Il report Asl

Covid: a Santeramo 14 nuovi casi. Tasso in discesa ma Santeramo sempre ultima per vaccinazioni

Sono 14 i nuovi contagi nella settimana 27 settembre-3 ottobre, con un tasso di 54,0 casi su 100mila abitanti. Intanto l'81% dei santermani vaccinabili ha ricevuto la prima dose, mentre solo il 76% ha completato il ciclo vaccinale

Cronaca
Santeramo venerdì 08 ottobre 2021
di La Redazione
Covid
Covid © Pixabay

Nuove positività in calo del 30 per cento nell’ultima settimana. Il monitoraggio certifica un’importante discesa del tasso settimanale, che non va oltre 16,3 casi per 100mila abitanti, con una tendenza favorevole ormai costante da diverso tempo. Quasi 29 comuni dell’Area Metropolitana di Bari, sui 41 complessivi, si attestano su un numero di nuove positività molto ridotto, oscillante tra zero e cinque.

A Santeramo sono 14 i nuovi casi nell'ultima settimana (27 settembre-3 ottobre) con un tasso di 54,0 casi su 100mila abitanti. Dato in leggero miglioramento rispetto a quello dei sette giorni precedenti, quando il valore era di 81.0, ma pur sempre superiore - di molto - alla media metropolitana.

Per quanto riguarda le vaccinazioni in città, su una popolazione vaccinabile di 23.257 persone (ovvero persone dai 12 anni in su) l'81% ha ricevuto la prima dose, mentre il 76% ha ricevuto entrambe le dosi. Questi dati – seppur in costante crescita – lasciano Santeramo in fondo alla classifica relativa alle percentuali di vaccinazione ben lontani da altri comuni metropolitani con percentuali di vaccinazione intorno al 90% e con una popolazione superiore rispetto a quella santermana in termini numerici.

Nel dettaglio, sinora sono stati somministrati 34.793 vaccini a persone residenti a Santeramo: 18.916 per la prima dose e 15.843 per la seconda.

L’andamento della casistica rispecchia, com’è di tutta evidenza, l’impatto decisivo che la campagna vaccinale anti-Covid sta avendo nell’arginare e bloccare la diffusione del virus Sars Cov 2.

Dal 27 dicembre ad oggi i centri vaccinali del territorio hanno somministrato un volume straordinario di vaccini: 1 milione 916.115 iniezioni, tra prime, seconde e, recentemente, anche terze dosi.

La quantità di vaccini a disposizione e la capillarità della macchina organizzativa stanno consentendo di realizzare una vasta copertura della popolazione vaccinabile, dai 12 anni in su. Secondo i dati elaborati dal Controllo di Gestione della ASL Bari, infatti, la popolazione barese vaccinabile ha toccato l’89% in termini di prime dosi somministrate e, rispetto al ciclo completo, ha raggiunto quota 85%, ben oltre l’80% fissato a livello nazionale come obiettivo ottimale, almeno in questa fase. Particolarmente confortanti i risultati della città di Bari, dove il 91% dei residenti over 12 ha fatto almeno una dose e l’87% ha completato la schedula vaccinale.

Anche nel dettaglio delle diverse fasce d’età, sono state raggiunte ottime percentuali nell’intero territorio barese. Il 93% degli over 80 ha concluso il ciclo di vaccinazione, al pari dei 60-69enni, mentre tra i 70-79enni è stato raggiunto un picco record del 96%. In costante crescita gli altri gruppi: ciclo completato per l’89% dei 50-59enni, per l’82% dei 40-49enni, 76% dei 30-39enni e 77% della fascia 20-29 anni. Copertura in forte aumento soprattutto tra i giovanissimi 12-19enni: il 77% dei ragazzi e delle ragazze dell’Area Metropolitana ha ultimato la vaccinazione, una percentuale di adesione già elevata che nel capoluogo sale sino all’83%.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Michele Fiorentino ha scritto il 08 ottobre 2021 alle 18:23 :

    Questi dati sono reali?i contagi sono in crescita perché molte persone si ostinano a non vaccinarsi e non riescono a capire che e l'unica arma che abbiamo per sconfiggere questo virus è poter tornare alla normalità assoluta. Ma se c'è una cosa che mi fa molta più rabbia e che queste persone che non vogliono vaccinarsi se ne fregano altamente delle regole perché per loro e tutta una questione politica ed economica e la prova l'abbiamo vista tutti domenica con la protesta "pacifica" dei no green pass perché tutti erano ammassati e senza mascherina!se non avete rispetto per voi stessi abbiate rispetto per gli altri! Rispondi a Michele Fiorentino

  • Un cittadino ha scritto il 08 ottobre 2021 alle 14:40 :

    Per Santeramo, vorremmo dati di dettaglio dal Sindaco e dalla ASL. Quanti casi nelle scuole? Cosa si sta facendo per ridurre i contagi in questi contesti e soprattutto nelle scuole dell'infanzia dove a breve partirà il servizio mensa con circa 150 bambini senza mascherina nella stessa sala? Rispondi a Un cittadino