Le fototrappole vengono posizionate periodicamente in luoghi diversi e agiscono anche con l'oscurità

Lotta all'abbandono dei rifiuti. Le fototrappole inchiodano altri zozzoni

Il sindaco Baldassarre pubblica un video che documenta diversi cittadini intenti nel "lancio del sacchetto" e invita gli autori di queste azioni sconsiderate ad autodenunciarsi

Cronaca
Santeramo lunedì 12 agosto 2019
di La Redazione
Fototrappole beccano alcuni zozzoni in azione
Fototrappole beccano alcuni zozzoni in azione © Polizia Locale Santeramo

Continua, imperterrita, l’azione “senza quartiere” contro i “zozzoni” ovvero quei cittadini (fortunatamente pochi) non inclini ad effettuare la raccolta differenziata.
Dall’avvio del nuovo servizio di raccolta rifiuti, infatti, l’amministrazione comunale ha intrapreso una pesante guerra contro l’azione di questi incivili non curanti del danno ambientale con l'installazione di fototrappole.
Dopo pochi mesi dalla loro installazione le stesse avevano consentito l'individuazione già di alcuni sporcaccioni.
Ignote le cause che, nel 2019, spingono dei cittadini a siffatte azioni consapevoli, inoltre, non solo dei danni che arrecano all’ambiente ma non curanti della possibilità di essere colti in fragranza. In tanti, però, ipotizzano che alla base di queste azioni sconsiderate ci siano persone non in regola con i pagamenti e le dichiarazioni TARI, ovvero la tassa comunale per la raccolta e smaltimento rifiuti.

Negli ultimi tempi, dopo l’individuazione di altri sconsiderati nel mese di luglio ad opera dei Carabinieri Forestali, all’incirca 7-8 “zozzoni” sono stati beccati dalle fototrappole (come documenta un video, prodotto dalla Polizia Locale, pubblicato dal sindaco Baldassarre sulla propria pagina Facebook) e si si riferiscono solo ad una parte dei cittadini individuati e sanzionati grazie alle fototrappole (che, come si ricorderà, vengono posizionate periodicamente in luoghi diversi).

«Il territorio comunale – afferma il primo cittadino - è vasto da controllare, ma la nostra determinazione nel sanzionare gli sporcaccioni che deturpano il nostro presente ed il futuro anche dei propri figli è altrettanto vasta. E le fototrappole ci aiutano, come potete constatare nel video»

«Vi staneremo, vi scoveremo, vi sgameremo, vi sanzioneremo fino a quando non finirete di mollare la vostra "monnezza" dove capita, fino a quando non smetterete di fare il vostro “sport” preferito: il lancio del sacchetto» - commenta stizzito il primo cittadino.

«Abbiamo disseminato di fototrappole il nostro territorio, urbano ed extraurbano – commenta il sindaco Baldassarre - Le fototrappole funzionano benissimo anche di notte, come potete vedere, quindi non avete scampo nemmeno con le tenebre. Se avete ancora un briciolo di coscienza civica allora venite di vostra spontanea volontà a dichiarare la vostra esistenza all’ufficio tributi. Troveremo il modo di farvi iniziare a pagare la Tari da quel momento, senza sanzioni o interessi di mora significativi. E iniziate ad usare le pattumelle per conferire i vostri rifiuti o portate i rifiuti all'isola ecologica, come fanno tutti i bravi santermani che ci hanno permesso di arrivare all' 82% di differenziata ».

«Ma – afferma ancora Baldassarre - se non vi presentate spontaneamente e continuerete in queste pratiche da sporcaccioni, vi sanzioneremo duramente e vi accerteremo il tributo e le multe ai massimi livelli».

Lascia il tuo commento
commenti