A comunicarlo, con una nota giunta in Redazione, è un comitato spontaneo di cittadini

Domani a Santeramo corteo e sit-in contro il "Green Pass"

L'iniziativa di protesta avrà inizio alle ore 20: da Piazza del Lago verso Piazza Garibaldi per poi giungere in Piazza Municipio

Attualità
Santeramo sabato 02 ottobre 2021
di La Redazione
Green pass
Green pass © n.c.

Domani, 3 ottobre, alle ore 20:00 avrà luogo un corteo e sit in a Santeramo promosso da un gruppo spontaneo di cittadini per dire “no” al Green Pass.

A comunicarlo, con una nota giunta in Redazione, è un comitato spontaneo di cittadini.
Il corteo avrà inizio da Piazza del Lago verso Piazza Garibaldi per poi giungere in Piazza Municipio.

«Come Liberi Cittadini di Santeramo – si legge nella nota pervenuta in Redazione - ci ritroviamo riuniti nella lotta comune contro l’ultimo provvedimento emanato, l’imposizione di una certificazione verde quale vessillo di libertà, che sta dividendo persone, famiglie e lavoratori».

La protesta contro l’introduzione della certificazione verde per l’accesso in alcuni locali e manifestazioni – che già ha visto una serie di manifestazioni e cortei in tutta Italia – giunge quindi anche a Santeramo.

«Dalla condivisone di idee e riflessioni, comuni a vaccinati e non, è nata l’esigenza di dare forza a

tutte le piazze d’Italia con una nostra manifestazione che si esprimerà assolutamente in silenzio,

lasciando parlare solo i cartelli che avremo indosso. Il messaggio cardine della manifestazione sarà: "No al Green pass, perché? Lo spiega la legge", perciò si farà emergere l'incostituzionalità del provvedimento, la violazione dei diritti umani e le libertà personali, attraverso la citazione degli articoli della Costituzione, del Regolamento europeo e la Dichiarazione universale dei diritti umani, con domande provocatorie a cui gli stessi articoli porranno risposta».

«Non siamo esperti di legge, ma come cittadini della Repubblica Italiana è nostro dovere conoscere la Costituzione e difenderla, come cittadini europei abbiamo il Regolamento europeo che ci appartiene e come Uomini siamo rappresentati e tutelati dalla Dichiarazione universale dei diritti dell’uomo. Se è vero che il popolo è sovrano, e la nostra è una repubblica, allora come “res publica” è giunto il momento che il popolo agisca per ripristinare i propri diritti e le libertà sottratte».

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Giuseppe Campanale ha scritto il 03 ottobre 2021 alle 11:35 :

    È la solita storia, l'incompetenza e la frustrazione di non poter controllare tutto e non volersi fidare dei competenti ci porta a conclusioni fantasiose, si citano costituzione e diritti di libertà a senso unico. Per queste persone che protestano contro il Green Pass covid altro non è che il non volersi vaccinare. Il punto è questo, perché se vaccinati non starebbero in piazza a protestare. La verità è che non si fidano di nessuno e quindi non hanno nessun senso civico di convivenza, di rispetto della incolumità altrui pensando di essere immuni. Ne ho conosciuto diverse di queste persone non va, alcune decedute, altri con alle spalle mesi di ospedalizzazione e con postumi dovuti al covid. Di tutte le persone che conosco ,vaccinate, nessuno ha subito conseguenze gravi infettandosi. Rispondi a Giuseppe Campanale

    Sergio luzi ha scritto il 07 ottobre 2021 alle 18:55 :

    Il solito prosiero che se ne frega della libertà di scelta e della costituzione italiana. Mi auguro che ai vaccinati venga data la dose quotidiana del sacro siero. Poi vediamo che succede. Salutarci i Vs idoli draghi e speranza.. Rispondi a Sergio luzi

  • Colino ha scritto il 03 ottobre 2021 alle 06:50 :

    Ridicolo protestare per queste stron*ate Rispondi a Colino

  • Marco ha scritto il 02 ottobre 2021 alle 20:39 :

    Anche in questi commenti i vaccinisti si esercitano nel bullismo contro coloro che liberamente esprimono opinioni contro il Green Pass o altrettanto liberamente hanno deciso di non vaccinarsi. Rispondi a Marco

  • Franco ha scritto il 02 ottobre 2021 alle 20:36 :

    Bravi, non bisogna rinunciare alla intelligenza e alla libertà. Non bisogna farsi ingannare dalla narrazione istituzionale diffusa su tv e giornali finanziati per l'occorrenza. È bene cercare di fare chiarezza perché siamo quotidianamente travolti da tonnellate di bugie. Rispondi a Franco

    Cittadino ha scritto il 03 ottobre 2021 alle 12:52 :

    Della serie: "Io ne ho viste cose che voi umani non potreste immaginarvi...." Lei è il solito "franco" intelligente... tutti quelli che si sono vaccinati (miliardi) sono fessi, giusto? Lei è possessore di qualche verità assoluta? Lei però allude in maniera offensiva e non argomenta mai. La solita cronaca senza coraggio... Vada a prendersi un caffè al bar tanto ormai conosciamo la sua mascherina dalle sue affermazioni sgangherate... Rispondi a Cittadino

  • isa ha scritto il 02 ottobre 2021 alle 19:17 :

    Vi ammiro popolo di Santeramo avete cominciato una battaglia per i diritti costituzionali che ci vediamo negati ....ogni giorno e dal 15 Ottobre ancora di più .....spero che vi seguano a ruota altri paesi compresa Altamura Rispondi a isa

  • Cittadino ha scritto il 02 ottobre 2021 alle 13:23 :

    Il green pass è uno strumento scientifico per rendere indirettamente obbligatorio quello che non si poteva rendere obbligatorio non potendosi attuare l'obbligo. La Costituzione tutela la libertà di non vaccinarsi senza obbligo di legge; il governo non ha posto l'obbligo vaccinale (non era possibile farlo osservare ai simpatizzanti no-vax) quindi, indirettamente, lo ha reso sostanzialmente obbligatorio prevedendo l'obbligatorietà del green pass per lavorare, lo sport, i ristoranti e assegnando il controllo alle imprese pubbliche e private che hanno il diritto di tutelarsi. Un no-vax radicale è libero di farsi il tampone ogni 2 giorni per lavorare così come é libero di non lavorare e non farsi il vaccino; se decide di farsi il tampone, lavorerà per pagarsi i tamponi (suoi e dei figli). Rispondi a Cittadino

  • Un altro cittadino ha scritto il 02 ottobre 2021 alle 13:23 :

    Premetto che sono vaccinato e ho il green pass. Ritengo che tutti abbiano il diritto di esprimere il proprio pensiero e che chi la pensa diversamente vada rispettato in quanto persona e cittadino. Importante è "protestare" pacificamente. Non si può mai dire a priori dove porteranno idee divetse in un dibattito...le imposizioni non piacciono a nessuno ma certamente il dibattito rispettoso, approfondito e critico può generare nuove idee e addirittura capovolgere le proprie posizioni iniziali. Rispondi a Un altro cittadino

  • Doc ha scritto il 02 ottobre 2021 alle 13:11 :

    Il problema è che in ospedale continuiamo a lavorare in condizioni disumane, ma per chi? perché purtroppo la Repubblica tutela immeritatamente anche gente come voi che se la cerca a tutti i costi, e non vogliamo tradire il nostro giuramento. Rispondi a Doc

    Cittadino ha scritto il 03 ottobre 2021 alle 07:01 :

    Perché dice che "continuate" a lavorare in maniera disumana? Egregio dr. House (cinico), se lei si occupa di covid, i numeri mi pare siano attualmente sotto controllo anche se in netta risalita; se non si occupa di covid, forse avrà ripreso a lavorare numeri ordinari (ma la gente fa ancora poca prevenzione). Il problema è anche il sottodimensionamento degli ospedali. Lei non dovrebbe addittarli come gente sbagliata perché così facendo radicalizza i dubbiosi. I dubbi sono stati indotti dalle parole di alcuni governanti, alcuni media e di alcuni doc. Ricorda le proteste di molti medici quando vi hanno messo l'obbligo con annessa sanzione? Cavalcati da qualche politico per facile consenso? Rilanciati da qualche trasmissione per fare audience? Questi sono i risultati. Si limiti a rassicurare. Rispondi a Cittadino

    GioNa ha scritto il 03 ottobre 2021 alle 06:23 :

    Con rammarico, in ospedale (purtroppo ci devo andare spesso ultimamente e per accedere devo fare il tampone ogni 48 ore pur essendo vaccinato) vedo medici non indossare la mascherina e passeggiare per i corridoi nelle sale d'attesa piene di pazienti in mascherina e altri medici non igienizzarsi le mani tra una visita e l'altra: i cattivi esempi sono anche in questa categoria. Diamoci tutti una regolata! Posso tollerare chi non vuole vaccinarsi ma non è tollerabile chi vaccinato o no, non rispetta le regole base anti-covid (mascherina indossata fin sopra il naso, igiene delle mani e distanziamento). Stessi comportamenti vedo nelle scuole tra chi dovrebbe dare il buon esempio. Forse non è chiaro che il vaccino non ci rende inattaccabili dal covid ma solo meno fragili in caso di contagio. Rispondi a GioNa

    Cittadino ha scritto il 03 ottobre 2021 alle 11:12 :

    10 Rispondi a Cittadino

  • Michele Fiorentino ha scritto il 02 ottobre 2021 alle 11:32 :

    Questa gente non ha ancora capito la gravità della situazione!!!!!guardano troppo la televisione e non capiscono che dobbiamo fidarci della scienza e non della tv e di chi vuole rappresentare il popolo solo per notorietà!!!!! Rispondi a Michele Fiorentino

    isa ha scritto il 02 ottobre 2021 alle 19:10 :

    ma guarda che la tv sta facendo il lavaggio del cervello continuando a tartassaci con quello che vogliono le big farm......magari dicevano la verità. ..magari mettevano a confronto i pro e i contro il siero.....hanno avuto soldi dalla politica e devono dire quello che gli viene imposto... come ha detto Mentana "io leggo un copione sia che sia veritiero che falso" Rispondi a isa

  • Cittadino Santermano ha scritto il 02 ottobre 2021 alle 09:24 :

    Queste persone se così possiamo definirle dovrebbero provare sulla loro pelle insieme ai no vax della situazione che cosa è veramente questa malattia. A me sinceramente se qualcuno di loro si ammala non dispiace proprio per niente figuriamoci se ci lascia le penne perché vuol dire andarsela a cercare. Dovrebbero solo vergognarsi e fare un esame di coscienza prima di comportarsi in questo modo. Altro che anticostituzionale. Vergognatevi e pensate a quanta gente è morta e continua tutt'oggi a morire. Rispondi a Cittadino Santermano

    Giovanni ha scritto il 02 ottobre 2021 alle 14:03 :

    Caro Cittadino Santeramo non condivido i tuoi astrali contro chi non si è vaccinato.Loro hanno tutto il diritto di manifestare, ma 80% della popolazione pugliese ( ahimè molto meno quella santermana) ha tutto il diritto di chiederli di restare fuori da tutte le attività dove ci sia promiscuità di persone. Perché quell’80% ha corso il rischio a vaccinarsi ( rischio infinitesimo) per permettere a tutti noi di ripartire. A questi nostri amici chiedo di mettere da parte pregiudizi e di avere la capacità di leggere i numeri che non mentono mai. So che è un appello inutile perché è diventata una questione politica come tante cose in questo bellissimo mondo. Un esempio un casinò dei no TAP dove sono finiti per qualcosa che era di una semplicità infinita senza nessun rischio. Rispondi a Giovanni

    isa ha scritto il 02 ottobre 2021 alle 19:14 :

    La Tap....non inniettava siero. ... e sono d accordo con lei...nel dire che era inutile protestare....ma qui si tratta di inniettarsi un siero posso aver diritto di avere paura..... e cmq ammiro il popolo di Santeramo .... Altamura dorme beata ... Rispondi a isa

    GIORGIO ha scritto il 04 ottobre 2021 alle 05:57 :

    Questa gente non ha capito che è libera di fare ciò che vuole ma se non è vaccinata non può andare in altri luoghi, cinema, teatri, stadi, ecc. ecc,,con la possibilità di infettare gli altri? La vostra libertà finisce dove comincia la sfera degli altri. LO VOLETE CAPIRE QUESTO?

    Giovanni ha scritto il 03 ottobre 2021 alle 13:46 :

    Lei ha tutto il diritto ad aver paura di un siero .Lègga quante dose di vaccino si sono fatte nel mondo se non sbaglio siamo a 6 miliardi di tutti i vaccini esistenti, e veda quanti morti ci sono stati. Di contro veda quante persone sono decedute per COVID o hanno preso il COVID ed ora hanno gli effetti chiamati del post COVID. Cara signora Isa credo debba avere più paura del COVID che non del siero. Buona fortuna