Alta e coinvolgente la partecipazione di questa edizione 2021 con la partecipazione di oltre 190 squadre

L'IISS "Pietro Sette" vince le Olimpiadi nazionali di Debate 2021

La compagine santermana (guidata dal coach Vito Gesia e composta da Suamy Guerra, daniele Giove, Carlo Lella e Alessandro Sirressi) ha primeggiato la competizione superando in finale la rappresentativa della Lombardia

Attualità
Santeramo sabato 24 aprile 2021
di La Redazione
L'IISS
L'IISS "Pietro Sette" vince le Olimpiadi nazionali di Debate 2021 © n.d.

Nuovo prestigioso successo per il team di debate dell’IISS “Pietro Sette” di Santeramo.

La compagine santermana (guidata dal coach Vito Gesia e composta da Suamy Guerra, Daniele Giove, Carlo Lella e Alessandro Sirressi) – che rappresentava la Puglia nelle Olimpiadi nazionali di Debate svoltesi online dal 19 al 24 aprile 2021 – ha primeggiato la competizione superando in finale la rappresentativa della Lombardia.

Ulteriore riconoscimento per i santermani Suamy Guerra e Daniele Giove classificatisi rispettivamente al 4° e 3° posto nella top 10 dei dieci migliori debater.

Alta e coinvolgente la partecipazione di questa edizione 2021 con oltre 190 squadre che si sono confrontate in una quindici giorni di dibattiti su temi preparati e temi impromptu.

Come previsto dal Regolamento delle Olimpiadi Nazionali di Debate, due erano i temi per i dibattiti preparati:

  • L’accesso alle risorse idriche di ogni Stato dovrebbe essere amministrato da una agenzia sovranazionale gestita dell’ONU.
  • La ricerca sanitaria e l’assistenza ospedaliera devono essere di esclusiva competenza di Agenzie Pubbliche. (Tema da dibattere da parte di ogni squadra da entrambi i lati Pro e Contro).

Il Debate è una metodologia per acquisire competenze trasversali («life skill»), che favorisce il cooperative learning e la peer education non solo tra studenti, ma anche tra docenti e tra docenti e studenti. Il debate consiste in un confronto fra due squadre di studenti che sostengono e controbattono un’affermazione o un argomento dato dal docente, ponendosi in un campo (pro) o nell’altro (contro). Il tema individuato è tra quelli poco dibattuti nell’attività didattica tradizionale. Dal tema scelto prende il via il dibattito, una discussione formale, dettata da regole e tempi precisi, preparata con esercizi di documentazione ed elaborazione critica; il debate aiuta i giovani a cercare e selezionare le fonti con l’obiettivo di formarsi un’opinione, sviluppare competenze di public speaking e di educazione all’ascolto, ad autovalutarsi, a migliorare la propria consapevolezza culturale e l’autostima. Il debate allena la mente a non fossilizzarsi su personali opinioni, sviluppa il pensiero critico, arricchisce il bagaglio di competenze. Al termine il docente valuta la prestazione delle squadre in termini di competenze raggiunte. Nel debate non è consentito alcun ausilio tecnologico.

Negli anni quest’avanguardia didattica è, a Santeramo, ben nota data la capacità del personale docente e della dirigenza dell’IISS “Pietro Sette” di Santeramo di credere ed investire in questa disciplina tanto da far divenire la scuola secondaria santermana, divenuta negli anni scorsi un vero e proprio polo regionale di Debate.

La compagine santermana dell’IISS “Pietro Sette” non è nuova a successi nazionali: nel 2017 aveva già riscosso una splendida vittoria alle Olimpiadi Nazionali. Lo scorso anno,invece, l’istituto scolastico santermano si era resa famoso in un approfondimento televisivo della trasmissione di Rai 3 “PresaDiretta” che aveva appunto dedicato al debate e alla realtà santermana una puntata.

Degne di nota anche le esperienze fuori dai confini italiani del team del “Pietro Sette” che ha ben figurato e portato in auge il nome della scuola santermana.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Cav. franco Porfido ha scritto il 25 aprile 2021 alle 09:39 :

    Orgoglio santermano!!! Vive felicitazioni. Magari tanti fossero affascinati da questa arte, soprattutto per lo sviluppo del pensiero critico di cui gran parte della nostra amata Città, è anemico, preferendo far parte della categoria dei pappagalli. Rispondi a Cav. franco Porfido

  • Nico Disabato ha scritto il 24 aprile 2021 alle 20:50 :

    Bravissimi! Rispondi a Nico Disabato