In caso di accoglimento del ricorso si sarebbe verificato lo scoglimento del consiglio comunale con il relativo ritorno alle urne

Bilancio, il Consiglio di Stato respinge il ricorso dell'opposizione

Il ricorso era stato presentato dai consiglieri di minoranza (eccetto Michele D’Ambrosio) nel maggio 2020 impugnando una precedente sentenza del Tar Puglia che già si era espresso in merito

Cronaca
Santeramo mercoledì 03 marzo 2021
di La Redazione
Il Consiglio di Stato
Il Consiglio di Stato © n.c.

E' notizia delle ultime ore: il Consiglio di Stato ha interamente bocciato il ricorso dell'opposizione consiliare in merito Bilancio di previsione 2018-2020, al Documento Unico di Programmazione 2019-2020 e i relativi atti complementari e propedeutici.

Il ricorso era stato presentato dai consiglieri di minoranza (eccetto Michele D’Ambrosio) nel maggio 2020 impugnando una precedente sentenza del Tar Puglia che già si era espresso in merito.

In caso di accoglimento del ricorso si sarebbe verificato lo scoglimento del consiglio comunale con il relativo ritorno alle urne.

Questa mattina sono stato informato dal nostro legale che il Consiglio di Stato con la sentenza n. 1812 del 3.3.2020, accogliendo la nostra impostazione difensiva, ha rigettato l’appello proposto dai consiglieri di opposizione

«Come ricorderete - commenta il sindaco Baldassarre - la minoranza aveva impugnato davanti al tribunale amministrativo per la Puglia le delibere del consiglio comunale di approvazione del bilancio preventivo per i trienni 2018-2020 e 2019-202, del documento unico di programmazione e del programma triennale delle opere pubbliche per il periodo 2019 -2021. La sentenza conferma pienamente la legittimità del procedimento e la correttezza del nostro operato».

«Continueremo - conclude - a lavorare per Santeramo nel pieno rispetto della legge, come abbiamo sempre fatto».

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Cav. franco Porfido ha scritto il 03 marzo 2021 alle 15:09 :

    Non sempre. La legge /T.U. 267) sancisce, ad esempio, che il bilancio va preliminarmente presentato alla cittadinanza prima dell'approvazione; che ogni anno gli assessori illustrano in Consiglio Comunale l'attività realizzata, ecc. Rispondi a Cav. franco Porfido