Consulenza gratuita per le imprese in questo momento di emergenza

Misure Cofidi.it a sostegno delle imprese per riduzione impatto Coronavirus

Le imprese anche senza garanzia Cofidi.it possono contattare le sedi presenti sul territorio, operative in modalità smart working

Attualità
Santeramo mercoledì 25 marzo 2020
di La Redazione
Misure Cofidi.it a sostegno delle imprese per riduzione impatto Coronavirus
Misure Cofidi.it a sostegno delle imprese per riduzione impatto Coronavirus © n.c.

In particolare in questo momento di grande difficoltà nazionale, provocata dall’emergenza sanitaria Cofidi.it è pronta a sostenere le esigenze di nuove richieste di credito delle piccole e medie imprese del territorio, con la forza della propria garanzia e le convenzioni con tutti gli Istituti di credito nazionali e territoriali.

A darne comunicazione, in una nota, è la stessa Cofidi.it.

Cofidi.it è infatti pronta a supportare le imprese in difficoltà a seguito della temporanea chiusura dell’attività o del rallentamento della stessa, dovuta all’emergenza sanitaria in corso, offrendo consulenza gratuita

Le imprese che, infatti, hanno necessità di assistenza e informazioni su finanziamenti bancari erogati anche senza garanzia Cofidi.it possono contattare le sedi presenti sul territorio, operative in modalità smart working.

Le imprese socie, invece, che hanno in essere un finanziamento erogato con la garanzia Cofidi.it possono chiedere la sospensione rate finanziamento, ai sensi dell’art. 56 del decreto-legge n. 18 del 17/03/2020 (recante misure di potenziamento connesse all’emergenza epidemiologica da Coronavirus), nelle seguenti due opzioni: la sospensione del pagamento delle intere rate di finanziamento (quota capitale e quota interessi) in scadenza sino al 30/09/2020, oppure la sospensione del pagamento della sola quota capitale delle rate di finanziamento in scadenza sino al 30/09/2020;

In alternativa alla sospensione delle rate le imprese possono usufruire della moratoria, prevista dall’Accordo tra ABI e le Associazioni di impresa, con cui è stata estesa ai prestiti concessi fino al 31 gennaio 2020 la possibilità di chiedere la sospensione o l’allungamento.La moratoria è riferita ai finanziamenti alle micro, piccole e medie imprese danneggiate dall’emergenza epidemiologica “COVID-19”. La sospensione del pagamento della quota capitale delle rate dei finanziamenti può essere chiesta fino a un anno.

Lascia il tuo commento
commenti