Diverse segnalazioni ricevute da parte dell'amministrazione comunale riguardo all'abbandono di rifiuti anche nel centro urbano

Differenziata, a Santeramo si supera il 75%. Ma i "zozzoni" restano sempre operativi

Da una decina di giorni - comunica il sindaco - ha preso avvio l'operazione "Ghost Tari" utile ad individuare utenze fantasma (non anagrafate per la Tari) che quindi non pagano l'imposta di smaltimento rifiuti

Attualità
Santeramo martedì 30 giugno 2020
di La Redazione
Le segnalazioni ricevute dal sindaco pubblicate sulla sua pagina Facebook
Le segnalazioni ricevute dal sindaco pubblicate sulla sua pagina Facebook © Fabrizio Baldassarre sindaco (Facebook)

Netto balzo in avanti per la raccolta differenziata di rifiuti a Santeramo.

A comunicarlo, con un post sulla propria pagina Facebook, è il sindaco Baldassarre.

Con oltre il 75% di raccolta differenziata, Santeramo diviene il primo dei comuni, dell’Aro Ba4 (che comprende – oltre Santeramo - i comuni di Altamura, Cassano delle Murge, Grumo Appula, Gravina, Poggiorsini e Toritto).

I dati, circa l’andamento della raccolta differenziata (il cui servizio è entrato in funzione nel nostro paese esattamente 2 anni fa), sono consultabili sull’apposita piattaforma regionale “Sit”.

«Il merito – commenta il primo cittadino - è condiviso, grazie all’impegno di tutti: cittadini che collaborano, azienda e operatori che fanno il loro lavoro per bene, Amministrazione che sensibilizza, gestisce e controlla».

Ma il dato estremamente positivo non basta. Il sindaco poi pone l’accento sull’annoso problema dell’abbandono dei rifiuti non solo nelle aree periferiche del paese ma anche nel centro urbano.

Diversi cittadini, infatti, hanno segnalato all’amministrazione diversi casi di “zozzoni” sempre pronti a sporcare il paese abbandonando rifiuti per le strade.

Sul tema, inoltre, nelle ultime ore si era anche registrata la presa di posizione del consigliere di minoranza, Michele Digregorio (DI), che aveva appunto denunciato situazioni di abbandono e degrado nel centro storico comunale. Medesima critica, mossa all’amministrazione, era stata fatta nelle ultime ore anche dal Codacons di Santeramo.

Il primo cittadino ha poi pubblicato le foto delle segnalazioni ricevute.

Si passa da un cestino per le deiezioni canine invaso da rifiuti di ogni tipo in Piazza Chiancone passando per bottiglie abbandonate sui muretti della Pietà e in zona Piazzolla così come cartoni di pizza abbandonati da insospettabili residenti in via Carlo Marx; immondizia abbandonata in via Marea e tanti altri casi.

Ma l’amministrazione comunale sembra non voler restare inerte al problema.

«Da una decina di giorni – afferma il sindaco preannunciando pesanti sanzioni per i trasgressori- con l’assessore all’ambiente abbiamo chiesto alla polizia locale di riprendere con l’operazione “Ghost Tari” a scovare le cosiddette “utenze fantasma” che non risultano all’anagrafe Tari; di sanzionare i cittadini (a volte insospettabili) che si lasciano andare a comportamenti non corretti; di perseverare nelle attività di controllo sull’indecoroso abbandono dei rifiuti».

Lascia il tuo commento
commenti