Scrittori santermani

"Addò arrive, chiande nu zippe", il nuovo libro di Donato Bitetti

Poesie, detti, proverbi, vocaboli rari e desueti sono tradotti in italiano con facile consultazione grafica assieme a spiegazioni e riflessioni.

Attualità
Santeramo domenica 23 gennaio 2022
di La Redazione
"Addò arrive, chiande nu zippe", il nuovo libro di Donato Bitetti © SanteramoLive.it

E' in edicola e nelle librerie "Addò arrive, chiande nu zippe" del santermano Donato Bitetti, scrittore di commedie e poesie in dialetto santermano. "Un concentrato di puro umorismo , cultura santermana, murgiana, pugliese."

Poesie, detti, proverbi, vocaboli rari e desueti sono tradotti in italiano con facile consultazione grafica assieme a spiegazioni e riflessioni. Il libro è arricchito dalle illustrazioni di Fulvio Castagno. Una raccolta irrivertente, intelligente e irriverente, insomma un libro "fatte com'e créstiene", come lo definisce lo stesso autore all'interno della prefazione. Preziosa anche la raccolta di vocaboli in una sorta di glossario che chiude lo scritto.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • nonno Donato Bitetti ha scritto il 23 gennaio 2022 alle 17:27 :

    continua Na si scenne a Muntépeluse senza chioppe e na se l'use; e pure do vinte de fessure, ste a déstanze de secure. Senza piccie e nè muine mo faciméne u vaccine. La vite è belle, na scettè, cu destine na schérzè. Na facime sembe i uappe; ca ci u falestre po t'angappe vi o spédele ...e sule sule u vi a pigghie jind'o rézzule! Manghe u timbe du salute e te jicchie jind'o tavute, senza banne e nè parinte, fiure e larme vonn'o vinte... Grazie, vi auguro ogni bene! Nonno Donato Rispondi a nonno Donato Bitetti

  • Donato Bitetti ha scritto il 23 gennaio 2022 alle 17:16 :

    Al fine di ringraziare la Redazione e dare un contributo/consiglio agli amici santermani (e non solo) in questo periodo di pandemia, mi permetto una poesia semiseria. (tratta come aperitivo, dal libro in oggetto) Sperando che l'umorismo e la saggezza alla paesana sia più efficace (de tanta chiacchiere a vacande) COVID 19 Quanne chiove e men'u vinde, cacciatore statte a'bbinde. Mo, cu Covid déciannove statte a caste e na te move. Fé ciò ch'è nécéssarie com'è scritte a calénnarie, pe' dovere e pe' respitte a ci a uerre mette u pitte. Quanne jisse la matine na scurdè la mascherine; e ci nann'è u Carnévele ride pure e pinze a méle. continua Rispondi a Donato Bitetti

  • Franco Marsico ha scritto il 23 gennaio 2022 alle 14:16 :

    Grande Donato oggi memoria storica per noi santermani e grazie per averci fatto divertire per le tue commedie che spero tu possa replicare per i più piccoli che non ti conoscono Rispondi a Franco Marsico

  • Fabrizio Labarile ha scritto il 23 gennaio 2022 alle 09:55 :

    Bravo Donato. Ebbene ricordare a tante persone "distratte" che la saggezza, oltre agli insegnamenti, del nostro dialetto è inestimabile. Grazie,amico mio, per il tuo prezioso contributo alla cultura del territorio e, naturalmente, di Santeramo. Rispondi a Fabrizio Labarile