Da bottega artigiana a punto di riferimento tecnologico e professionale

L'ottica Laselva compie 50 anni

I 50 anni di Ottica Laselva saranno celebrati con promozioni speciali ed eventi durante tutto il mese di luglio, per ringraziare chi ha riposto fiducia e stima, e per le critiche che hanno aiutato la crescita.

Attualità
Santeramo sabato 06 luglio 2019
di La Redazione
La sede attuale di via Palombaio n.1
La sede attuale di via Palombaio n.1 © Ottica Laselva

Compie ben 50 anni, uno degli esercizi commerciali storici del nostro paese: Ottica Laselva. Lo fa ripercorrendo la storia che lo ha portato ad essere un punto di riferimento per il paese e con eventi dedicati proprio alla cittadinanza. Una storia fatta di valori e di un lavoro tramandato nel tempo di generazione in generazione.
Abbiamo incontrato gli ottici Laselva per sentire dalla loro voce una storia ricca di orgoglio, soddisfazione e tanta passione.
Era il 2 luglio del 1969, quando Antonio insieme al figlio Paolo Laselva apre la prima bottega Ottica di Santeramo. Un “forestiero”, come si diceva all’epoca. Infatti Antonio, di Castellana Grotte, orologiaio di professione, girando i paesi per lavoro, intravide in Santeramo un paese vivo e dinamico, in grado di ospitare la nuova bottega di suo figlio.
La prima sede, qualcuno ricorderà, era in via Marconi n.21 (1969/1971), quando le lenti si “sgrezzavano” e si sagomavano a mano, come ricorda con non poca emozione, il titolare Paolo Laselva, poi l’ottica si spostò in via Piccinni n.1 (1971/1985), infine nella sede attuale di via Palombaio n.1,
Dal 1969 Paolo gestisce l’attività, mettendo la qualità dei materiali scelti e la professionalità nei servizi erogati al centro del suo lavoro, e dal 2003 è affiancato dal figlio, Gianluca, ottico, specialista in lenti a contatto. Anch'egli porta avanti l’impresa familiare con passione, con uno stampo più imprenditoriale che artigiano, in un'era nella quale il mercato pone numerose sfide quotidiane.

Nel retro del negozio di via Palombaio si respira un’aria professionale ed il calore che solo un’azienda familiare può conservare.

Come sono cambiati gli occhiali nel tempo?
“C’è sempre tanta attenzione e cura. Prima non c’erano macchinari automatici e si faceva tutto a mano. Le lenti erano solamente in cristallo, di certo non erano leggere ed infrangibili. Si usavano pinze per ridurle e dare la forma desiderata. Avevo il massimo della gamma: 4 modelli in 3 colori.” Ricorda con nostalgia Paolo, asserendo che si trattasse di “tempi migliori” come chi ha dedicato tutta una vita al proprio lavoro e non sopporta l’idea di dover un giorno allontanarsene. “Siamo cresciuti. Da un piccolo laboratorio, ora abbiamo un "dietro le quinte" di ben 45mq, per la lavorazione e il montaggio”. Sospira orgoglioso. “Abbiamo attrezzature all’avanguardia e ripariamo tutto qui.”
Quindi lei è un artigiano? “Si, sono un artigiano, non sono un professionista. Ho imparato la manualità a scuola (di ottica, ndr), dovevamo produrre a mano due lenti perfette. E mica era facile!”

Come sono i suoi clienti? “Belli. Si fidano. Prima si preoccupavano solo che gli occhiali funzionassero. Ora sanno che da noi funzionano e si fidano. Noi siamo sempre qui.”

Se la sua ottica fosse una persona, che augurio farebbe? "Che continui sempre come oggi. Attrezzata, attenta, curata e con tanti clienti.” Sorride Paolo.

L’azienda Ottica Laselva è infatti cresciuta acquisendo negli anni sempre maggiori competenze, tecnologie e specializzazioni. Oggi è uno dei pochi centri ottici della provincia a poter vantare un laboratorio ottico tecnologicamente attrezzato che permette di realizzare in sede gli occhiali.
Nel corso degli anni, è diventato un punto di riferimento per chiunque cerchi un ottico qualificato e affidabile, consulenze specializzate e una vasta gamma di prodotti per occhiali e lenti a contatto.
I 50 anni di Ottica Laselva saranno celebrati con promozioni speciali ed eventi durante tutto il mese di luglio, per ringraziare chi ha riposto fiducia, stima e per le critiche che hanno aiutato la crescita.
Il primo evento si terrà in Piazza Municipio, giovedì 11 luglio con una serata ricca di musica, sapori e atmosfera catalana. Durante la serata ci sarà l’occasione di conoscere l’originale design degli occhiali Etnia Barcelona.
Sabato 13 luglio invece potrete prenotare una speciale consulenza di immagine per costruire il vostro "guardaroba occhiali" a cura dell’ottica assieme alla consulente di immagine Angelica Pagnelli e la partner Hoya Lens Italia. Per poter partecipare è necessaria la prenotazione in negozio.
Infine, giovedì 18 luglio, si svolgerà l’evento di chiusura, nell’atrio del Palazzo Marchesale. Un evento intitolato “Musica da Vedere”, un connubio tra musica blues, pop e le arti visive. Saranno presenti diversi artisti santermani.
Non possiamo che augurare altri 100 anni all’ottica Laselva che arricchisce con professionalità e competenza il nostro paese.

Lascia il tuo commento
commenti