L'episodio è avvenuto sul pullman che effettua servizio sostitutivo di collegamento sulla tratta Spinazzola - Gioia

19enne accoltella autista di pullman nella notte

L’autista è stato trasportato al Policlinico di Bari per le dovute cure. L'autore del gesto - che già viaggiava sprovvisto di titolo di viaggio - è stato arrestato dai Carabinieri

Cronaca
Santeramo venerdì 05 ottobre 2018
di La Redazione
Extracomunitario accoltella autista di pullman nella notte
Extracomunitario accoltella autista di pullman nella notte © n.c.

Altro grave atto criminoso, nelle ore notturne, a Santeramo.

Secondo quanto riferito da alcuni testimoni un autista del servizio sostitutivo di collegamento tra Spinazzola e Gioia avrebbe subito un accoltellamento da parte di un 19enne cittadino italiano (inizialmente la nostra Redazione aveva fornito l'indicazione di un cittadino extracomunitario ndr).

Il tutto sarebbe avvenuto, intorno alle ore 23:00, nei pressi della stazione di Santeramo punto in cui il pullman di collegamento esegue la programmata fermata.

Sembra che, a fronte della richiesta da parte dell’19enne (i cui genitori sono di origine marocchina) di scendere in un’altra punto del paese (che non costituisce fermata), lo stesso abbia estratto un coltello (con una lama di 20cm) e abbia ferito l’autista - G.S. di origine gravinese - ad una mano.

Sul posto poi sono immediatamente intervenuti i militari della locale Stazione dei Carabinieri traendo in arresto l’autore del gesto che già viaggiava sprovvisto di biglietto.

L’autista è stato poi trasportato al Policlinico di Bari per le dovute cure.

_______________

Al fine di meglio comprendere la vicenda riportiamo il Comunicato stampa inviato dalle Forze dell'Ordine in tarda mattinata.

Ha preteso dal conducente dell’autobus, partito da Gravina in Puglia, di scendere nel centro abitato di Santeramo ove non vi era fermata e, dopo un alterco, ha estratto un coltello di grosse dimensioni ed ha colpito l’autista ad una mano procurandogli una profonda ferita.

È questa la disavventura che ha visto come protagonista l’autista 57enne di un pullman che, giunto verso mezzanotte in quel centro abitato, è stato dapprima aggredito verbalmente poi, al rifiuto opposto di far scendere il ragazzo nel punto in cui pretendeva che il mezzo pubblico si fermasse, ha dovuto subire anche un’aggressione fisica. In particolare il giovane, 19enne (italiano, di Gravina in Puglia, nonostante la presenza di altri utenti presenti sul mezzo pubblico, dopo aver estratto un coltello con lama di 20 centimetri, occultato all’interno di uno zainetto, ha ferito l’autista riuscendo a scendere dal mezzo pubblico ed a dileguarsi. I Carabinieri, intervenuti immediatamente sul posto, acquisita la descrizione somatica del giovane da parte dell’autista del pullman, si sono messi sulle sue tracce e lo hanno rintracciato poco dopo in una via del centro ancora con lo zainetto, all’interno del quale i militari hanno rinvenuto il coltello utilizzato per l’aggressione. Accompagnato in caserma ed accertato, altresì, che viaggiava privo di titolo di viaggio, il giovane è stato arrestato e sottoposto agli arresti domiciliari in attesa di comparire dinanzi al Tribunale di Bari ove dovrà rispondere di violenza e minaccia ad incaricato di pubblico servizio, lesioni personali aggravate ed interruzione di pubblico servizio.

L’autista, invece, soccorso da personale del 118 e trasportato presso il Policlinico di Bari, è stato sottoposto ad intervento chirurgico alla mano sinistra e giudicato guaribile in quindici giorni.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Giovanni Vitale ha scritto il 05 ottobre 2018 alle 21:03 :

    Siete una massa di vermi voi della Carta Stampata, perché emanate notizie false o almeno per metà. Questo bastardo che ha accoltellato l Autista non é Italiano, ha acquisito la Cittadinanza Italiana mentre voi parlate di un Italiano che secondo me é un qualcosa di diverso, ma voi sinistroidi fanculisti vigliacchi traditori pro invasione non volete far sapere la verità e dunque la camuffate. Mi Auguro tanto che si approvi quell Articolo nella Legge che dà facoltà al Giudice di poter ritirare la Cittadinanza e quindi il permesso di soggiorno a degi bastardi simili e anzi io andrei oltre, io toglierei anche la Cittadinanza a molti Italiani di Sangue che commettono atti di tradimento contro lo Stato contro la Patria. OK lo so che cosi non abremmo quasi più un Giornalista il Italia, o meglio qu Rispondi a Giovanni Vitale

  • mario ha scritto il 05 ottobre 2018 alle 16:55 :

    ma quale italiano questo è un marocchino figlio di marocchini , un pezzo di carta non fa la tua nazionalita' la fanno i tuoi avi questo in risposta all 'anima bella piu' sotto Rispondi a mario

  • Pvm ha scritto il 05 ottobre 2018 alle 14:21 :

    Ma quale violenza e minaccia a un esponente di pubblico servizio. Ha estratto un coltello con una lama da 20 cm. A quel povero uomo poteva andare molto peggio. È tentato omicidio deve marcire in galera per almeno 15 anni. E se invece di colpirlo alla mano lo avesse colpito da qualche altra parte magari all'addome o allo stomaco che sarebbe successo? Sarebbe quasi sicuramente morto. Bisogna che accada questo per metterli in galera? Voglio proprio vedere chi è il legale che avrà il coraggio di difendere un animale del genere a prescindere dalla nazionalità italiana o estera. Spero tanto che gli capiti qualcosa di molto brutto. È ora di finirla con il buonismo. Rispondi a Pvm

  • Mikele ha scritto il 05 ottobre 2018 alle 13:21 :

    Potreste cambiare il titolo, visto che non è stato un extracomunitario. Rispondi a Mikele