Gli ambienti delle scuole verranno sanificati

Covid, da lunedi didattica a distanza per le scuole dell’infanzia, primarie e medie di Santeramo

Tale decisione è scaturita da un’escalation di contagi – negli ultimi giorni – che hanno riguardato parecchi alunni e docenti

Cronaca
Santeramo venerdì 05 febbraio 2021
di La Redazione
Scuola superiore
Scuola superiore © AndriaLive

A partire dal prossimo lunedì, per una settimana, saranno chiuse le scuole dell’infanzia, le scuole primarie e le scuole medie di Santeramo resteranno chiuse.
Ad anticipare la notizia è stato il sindaco di Santeramo in una diretta Facebook.
La chiusura verrà disposta con un’apposita ordinanza che escluderà la didattica in presenza.

Tale decisione è scaturita (dopo aver sentito i dirigenti scolastici e la Asl Ba) dopo un’escalation di contagi – negli ultimi giorni – che hanno riguardato parecchi alunni (molte sono infatti le classi poste in quarantena), così come molti sono i casi di contagi riscontrati tra docenti (alcuni di questi anche ospedalizzati) così come di famigliari di alunni.

Entro metà settimana, come anticipava il sindaco, verrà fatta una valutazione dell’andamento delle misure adottate.

Nel frattempo tutti gli ambienti scolastici verranno sanificati.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Antonio ha scritto il 07 febbraio 2021 alle 11:47 :

    Sono d'accordo con gli altri commenti fatti da altri santermani come me,i controlli dovrebbero essere più rigidi perché non è possibile andare avanti così,siamo stanchi! Davanti ai bar ci sono assembramenti continui di giovani soprattutto di ragazzi/e molto giovani ovviamente senza alcuna mascherina o comunque abbassata che sarebbe come non averla proprio,ok se consumano un caffè o bevanda che sia ma rispettate comunque la distanza,e invece no sono ammassati e sono sempre a pochi centimetri. Dovrebbero multarli tutti e i genitori dovrebbero far pagare la multa a loro cosi capirebbero cosa significa pagare questo comportamento da stupidi!RISPETTA TE STESSO E RISPETTA GLI ALTRI! Rispondi a Antonio

  • Pippo ha scritto il 05 febbraio 2021 alle 19:21 :

    Cerchiamo di non essere frettolosi questa volta nel riaprire le scuole al primo "strillo di mamma" sotto il Municipio! Qui è in gioco la salute di tutti e adesso sappiamo che il covid colpisce anche i bambini piccoli senza mascherine nei nidi e delle scuole dell'infanzia...e poi tornano a casa accelerando i contagi. Rispondi a Pippo

    Un genitore ha scritto il 06 febbraio 2021 alle 09:54 :

    Meno sessismo e populismo su "strilli di mamme", l'istruzione è fondamentale. É inconcepibile che si vada senza mascherine in giro, ci si assembri e poi la colpevole risulta essere la scuola. Se tutti rispettassero le regole, anche le scuole sarebbero più sicure. Un anno di scuola perso per un bambino di 3-4 anni ma anche per i più grandi è un anno di apprendimento perso e un ritardo incredibile a quell'età. È in gioco la salute di tutti e sono d'accordo, ma se chiudiamo le scuole bisogna fare in modo che si rispettino le regole di mascherina e distanziamento perché, fino a prova contraria e se sbaglio spero di essere smentita, la causa maggiore di contagi a Santeramo avviene in ambito familiare. Rispondi a Un genitore

    Un cittadino ha scritto il 06 febbraio 2021 alle 19:28 :

    ...se avviene in casa e poi arriva a scuola, il problema è che quando arriva a scuola poi ritorna nelle case in una catena difficile da interrompere. Occorre che rispettiamo tutti le regole, in ogni contesto. E ne usciremo. I sacrifici li stiamo facendo tutti (anche chi non ha bambini piccoli ma ha anziani o malati o ha perso il lavoro). Le situazioni sono tante e diverse. Ognuno faccia il meglio che può nel suo ruolo superando l'egoismo del momento...nella consapevolezza che ognuno sta perdendo qualcosa e c'è anche chi ha perso qualcuno... Rispondi a Un cittadino

  • Cav. franco Porfido ha scritto il 05 febbraio 2021 alle 15:43 :

    La colpa è di Emiliano. Faccia presto la stessa cosa in tutta la Regione. Se succedesse qualcosa a insegnati e/o alunni, sarò il primo a denunciarlo per omicidio doloso. come gli ho già scritto. Rispondi a Cav. franco Porfido

    Un cittadino sconvolto ha scritto il 10 febbraio 2021 alle 09:58 :

    Purtroppo...è già accaduto ed è davvero devastante il dolore di chi in questa pandemia vede morire un collega, un amico o un proprio caro per covid. Si prendano seri provvedimenti per garantire il diritto alla salute di tutti, soprattutto di coloro che continuano a insegnare nella scuole rischiando ogni giorno la salute e la vita. Si diano le mascherine ffp2 ai docenti che insegnano a stretto contatto con soggetti che non hanno obbligo di mascherina (diversamente abili e bambini sotto i 6 anni), si riducano le ore in presenza, si sospenda la mensa...e si faccia tutto ciò che può ridurre ulteriormente il rischio contagi. Rispondi a Un cittadino sconvolto