L'opera è finanziata dalla Regione Puglia con circa 1 milione e 700mila euro di fondi

Bretella via Altamura - via Matera, a breve l'avvio delle procedure di esproprio

A brevissimo partirà la procedura di esproprio delle aree su cui sarà realizzata l'opera, strategica per decongestionare la viabilità del centro urbano cittadino santermano

Attualità
Santeramo venerdì 01 ottobre 2021
di La Redazione
Bretella via Altamura - via Matera, a breve l'avvio delle procedure di esproprio
Bretella via Altamura - via Matera, a breve l'avvio delle procedure di esproprio © Google

Al via nei prossimi giorni la procedura di esproprio dei terreni finalizzata alla realizzazione della importante bretella viaria fra via Altamura e via Matera.

A darne notizia è l’amministrazione comunale.

La futura arteria stradale, come è noto, è un’opera che Santeramo e i santermani aspettano da molto.

Un’opera il cui lungo e travagliato iter prese il via “ufficialmente” durante l’amministrazione provinciale targata Schittulli, nella quale come assessore c’era anche il santermano Vito Giampetruzzi.

I vari intoppi burocratici – e molte polemiche (si ricordi infatti il botta e risposta tra lo stesso Giampetruzzi e Michele D’Ambrosio, durante il suo mandato da sindaco) – portarono, nel 2019, ad una clamorosa e paventata cancellazione, divenuta anche teatro di scontro politico in seno ad un’assise del consiglio comunale, poi in breve tempo rientrata (come comunicato dal sindaco Baldassarre ad ottobre dello stesso anno).

A finanziare l’opera, con circa 1 milione e 700mila euro, è stata poi la Regione Puglia.

Solo un anno dopo, nel luglio 2020, l’avvio ufficiale dell’iter amministrativo di realizzazione dell’opera.

Ma veniamo ai giorni nostri.

Lo scorso 29 settembre, presso l’Ufficio pianificazione generale e viabilità della Città metropolitana di Bari, ha avuto luogo l'incontro tra l’assessore ai Lavori Pubblici del comune di Santeramo Rocco Marsico e il consigliere metropolitano con delega alla viabilità, Elisabetta Vaccarella, e il geom. Vincenzo Cerrato, responsabile unico di procedimento per il tratto di strada della bretella fra via Matera e via Altamura, che andrà a completare fino a via Gioia la “circonvallazione” di Santeramo.

Come comunica l’amministrazione comunale il consigliere metropolitano Vaccarella ha ribadito la volontà della Città metropolitana di realizzare questa importante opera, confermando che a brevissimo partirà la procedura di esproprio delle aree su cui sarà realizzata l'opera, strategica per decongestionare la viabilità del centro urbano cittadino.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Pippo ha scritto il 01 ottobre 2021 alle 19:08 :

    È possibile avere un'immagine di come dovrebbe essere la bretella? Dove passerà esattamente? Rispondi a Pippo

  • Cittadino ha scritto il 01 ottobre 2021 alle 13:24 :

    Vogliamo gli inizi del lavori prima delle elezioni!!!!!! Rispondi a Cittadino

    Vito Zullo ha scritto il 02 ottobre 2021 alle 06:22 :

    Adesso vedremo come data questa bretella "importante" ......sicuramente una strada più o meno larga. Sarebbe opportuno, data l'importanza (transito eccessivo di autoveicoli e tir) di vedere progettata e realizzata una strada a 4 corsie con uno spartitraffico aiuola/alberato, come è di consuetudine in alcune cittadine. In un futuro lontano la bretella, la vedremmo inglobata con l'espansione urbanistica. Questa è utopia, troppo bella, inconcepibile per gli addetti ai lavori. Rispondi a Vito Zullo

    Cittadino ha scritto il 02 ottobre 2021 alle 06:19 :

    Condivido il tuo pensiero, finalmente uno che su firma come me alludendo a cose che reputo sensate. Ho capito che volevi dire che non é un problema di elezioni perché i soldi non li mette il nostro comune ma la regione (la nostra amministrazione non ha nessun merito al riguardo) e che speri che i vari assessori attuali (e io aggiungo pure i dirigenti comunali) non facciano pasticci come al solito. Continua così che ci vogliono sempre più "Cittadini" attenti. È come per le strade che stanno asfaltando solo ora perché ci saranno le elezioni (mentre per 4 anni siamo stati lasciati a noi stessi)... Rispondi a Cittadino