Stop alla 54^ edizione della manifestazione dell'Oratorio Salesiano.

Il Covid annulla il Carnevale dei Ragazzi. Il comitato: «Una decisione sofferta, ma inevitabile»

Per la seconda volta nella storia dopo l’edizione del 1991 annullata per la guerra del Golfo Persico, la tradizionale manifestazione dell'Oratorio salesiano non si terrà.

Attualità
Santeramo domenica 17 gennaio 2021
di La Redazione
Annullata la 54^ edizione del Carnevale dei Ragazzi.
Annullata la 54^ edizione del Carnevale dei Ragazzi. © Oradonbosco.it

"Le notizie sull’evoluzione dell’emergenza epidemiologica ancora in corso ci spingono a dover prendere una decisione sofferta ma inevitabile: la 54^ edizione del Carnevale dei Ragazzi è annullata." Con queste parole il Comitato del Carnevale dei Ragazzi, manifestazione storica dell’Oratorio Salesiano di Santeramo, annuncia lo stop dell’evento per l’anno in corso.

Per la seconda volta nella storia dopo l’edizione del 1991 annullata per la sanguinosa guerra del Golfo Persico, le tradizionali sfilate che ormai da più di cinquant’anni colorano, nel periodo di Carnevale le strade della nostra città, non si terranno. Il Comitato, nella persona del coordinatore don Ciro Solofra, garantisce che, nei prossimi mesi, sarà comunque a lavoro per cercare di trovare un’alternativa alle tradizionali manifestazioni.

L’Oratorio non manca di ringraziare tutta la cittadinanza, istituzioni, scuole, associazioni "per il prezioso contributo fornito negli anni alla realizzazione della manifestazione con una particolare attenzione ai bambini e ai ragazzi che stanno vivendo una situazione sociale sicuramente provante."

 

 

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Un cittadino sognatore ha scritto il 17 gennaio 2021 alle 16:46 :

    Per "celebrare in sicurezza il Carnevale", si potrebbe realizzare un'edizione speciale. Alcune idee: 1) proiettare sulle facciate di alcuni edifici una selezione di immagini con le musiche delle passate edizioni 2) esporre dei manifesti/cartoline giganti/manichini con i costumi del passato sparsi per la Città lungo il percorso tradizionale della sfilata o nelle piazze, ricordando i gruppi e i carri della nostra tradizione, come in un museo all'aperto. Potremmo persino farne un concorso dal titolo "Carnevale in cartolina" dove commercianti, associazioni, scuole, cittadini possono adottare un gruppo del passato e farlo "rivivere" realizzando una cartolina gigante/manichino da esporre per la Città con un messaggio. E poi...votare la cartolina! Rispondi a Un cittadino sognatore