I test sierologici saranno condotti da parte della Croce Rossa che gestirà sia le procedure che gli stessi prelievi

Covid-19, oltre 8mila i pugliesi sottoposti ai test sierologici

Tra questi sicuramente anche dei santermani considerando che, come aveva riferito il sindaco Baldassarre, Santeramo era stata selezionata - dal Ministero della Salute - come campione per eseguire, tra la popolazione, i test

Attualità
Santeramo domenica 24 maggio 2020
di La Redazione
Covid-19, oltre 8mila i pugliesi sottoposti ai test sierologici
Covid-19, oltre 8mila i pugliesi sottoposti ai test sierologici © n.d.

Autorizzati, anche in Puglia, l'esecuzione di test sierologici per la valutazione epidemiologica della circolazione del Covid-19.

I test – come riporta la Gazzetta del Mezzogiorno - dovranno essere garantiti dai laboratori di Patologia clinica e Microbiologia accreditati con il Servizio sanitario regionale e potranno essere richiesti solo su prescrizione da parte del medico di medicina generale o del pediatra.

A decidere di effettuare i test potranno essere anche le Asl.

Le aziende sanitarie locali dovranno "adottare – come si legge nella circolare firmata dal governatore Michele Emiliano e dal direttore del dipartimento Salute, Vito Montanaro - un piano territoriale per la valutazione epidemiologica della circolazione virale nella popolazione lavorativa, promuovendone la diffusione tra tutte le strutture, gli operatori e le rappresentanze sindacali».

L’adesione, però da parte delle aziende e datori di lavoro resterà su base volontaria.

Oltre alle Asl, anche i datori di lavoro, su richiesta del medico di lavoro, potranno chiedere di sottoporre i propri lavoratori ai test, ma dovrà esserci il consenso dei dipendenti.

Nel caso in cui i soggetti dovessero risultare positivi al test sierologico gli stessi dovranno essere messi in isolamento domiciliare ed essere sottoposti ad una seconda verifica tramite tampone, il costo di quest’ultimo esame sarà a carico del sistema sanitario regionale. Ogni mese, a partire da luglio, le Asl dovranno trasmettere un report al dipartimento Salute.

Saranno 8064 i pugliesi che verranno sottoposti ai test sierologici da parte della Croce Rossa che gestirà sia le procedure che gli stessi prelievi.

Questi oltre 8mila pugliesi rientreranno nel campione nazionale di 150mila italiani individuato dall’Istat.

Tra questi sicuramente anche alcuni santermani considerando che la città di Santeramo – come comunicato dal primo cittadino durante una diretta streaming lo scorso 14 maggio - è risultata selezionata - dal Ministero della Salute - come campione per eseguire, tra la popolazione, test sierologici.

Lascia il tuo commento
commenti