Il candidato santermano si impegna a favore della cultura e della valorizzazione del territorio

Regionali, Massaro (C. Pugliesi): «Votare noi significa avere a cuore il territorio»

L’appello al voto del candidato santermano a supporto della candidatura a presidente della Regione di Mario Conca

Politica
Santeramo venerdì 18 settembre 2020
di La Redazione
Il candidato consigliere Francesco Massaro
Il candidato consigliere Francesco Massaro © Marcelo Di Gesù

La cultura è al centro del programma del candidato alla presidenza Mario Conca supportato dalla lista “Cittadini Pugliesi”.

«Qualcuno ritiene che in Puglia vi sia il giusto spazio per il valore " cultura " e che siano impiegate risorse adeguate a tale settore? No. Eppure di investimenti ne sono stati fatti, e non pochi. Molto spesso in modo sbagliato, sconsiderato, vincolato a logiche improprie e pericolosissime. Invece di favorire la cultura si è guardato all'intrattenimento come fenomeno e macchina del consenso. Occorre fare un grande lavoro di recupero del senso di cultura, che non si sposa con il concetto di prodotto e di consumo, di merce e di mercato. Questa amministrazione non aveva le idee chiare sul da farsi ed ha scaricato le colpe, per la propria incompetenza, sugli operatori del settore» - ad affermarlo è il santermano Francesco Massaro, candidato consigliere nella lista a supporto di Conca.

«Nel nostro programma di governo è previsto un importante intervento in questo strategico settore della vita pubblica e di relazione umana e sociale. Primo fra tutti quello di dare vita alla produzione cinematografica autoriale regionale, col sostegno di un ente preposto, non la Apulia Film Commission che ha ormai ha una missione da agenzia di pubblicizzazione del territorio. Vorremmo inoltre creare poli di sviluppo della produzione delle arti contemporanee, con possibilità di sperimentazione e ricerca finalizzate ad ottenere una rappresentanza della nostra terra nel panorama internazionale».

«Nostro intento, inoltre,sarebbe quello di creare rapporti produttivi con tutto il settore AFAM, cioè Accademie e Conservatori valutando la possibilità di creare un Indennità Regionale di sostegno al reddito per i lavoratori dello spettacolo atipici/intermittenti, in modo da attenuare gli effetti dell'emergenza COVID-19 ma anche di mettere in campo un Piano Straordinario per la Creatività e la Sostenibilità: attraverso la ricerca, la sperimentazione e la formazione, anche in cooperazione con le Università e gli Istituti di alta formazione artistica presenti sul territorio nazionale».

Secondo quanto afferma Massaro sarebbe utile istituire un Tavolo Regionale per l'Alta Formazione AFAM così da individuare e sostenere possibili percorsi di specializzazione dell'offerta formativa compatibili con le peculiarità dei territori oltre che avviare una semplificazione delle Prassi Regionali che preveda lo snellimento delle procedure di rendicontazione.

«E’ necessario creare – afferma ancora il candidato santermano - una piattaforma regionale per la promozione e la calendarizzazione della grande offerta culturale presente su tutto il territorio Pugliese, dalle manifestazioni agli spettacoli, dalle mostre agli eventi della tradizione e valutare il varo di una legge regionale sul Mecenatismo diffuso per il supporto ai luoghi, cantieri, istituzioni della cultura pugliese attraverso l'implementazione, sul piano della fiscalità, di quelle misure destinate alla deducibilità delle spese di natura culturale effettuate nella Regione Puglia».

«E’ nostra intenzione creare un fondo per il sostegno e la promozione di orchestre giovanili con particolare riguardo all'aspetto educativo e formativo. Di fondamentale importanza sarà la creazione di un sistema di Residenze Artistiche e dello spettacolo live, che permetterà di recuperare e valorizzare il patrimonio immobiliare inutilizzato sia regionale sia comunale, che potrà divenire contenitore stabile di cultura».

«Votare per Mario Conca presidente e per la mia persona i prossimi 20 e 21 settembre – chiude Massaro con un appello al voto dei santermani e non solo - significa dar vita ad un vero e proprio cambio di passo per il nostro territorio ma soprattutto per tutta la nostra stupenda Regione molto spesso usata e vituperata per propri fini ma dal potenziale inespresso ancora enorme».

Lascia il tuo commento
commenti