Cambio di direzione per la giunta pentastellata

Cambio di programma per il progetto "Porta futuro"

L'ente regionale dice no alla ri-destinazione dell'immobile di corso Italia.

Attualità
Santeramo mercoledì 25 settembre 2019
di La Redazione
Sedi del Centro polivalente per anziani, corso Italia
Sedi del Centro polivalente per anziani, corso Italia © Santeramolive.it

Piccolo cambio di programma nell’avanzamento del progetto di apertura del job center “Porta Futuro” di Santeramo.

Come si ricorderà, nel mese di novembre 2018, il sindaco Baldassarre aveva annunciato l’avvio e la gestione del centro per il comune di Santeramo.
Importo, destinato dalla Città Metropolitana di Bari, al progetto (di cui Santeramo è capofila di un raggruppamento di comuni cui fanno parte anche i vicini comuni di Gioia del Colle e Cassano) oltre 500mila euro.

Diverse le polemiche, scaturita dall’atto di indirizzo approvato dalla giunta comunale, lo scorso, 29 marzo, con il quale venivano di fatto spostate le attività del Centro Polivalente per Anziani di Corso Italia presso la Casa di Riposo al fine di destinare l’immobile alle funzioni del nascente job center.

Ora però la giunta pentastellata santermana è costretta ad un cambio di direzione (la notizia, da tempo, era già nell’aria).

L’amministrazione comunale – con una nota - ha infatti interrogato l’ente regionale in merito alla possibilità di ri-destinare immobili pubblici già oggetto di finanziamento regionale.

L’ente regionale, rispondendo all’amministrazione comunale, ha di fatto affermato che il termine (cinque anni) resta valido anche per l’immobile di Corso Italia (un tempo sede della biblioteca comunale e ristrutturato con fondi regionali). Ergo, non destinabile ad altri usi.

La giunta comunale, quindi, con propria deliberazione n. 140 dello scorso 20 settembre ha dovuto rivedere il proprio precedente deliberato di marzo – dopo aver preso atto della risposta della Regione Puglia al quesito, demandando al Dirigente dei Servizi Socio Culturali ed al Dirigente del Settore Assetto e Tutela del Territorio di individuare (nell’ambito dell’immobile ubicato in Santeramo in Colle in Corso Italia, presso ex Biblioteca comunale, Centro Polivalente per anziani) appositi spazi che possano essere dedicati anche alla realizzazione del Progetto Porta Futuro, assicurando la possibilità, in via sperimentale di convivenza con il Centro Polivalente per anziani, nel rispetto delle singole specificità e normative, e della opportunità di realizzare sinergie intergenerazionali che producano valore aggiunto per la comunità e di demandare al Dirigente del settore Servizi Socio Culturali di verificare la finanziabilità della spesa Centro Polivalente per anziani da parte dell’Ufficio di Piano.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti