Il fatto

Covid, "furbetti' dei vaccini: sono cinquantatré gli indagati

Rispondono di violazione del piano vaccinale nazionale che stabiliva l'ordine di priorità della categoria di cittadini da vaccinare, di false dichiarazioni sulla identità, di truffa aggravata ai danni del SSN e falso ideologico

Cronaca
Santeramo giovedì 29 aprile 2021
di La Redazione
Vaccinazioni anti-Covid Bari
Vaccinazioni anti-Covid Bari © n.c.

Ci sono gli imprenditori baresi Domenico e Luigi De Bartolomeo, il primo ex presidente di Confindustria Puglia, Nicola Canonico e il sindaco di Noicattaro Raimondo Innamorato, tra i presunti "furbetti dei vaccini" indagati dalla Procura di Bari e convocati per rendere interrogatorio insieme con altri 23 indagati il 30 aprile.  A riferirlo è l'Ansa. Altre 26 persone saranno sentite dagli inquirenti baresi il 10 maggio.

I 53 indagati rispondono, a vario titolo, di violazione del piano vaccinale nazionale che stabiliva l'ordine di priorità della categoria di cittadini da vaccinare, di false dichiarazioni sulla identità, di truffa aggravata ai danni del Sistema sanitario nazionale e di falso ideologico.

Lascia il tuo commento
commenti