Il report Asl

Covid, a Santeramo decresce il tasso d’incidenza settimanale ma resta ultima per vaccinazioni

Sono 3 i nuovi casi nell'ultima settimana (30 agosto-5 settembre) con un tasso di 11,6 casi su 100mila abitanti. Dato diminuito quasi di 4 volte rispetto a quello dei sette giorni precedenti, quando il valore era di 46.3

Cronaca
Santeramo venerdì 10 settembre 2021
di La Redazione
Vaccini anti-covid
Vaccini anti-covid © n.c.

Il monitoraggio di questa settimana conferma la tendenza attuale caratterizzata da una generale discesa delle nuove positività. Il tasso d’incidenza settimanale per 100mila abitanti, infatti, è attestato a quota 22,8, inferiore a quello registrato nelle due settimane precedenti. La campagna vaccinale anti-Covid procede spedita, per tutte le diverse fasce d’età, rispetto agli obiettivi di copertura vaccinale.

A Santeramo sono 3 i nuovi casi nell'ultima settimana (30 agosto-5 settembre) con un tasso di 11,6 casi su 100mila abitanti.

Dato diminuito quasi di 4 volte rispetto a quello dei sette giorni precedenti, quando il valore era di 46.3

Per quanto riguarda le vaccinazioni in città, su una popolazione vaccinabile di 23.257 persone (ovvero persone dai 12 anni in su) l'78% ha ricevuto la prima dose, mentre il 65% ha ricevuto entrambe le dosi.

Entrambi i dati ancora una volta rappresenta quello più basso in tutta l’area metropolitana.

Nel dettaglio, sinora sono stati somministrati 66.027 vaccini a persone residenti a Santeramo: 18.048 per la prima dose e 14.583 per la seconda.

Nell’ultima settimana sono state somministrate più di 31mila dosi di vaccino, per un totale complessivo di oltre un milione e 826mila somministrazioni dall’avvio della campagna. L’adesione è stata particolarmente marcata tra i giovanissimi in età scolare. Un terzo delle vaccinazioni eseguite tra il 3 e il 9 settembre, circa 10.600, è stato difatti appannaggio degli studenti e delle studentesse tra 12 e 19 anni. Un numero considerevole che ha fatto salire all’80%, con prima dose, la copertura vaccinale assicurata a questo target, con una immunizzazione totale che riguarda già il 52% dei ragazzi. 

Rilevante il risultato della città di Bari, dove l’85% dei giovanissimi ha fatto almeno la prima dose di vaccino e il 56% ha completato il ciclo, a fronte di medie nazionali del 61% e 41,7%. Sono molto elevate, del resto, anche le percentuali raggiunte dalla popolazione over 12 del capoluogo barese: l’89% ha ricevuto la prima iniezione anti-Covid e il 77% risulta completamente immunizzato. Livelli migliori anche rispetto ai valori di copertura, comunque ragguardevoli, toccati nell’intera Area Metropolitana di Bari con l’87% e il 76%, rispettivamente con prima dose e ciclo completo.

Nel gruppo tra 20 e 49 anni, inoltre, è stato già raggiunto l’80% di vaccinati con una dose, mentre le fasce dai 50 anni in poi si attestano su una copertura media del 94% con una iniezione e dell’87% con dose doppia o unica. Coperture che vanno ulteriormente rafforzate ed è per questo che l’invito a vaccinarsi va esteso a tutti coloro i quali nutrono ancora qualche dubbio rispetto ad una scelta che riguarda la salute di ognuno di noi e, nello stesso tempo, della comunità intera.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Pippo ha scritto il 10 settembre 2021 alle 17:29 :

    In sostanza quanti positivi abbiamo in totale? E quanti in ospedale? Rispondi a Pippo