di Bari – stando a quanto affermato da Baldassarre – adotteranno medesimi provvedimenti vista la comune presenza del problema.

Nel pomeriggio – sul tema – si era anche registrata una presa di posizione del consigliere comunale di minoranza Michele Digregorio (Direzione Italia).

Digregorio, commentando quella che era la possibilità di slittamento dell’avvio delle attività didattiche poneva diverse domande all’amministrazione comunale. In particolar modo il consigliere di minoranza chiedeva all’amministrazione se la notizia fosse o no fondata e quali fossero i motivi di tale possibilità.

Digregorio inoltre chiedeva se fossero arrivate le dotazioni di mascherine da consegnare a famiglie e studenti promesse dal Governo e se fossero già arrivate le dotazioni di nuovi banchi “monoposto” (oggetto di diverse polemiche politiche e non a livello nazionale).

L’ex sindaco inoltre chiedeva quali fossero i tempi per il completamento degli interventi di manutenzione ordinaria e di quelli anti-Covid degli edifici scolastici e perché tali interventi non siano stati svolti nei sei mesi in cui le scuole sono rimaste chiuse.
«Sindaco Prof.Baldassarre, nonostante l'evidente stato di sospensione della democrazia (il Palazzo Municipale continua a rimanere "sbarrato" e agli Uffici si accede ancora su appuntamento), non le sembra che il Consiglio comunale e gli stessi cittadini debbano essere informati?» - commentava Digregorio.

Vista l’importanza del tema SanteramoLive.it ha già calendarizzato un prossimo speciale di “Live…non è da casa”, noto approfondimento in diretta streaming (molto seguito ed apprezzato durante l’emergenza Coronavirus dei mesi scorsi), sul tema della ripartenza dell’anno scolastico.
Alla trasmissione parteciperanno i dirigenti scolastici santermani.

Nelle prossime ore saremo in grado di fornire maggiori dettagli su questo prossimo appuntamento.

Lascia il tuo commento
commenti