Settimana europea riduzione rifiuti

Anche a Santeramo un centro comunale del riuso

Si tratta di uno spazio nei pressi della zona PIP, per favorire il riuso di ciò che è ancora utile ed in buono stato e consentire in questo modo di prevenire la produzione dei rifiuti .

Attualità
Santeramo giovedì 25 novembre 2021
di La Redazione
Centro comunale del riuso
Centro comunale del riuso © Comune di Santeramo in Colle

Domenica 28 Novembre ore 10:00, nell’ambito della settimana europea della riduzione dei rifiuti incentrata sul tema “Comunità Circolari” sarà inaugurato in via Liguria, Zona PIP di Santeramo, il centro comunale del riuso, uno spazio a disposizione di tutti i cittadini per favorire il riuso di ciò che è ancora utile ed in buono stato e consentire in questo modo di prevenire la produzione dei rifiuti e diffondere una cultura del riuso basata sui principi di tutela ambientale e di solidarietà sociale.

Saranno presenti oltre ai gestori del centro anche altre associazioni del territorio che animeranno la mattinata sul tema dell’economia circolare e alcuni rappresentanti istituzionali tra cui il Sindaco Fabrizio Flavio Baldassarre, l’Assessore all’Ambiente Maria Anna Labarile, il Presidente del Parco Nazionale Alta Murgia, Francesco Tarantini la Presidente dell’Ager (Agenzia regionale rifiuti) Fiorenza Pascazio. In collegamento ci saranno Danilo Boni, della rete Zero Waste Italy e Daniele Guidotti, direttore del Centro del Riuso “Daccapo” di Capannori (Lucca). Tra le altre iniziative che vedono partecipe il comune di Santeramo alla settimana europea riduzione rifiuti, vi è un’azione di clean–up degli spazi esterni dell’IISS Pietro Sette che vedrà impegnati gli studenti nella cura dei propri spazi collettivi, sabato 27 Novembre.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Un cittadino ha scritto il 02 dicembre 2021 alle 06:11 :

    Non mi è chiaro chi lo gestirà e come.Esiste un regolamento? In sostanza, chi conferisce oggetti da riutilizzare riceve dei punti/soldi/sconti sulla tari? Cosa ne fanno i gestori? Mettono a nuovo gli oggetti e li rivendono? O li donano come faceva la Caritas? Rispondi a Un cittadino

  • Franco ha scritto il 25 novembre 2021 alle 14:52 :

    Finalmente cominciamo a capire che molte cose che vengono gettate via possono essere utili ad altri. Rispondi a Franco