Il video delle dimissioni di uno dei due pazienti, postato in un gruppo Facebook di Acquaviva delle Fonti, sta girando incessantemente su Whatsapp

Coronavirus, dimessi primi pazienti Covid al Miulli

​Grande emozione e tifo quasi da “stadio” per le dimissioni – questa mattina - dei primi due pazienti Covid dimessi al Miulli di Acquaviva delle Fonti

Cronaca
Santeramo mercoledì 01 aprile 2020
di La Redazione
La gioia al Miulli per le dimissioni del primo paziente Covid
La gioia al Miulli per le dimissioni del primo paziente Covid © n.d.

Grande emozione e tifo quasi da “stadio” per le dimissioni – questa mattina - dei primi due pazienti Covid dimessi al Miulli di Acquaviva delle Fonti.

Ad accrescere la gioia anche un video, postato in un gruppo Facebook di Acquaviva delle Fonti, sta girando incessantemente su Whatsapp e rappresenta non solo la gioia e la speranza per chi, putroppo, è rimasto contagiato ma anche una luce in fondo al buio per tutte le comunità locali che, trepidanti, attendono la fine di questa emergenza.

A confermare anche le dimissioni dei primi due pazienti è la direzione sanitaria del Miulli, in una nota inviata in Redazione.

Entrambi i pazienti - rispettivamente di 61 e 71 anni - sono stati tra i primi ad essere ricoverati e dopo 14 giorni hanno potuto lasciare la struttura e ricongiungersi ai propri cari.

«Al loro ingresso - si legge nella nota inviata dal Miulli - recavano segni di polmonite nella radiografia del torace, dunque sono stati attuati i protocolli terapeutici attualmente in uso per tale patologia. Solo per uno di essi si è resa necessaria la somministrazione di ossigeno tramite maschera reservoir, ma l’accertato miglioramento clinico ha successivamente permesso il ritorno in aria ambiente, con valutazione della saturazione più volte durante la giornata. Giunti in ospedale con il morale molto basso e timorosi dell’evoluzione della malattia, i due pazienti hanno affrontato la loro degenza con coraggio e con l’apporto costante del personale medico ed infermieristico dell’Ente. La lontananza dai familiari e il senso di solitudine provato è stato combattuto anche grazie al rapporto umano instauratosi con il personale del Miulli, che i pazienti hanno poi ringraziato calorosamente nel momento delle dimissioni. Oggi dunque sono stati eseguiti i tamponi, risultati negativi, ed entrambi sono potuti tornare alla loro quotidianità».

L’auspicio è quello che, video simili, oramai possano nel breve periodo diventare consuetudine e rappresentare la vittoria sul Corornavirus.

Lascia il tuo commento
commenti