lo scorso 31 agosto si era riunita – a tal scopo - la commissione elettorale

Elezioni regionali e Referendum, sorteggiati gli scrutatori ma niente elenco online

Per privacy l’elenco non verrà pubblicato e gli scrutatori sorteggiati riceveranno apposita notifica di nomina al proprio domicilio

Attualità
Santeramo martedì 08 settembre 2020
di La Redazione
scrutatori
scrutatori © nc

Nominati, mediante sorteggio, gli scrutatori che saranno destinasti agli uffici elettorali di sezione per le Consultazioni Regionali e per il Referendum costituzionale (relativo alla riduzione del numero dei parlamentari) previsti per i prossimi 20 e 21 settembre 2020.

Come si ricorderà, infatti, lo scorso 31 agosto si era riunita – a tal scopo - la commissione elettorale (composta dai consiglieri comunali Ricciardi, Lillo e Nuzzi e presieduta dal sindaco Baldassarre).

La commissione – come già anticipato in un nostro precedente articolo - ha stabilito di riservare un terzo delle nomine ai disoccupati tramite domanda, un terzo ai giovani studenti inoccupati tramite domanda ed un terzo a tutti gli iscritti in albo degli scrutatori a prescindere dalla loro situazione occupazionale confermando i nominativi già sorteggiati a marzo (ovvero prima del rinvio delle elezioni regionali e del Referendum causa emergenza epidemiologica).

Da quanto si apprende – dall’avviso pubblicato sul sito istituzionale dell’ente – non verrà pubblicato (come sempre accaduto in passato) l’elenco degli scrutatori.
Nei giorni scorsi molti cittadini avevano contattato la nostra Redazione circa le motivazioni del ritardo nella pubblicazione.
Ieri, dopo aver contattato il sindaco Fabrizio Baldassarre, abbiamo invece appreso che per la vigente normativa sul rispetto del trattamento dei dati personali (privacy) l’elenco non verrà pubblicato e gli scrutatori sorteggiati riceveranno apposita notifica di nomina al proprio domicilio.

Paradossalmente, però, nell’epoca della trasparenza il rispetto della “privacy” pare sia invece il peggior bavaglio.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Rosa Colacicco ha scritto il 08 settembre 2020 alle 18:55 :

    In questi mesi noto un utilizzo della "privacy" che "cozza" fortemente con il principio di trasparenza. I cittadini devono poter verificare in ogni momento i dati, le informazioni e i processi e chiedere conto all'amministrazione del suo operato. Come facciamo ad essere certi che tutti gli scrutatori estratti hanno ricevuto la notifica? Come facciamo ad essere certi che gli estratti hanno ancora i requisiti delle categorie prioritarie? Ripristinate l'albo pretorio storico online, perché tutti così potremo seguire i fatti attraverso gli atti amministrativi e non attraverso "la facciata" dei comunicati sui social. Rispondi a Rosa Colacicco

  • Vito Tritto ha scritto il 08 settembre 2020 alle 14:13 :

    Ogni scusa è buona... Rispondi a Vito Tritto

  • francesco.baldassarre ha scritto il 08 settembre 2020 alle 14:11 :

    La "privacy" esiste solo per il comune di Santeramo...... Vedi altri comuni, tipo Bari, l'elenco è pubblicato sul sito istituzionale con il solo nome e la data di nascita dei sorteggiati. Mahhhh..... che dire la legge non è uguale per tutti. Rispondi a francesco.baldassarre

  • franco Porfido ha scritto il 08 settembre 2020 alle 13:40 :

    Ridicolo. Perché la privacy è tale se rimane per sempre. Gli scrutatori li vedremo nei seggi. "Citte citte menz'acchiazze". Rispondi a franco Porfido