Anche Santeramo è stata toccata da casi di contagio da Covid tra cui diversi hanno riguardato un nucleo familiare

Lo sfogo di alcune vittime Covid in un manifesto

Il messaggio è riportato nelle plance di affissione pubblicitaria posizionate nei pressi di Largo Consorzio e via Stazione

Attualità
Santeramo giovedì 25 giugno 2020
di La Redazione
Il messaggio riportato nel 6x3 di Larco Consorzio
Il messaggio riportato nel 6x3 di Larco Consorzio © SanteramoLive.it

In queste settimane si è parlato così tanto di solidarietà, di fratellanza e di amore che per un momento ci abbiamo davvero creduto!
Abbiamo sperato che questo brutto virus qualcosa di positivo lo avrebbe insegnato. A quanto pare così non è stato.
Non siamo ne untori ne appestati, siamo una famiglia che purtroppo ha avuto la sfortuna di dover affrontare questa battaglia che difatti non auguriamo a nessuno!Per fortuna ora è tutto finito e ringraziamo chi davvero ha dimostrato affetto e compassione.
Le accuse e le brutte parole spese nei nostri confronti le lasciamo all’ignoranza
”.

È questo il messaggio - che non è passato certamente inosservato - riportato nelle plance di affissione pubblicitaria posizionate nei pressi di Largo Consorzio e via Stazione.

Come altre volte, anche in passato, diversi cittadini si sono affidati a questi messaggi che – senza critica alcuna – potremmo definire eufemisticamente “subliminali” per lanciare anatemi o simpatiche dediche.

Come si ricorderà, infatti, in piena emergenza Covid-19 anche Santeramo è stata toccata da casi di contagio – 24 in totale – tra cui diversi hanno riguardato un nucleo familiare.

Anche durante le nostre dirette Facebook di “Live…è da Casa” abbiamo – come Redazione di SanteramoLive.it – sempre stigmatizzato atteggiamenti che poco si addicevano ad una situazione – come quella dell’emergenza epidemiologica che toccavano l’intera comunità locale e non “solo qualcuno” che, per facilità o talvolta per mera convenienza, in tanti hanno additato di colpevolezza.

Non lasciamo, quindi, che questa “macchia” leda le tante manifestazioni di solidarietà che Santeramo e i santermani hanno portato avanti per chi, in questi ultimi mesi, aveva realmente bisogno perché tanto, lo sappiamo, “la madre dei cretini è sempre incinta”.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Nico Disabato ha scritto il 25 giugno 2020 alle 22:41 :

    Eh si, come no, il virus non è letale. Infatti le vittime da Covid della vicina Altamura sono morte per finta. Tutto uno scherzo. Il vigile urbano, il medico,.... MA PER FAVORE.... Rispondi a Nico Disabato

  • Nicola bitetti ha scritto il 25 giugno 2020 alle 05:42 :

    I CRETINI sono soprattutto quelli che hanno trasformato questo virus NON letale in una piaga apocalittica e soprattutto quelli che, rinunciando all'uso del minimo buon senso e spirito critico ci hanno creduto e continuano a crederci... vedi quelli che portano a spasso il cane da soli e indossano la mascherina! Rispondi a Nicola bitetti