Per il centro polivalente per anziani c’è ora il finanziamento

Circa 600mila euro arriveranno dal Po Fers Puglia 2007 – 2013, i restanti , altri 200mila circa, da un Mutuo della Cassa Depositi e Prestiti

Attualità
Santeramo giovedì 21 maggio 2009
di La redazione
© santeramolive.it

Dopo aver fissato in ‘’Corso Italia n. 21’’ la residenza del nuovo ‘’Centro Polivalente per anziani’’, il progetto inizia ora a concretizzarsi grazie alla deliberazione dei relativi finanziamenti pubblicata nel Bollettino Ufficiale della Regione Puglia n. 68 del 7 maggio 2009.

L’importo complessivo del progetto, come comunicato nei giorni scorsi dall’ufficio stampa del Comune, è di 800 mila euro ed è stato finanziato dal Po Fers Puglia 2007 – 2013 per un ammontare di 592 mila euro. La rimanente parte di 208 mila euro è finanziata con Mutuo della Cassa Depositi e Prestiti, come previsto con l’approvazione del bilancio di previsione per l’esercizio finanziario 2009. Nella graduatoria regionale, il progetto si è classificato al settimo posto ed è il primo dell’intera Provincia di Bari.

Il progetto definitivo, redatto dalla Finepro srl, è stato approvato dalla Giunta Comunale con deliberazione n. 171 del 6 ottobre 2008 (vedasi anteprima de “L’Eco” di dicembre 2008). La realizzazione del progetto favorirà lo sviluppo di molteplici attività in favore della popolazione anziana dell’ambito territoriale del piano sociale zona , in sinergia con le Associazioni e con le Cooperative Sociali del territorio che meritoriamente si occupano dei complessi problemi della popolazione anziana. 

Con deliberazione n. 172 del 6 ottobre 2008, invece, la Giunta Comunale ha tracciato le linee di massima delle attività che si svolgeranno nel predetto centro, così riassumibili:

- predisposizione di servizio trasporto utenti
- realizzazione di centro di ascolto
- sperimentazione e realizzazione di attività laboratoriali finalizzati alla miglior cura ed impegno della popolazione anziana
- realizzazione di un centro di eccellenza per la formazione del personale di assistenza (educatori, animatori, operatori)
- svolgimento di seminari, convegni e tavole rotondo sulle problematiche degli anziani
- allestimento di sistemi di monitoraggio e controllo delle attività ai fini della garanzia di trasparenza, organizzazione di attività ludico-culturali, ecc.

L’augurio è quello che con l’apertura di questo centro polivalente, l’essere anziani a Santeramo possa assumere un diverso peso.

Lascia il tuo commento
commenti