Le istanze dovranno essere inoltrate entro e non oltre le ore 12.00 del giorno 6 agosto 2020 via e-mail

Attività estive per i minori, pubblicato il bando comunale per contributi a famiglie ed operatori

Il contributo riguarda la copertura totale o per l’integrazione al pagamento della retta per la frequenza delle attività estive e finalizzate a favorire attività ludiche, ricreative e/o sportive a favore di minori (3-14anni)

Attualità
Santeramo giovedì 30 luglio 2020
di La Redazione
Attività estive per i minori, pubblicato il bando comunale per contributi a famiglie ed operatori
Attività estive per i minori, pubblicato il bando comunale per contributi a famiglie ed operatori © n.c.

Pubblicato, nei giorni scorsi, il bando comunale (secondo i criteri stabiliti con delibera di giunta n. 74 del 22/2020 e in conformità a quanto disposto ai sensi dell’art.105 del DL n.34/2020) per l’assegnazione di contributi per centri e/o attività estive per i minori.

COSA RIGUARDA

Il contributo riguarderà la copertura totale o per l’integrazione al pagamento della retta a carico delle famiglie per la frequenza delle attività estive e finalizzate a favorire attività ludiche, ricreative e/o sportive a favore di minori di età compresa tra i 3 e i 14 anni residenti nel territorio comunale e per favorire la loro frequenza in campi estivi all’interno del territorio di Santeramo in Colle ma anche il supporto economico in favore di enti ecclesiastici; oratori organismi di volontariato; ONLUS e altri enti gestori che hanno promosso nel territorio santermano campi estivi con tariffe d’importo inferiore alla soglia di € 20,00 per minore e per ciascuna settimana.

I BENEFICIARI

Beneficiari di questi contributi da una parte le famiglie (in possesso di alcuni requisiti previsti dal bando) ma anche i legali rappresentanti di associazioni di volontariato; enti ecclesiastici parrocchie; oratori o altre forme non lucrative organizzatarie di campi estivi con sede legale nel comune di Santeramo in Colle e che hanno promosso campi estivi con tariffe d’importo inferiore alla soglia di € 20,00 per minore e per ciascuna settimana.

MODULISTICA

L’istanza dovrà essere compilata esclusivamente sull’apposito modulo scaricabile dal sito del Comune o in alternativa la modulistica potrà essere ritirata e debitamente compilata presso l’ufficio dei Servizi Socio Culturali, in Piazza Giovanni Paolo II° - 2° Piano, il personale dipendente provvederà alla protocollazione delle istanze pervenute.

MODALITA’ E PRESENTAZIONE DOMANDA DI CONTRIBUTO

Le istanze dovranno essere inoltrata entro e non oltre le ore 12.00 del giorno 6 agosto 2020 all’indirizzo mail info@comune.santeramo.ba.it., o in alternativa la modulistica potrà essere ritirata e debitamente compilata presso l’ufficio dei Servizi Socio Culturali, in Piazza Giovanni Paolo II° - 2° Piano, il personale dipendente provvederà a protocollare le istanze pervenute;

Dovranno essere allegate alla domanda:

a. Copia di un documento di identità in corso di validità del richiedente; per cittadini extracomunitari va presentata anche copia del permesso di soggiorno in corso di validità; se scaduto, copia ricevuta di richiesta rinnovo dello stesso;

b. Solo se in presenza di rappresentante legale (art 5 D.P.R 445/2000) va presentata anche copia dell’atto di nomina;

c. Per i minori portatori di handicap, copia del certificato di disabilità (ex Legge n. 104/1992 art. 3 comma 1 – comma 3);

d. Per i minori in affido è richiesta copia del provvedimento del Giudice Tutelare;

e. Per i minori, esclusi portatori di handicap (L. 104/1992, art. 3 comma 1 – 3) e in affido, copia dell’Attestazione ISEE per minorenni (fronte e retro) oppure ISEE CORRENTE in corso di validità, ex D.P.C.M. 159/2013. Nel caso in cui il CAF non abbia rilasciato l’Attestazione ISEE entro la data di scadenza del presente bando potrà essere presentata la Dichiarazione Sostitutiva Unica (D.S.U);

f. Eventuale altra documentazione specificatamente richiesta nella PARTE 2 del modello istanza.

MODALITÀ DI CONCESSIONE CONTRIBUTO ALLE FAMIGLIE

I contributi saranno assegnati sino all’esaurimento delle risorse disponibili tenendo conto che sarà data precedenza:

  1. ai portatori d’handicap (L. 104/1992 – art. 3 comma 1 - 3) e ai minorenni in affido;
  2. alla prima fascia d’età (3 – 10 anni) in base al valore ISEE;
  3. alla seconda fascia d’età in base al valore ISEE e infine le istanze presentate da coloro che hanno compilato la PARTE 2 del modello istanza
  4. a favore delle persone giuridiche di cui all’art.1 lettera b);

L’istanza può essere presentata a far data dalla pubblicazione in albo pretorio sul sito del comune di Santeramo in Colle secondo le modalità descritte nel bando bando. L'ente comunale darà comunicazione diretta in merito agli importi del contributo potenzialmente riconosciuto a ciascun nucleo familiare. Al fine di ricevere il contributo ogni famiglia/legale rappresentate - come si legge nel bando - dovrà rendicontare tutte le spese affrontate (es. ricevuta retta di frequenza; eventuali spese assicurative; rimborso spese trasporto; spese assicurative retributive e contributive per assunzione educatore per garantire il rapporto 1/1 per i bambini speciali);

EROGAZIONE DEL CONTRIBUTO

L’erogazione del contributo è subordinata all’erogazione formale di finanziamento statale straordinario di cui all’art.105 del DL n.34/2020 provvedimento meglio noto come “Cura Italia”.

il contributo accertato nel civico bilancio verrà erogato secondo le seguenti modalità:

a. la prima fascia per i minori che siano nella classe di età idonea a frequentare la scuola dell’infanzia o la scuola primaria (3 – 10 anni);

la seconda fascia per i minori che siano nella classe di età idonea a frequentare la scuola secondaria di 1° grado (11 – 14 anni);

In entrambi i casi, sarà data priorità ai minori portatori di handicap (L. 104/1992, art. 3 comma 1 – 3), in affido e 3° figlio frequentante.

Per i minori portatori di handicap (L. 104/1992, art. 3 comma 1 – 3) è previsto un contributo massimo pari a € 325/settimana (intera) per un massimo di € 1300= cad. e comunque non superiore all’importo rendicontato;

Per i minori in affido e per il terzo figlio iscritto al Centro Estivo, inteso come il maggiore d’età, è previsto un contributo il cui importo sarà pari a € 85,00/settimana (intera) per un massimo di € 510,00= cad. e comunque non superiore all’importo rendicontato;

Per i minori rientranti nella prima e nella seconda fascia d’età, esclusi ai minori portatori di handicap (L. 104/1992, art. 3 comma 1 – 3) e in affido, verrà elaborata una graduatoria sulla base del valore ISEE del nucleo familiare, riconoscendo un contributo secondo le modalità previste dal bando.

A parità di valore ISEE sarà considerato l’ordine di presentazione delle domande (faranno fede la data e il numero di protocollo associato alla domanda).

Considerata la particolare situazione di emergenza legata al COVID-19, saranno oggetto di valutazione anche le seguenti casistiche:

- caso in cui, per comprovate cause oggettive, la famiglia non sia riuscita ad ottenere l’Attestazione ISEE, anche nella modalità ISEE Corrente ove fattibile, o la Dichiarazione Sostitutiva Unica (D.S.U.) rilasciate dal CAF, entro il termine di scadenza del bando;

- caso in cui, la famiglia ritenga che l’Attestazione ISEE, anche nella modalità ISEE Corrente ove fattibile, non rispecchi la reale attuale situazione economica del nucleo familiare.

Per i richiedenti rientranti in queste due casistiche, è richiesta la compilazione della PARTE 2 del modello istanza, nel quale verranno richiesti dei dati, atti a comprovare le predette ipotesi, necessari per la valutazione, a punteggio, da parte degli Uffici competenti.

A parità di punteggio attribuito dagli Uffici competenti, sarà considerato l’ordine di presentazione delle domande (faranno fede la data e il numero di protocollo associato alla domanda).

Il contributo, decurtato del BONUS BABY – SITTING (per chi ha fatto richiesta all’INPS per i Centri Estivi), viene riconosciuto a totale o parziale copertura del costo sostenuto per la partecipazione al centro estivo autorizzato prescelto, della durata da un minimo di una settimana (cinque giorni) a un massimo di sei settimane, anche non consecutive, e non verrà erogato nel caso in cui l’importo del contributo comunale risulti inferiore ad euro 40,00=;

b. A favore di associazioni di volontariato; enti ecclesiastici parrocchie; oratori o altre forme non lucrative organizzatarie di campi estivi con sede legale nel comune di Santeramo in Colle e che hanno promosso campi estivi con tariffe d’importo inferiore alla soglia di € 20,00 per minore e per ciascuna settimana, può essere riconosciuto un contributo d’importo pari ad un massimo € 1.000,00 , che sarà concesso al termine dell’attività estiva e previa presentazione di adeguate pezze giustificative. Al termine delle attività il contributo potrà essere oggetto di rideterminazione laddove dovessero pervenire più di nr.6 istanze.

Fermo restando quanto stabilito e argomentato all’art.2 comma 1, il contributo concesso al richiedente verrà erogato:

-Direttamente al richiedente al termine della frequenza del campo estivo e non prima del mese di ottobre 2020 secondo le indicazioni che seguono;

-In caso di frequenza di disabile mediante quietanza di riscossione diretta al Centro Estivo al termine della frequenza. Il tal caso è fatto obbligo al centro estivo di produrre dichiarazione sostitutiva di atto notorio che l’educatore sia in possesso dei requisiti previsti dal RR 4.2007;

-Nel caso di cambio di residenza del beneficiario in altro Comune, il contributo sarà erogato nella misura in cui il beneficiario risulti residente nel Comune di Santeramo in Colle alla data di presentazione dell’istanza;

RENDICONTAZIONE E UTILIZZO EVENTUALI RISORSE RESIDUE

Fermo restando quanto stabilito e argomentato all’art.2 comma 1, le famiglie ammesse al beneficio al fine di ottenere il contributo potranno rendicontare, nel periodo da 1 ottobre 2020 al 12 ottobre 2020, tutte le spese relative ad attività estive svolte a favore dei loro figli nel periodo dal 01 giugno 2020 al 30 settembre 2020 con apposita modulistica formulata ai sensi del DRP 445/2000 in cui il genitore dovrà dichiarare e assumersi la responsabilità di quanto eventualmente percepito o riconosciuto dal bonus INPS.

I legali rappresentanti al fine di ottenere il contributo potranno rendicontare, nel periodo da 1 ottobre 2020 al 12 ottobre 2020, tutte le spese relative all’organizzazione di attività estive svolte nel periodo dal 01/06/2020 al 30/09/2020 ovvero acquisto di beni durevoli PDI/Misure di contrasto ad agenti virali con apposita modulistica formulata ai sensi del DRP 445/2000 allegando idonee pezze giustificative.

Fermo restando quanto stabilito e argomentato all’art.2 comma 1, eventuali risorse residue o non utilizzate saranno impiegate ai sensi dell’art.105 comma 1 lettera b) per progetti volti a contrastare la povertà educativa ed a implementare le opportunità culturali ed educative dei minori.

CONTROLLI

A norma di legge potranno essere effettuati idonei controlli, sia a campione che in tutti i casi in cui sorgano fondati dubbi, sulla veridicità dei dati dichiarati mediante le dichiarazioni sostitutive. I controlli potranno essere sia preventivi che successivi alla concessione del contributo.

Per qualsiasi informazione contattare il Servizio Pubblica Istruzione ai recapiti telefonici: 0803033320 - 0803033317 nei seguenti orari: tutti i giorni dalle 09:00 alle 12:30 e il martedì anche dalle 15:30 alle 19:00.

Lascia il tuo commento
commenti