La conferenza stampa si svolgerà alle ore 17:30 in sala consiliare

Vuoto a Rendere, domani la presentazione del progetto comunale

Il progetto si pone come l'obietti primario della diminuzione della produzione di rifiuti nel Comune di Santeramo in Colle, attraverso l’implementazione di una sperimentazione di servizio di vuoto a rendere e di azioni mirate

Attualità
Santeramo mercoledì 29 luglio 2020
di La Redazione
Vuoto a Rendere, domani la presentazione del progetto comunale
Vuoto a Rendere, domani la presentazione del progetto comunale © n.d.

Domani, giovedì 30 luglio, alle ore 17:30 nella sala consiliare a Palazzo Municipale del Comune di Santeramo in Colle, si terrà la conferenza stampa per la presentazione del Progetto Comunale VAR - Vuoto a Rendere e Riduzione rifiuti. Insieme al Sindaco Fabrizio Baldassarre e all’Assessore all’Ambiente del Comune di Santeramo, Maria Anna Labarile, interverranno Francesco Tarantini - Presidente Parco Nazionale Alta Murgia - Presidente Legambiente Puglia, in Colle, Enzo Favoino Coordinatore Comitato Scientifico di Zero Waste Europe in collegamento, Fiorenza Pascazio, Presidente Ager Agenzia Regione Puglia per il servizio gestione rifiuti.

«Il progetto comunale VAR – si legge in una nota di presentazione dell’iniziativa - è stato redatto con il supporto tecnico di ESPER ed è finalizzato all’implementazione e incentivazione di un servizio di vuoto a rendere rivolto alle utenze commerciali e a quelle domestiche del Comune di Santeramo in Colle».

Saranno realizzate iniziative di prevenzione mirate alla diminuzione della produzione dei rifiuti sul territorio comunale.

Il progetto si pone come obiettivo primario quello di incidere in maniera sensibile sulla diminuzione della produzione di rifiuti nel Comune di Santeramo in Colle, attraverso l’implementazione di una sperimentazione di servizio di vuoto a rendere, la realizzazione di “contest green” ed ad azioni mirate a specifiche tipologie d’utenza.

«Duplice l’obiettivo dell’Amministrazione Comunale: da una parte – si legge ancora nella nota - educare la cittadinanza tutta ad azioni sostenibili, dall’altra l’ottenimento di risultati reali, tangibili e misurabili nella riduzione dei rifiuti. Per i cittadini-utenti previste premialità di vuoto a rendere sia per quel che riguarda i commercianti, sia per quel che riguarda i cittadini, instaurando quindi una competizione che vedrà premiati i più virtuosi».

Lascia il tuo commento
commenti