All'attenzione dell'assise di ieri vi era l'approvazione del punto

Consiglio, rinviato il punto sul PUG. Il commento dei consiglieri Di Gregorio e D'Ambrosio

Il consiglio quindi, dopo il ritiro del punto, si riaggiornerà alla prossima convocazione fissata per il 15 giugno. DIgregorio: «Ennesima farsa 5 stelle». Per D'Ambrosio, invece, i 5 stelle sono:«Sciatti e dannosi»

Politica
Santeramo domenica 10 giugno 2018
di La Redazione
I consiglieri Di Gregorio (DI-Noi con l'Italia) e D'Ambrosio (SI, Continua il Sereno e i Democratici)
I consiglieri Di Gregorio (DI-Noi con l'Italia) e D'Ambrosio (SI, Continua il Sereno e i Democratici) © SanteramoLive.it

Resta un “parto difficile” l’adozione del PUG, ovvero il Piano Urbanisto Generale (il nuovo strumento urbanistico che andrà a sostituire il PRG, Piano Regolatore Generale).

L’approvazione in consiglio, che si è svolto ieri, è stata però rinviata in quanto la documentazione afferente al provvedimento risultava incompleta.

«Partiamo con una premessa: noi -commenta in una nota Dit-Noi con l'Italia - siamo fortemente convinti e favorevoli all'adozione di questo strumento urbanistico, come difatti abbiamo sempre detto pubblicamente. In tal senso, alcuni giorni fa, nella sede del nostro partito abbiamo incontrato l'associazione dei tecnici di Santeramo».

«Al momento di esaminare le 31 osservazioni presentate – commenta ancora il partito a margine dell’assise che ha portato al rinvio del punto - i consiglieri comunali di opposizione e in particolare il nostro consigliere Michele Digregorio, hanno notato che le stesse osservazioni erano incomplete e che nel fascicolo allegato alla delibera ci fossero solo "sintesi" delle osservazioni. È stato spontaneo chiedere al Presidente del consiglio comunale come mai la documentazione fosse incompleta e la risposta è stata molto evasiva».

«A questo punto – si legge ancora nella nota che definisce “farsa” l’atteggiamento della maggioranza pentastellata di Santeramo - i consiglieri comunali di opposizione hanno chiesto che il punto all'ordine del giorno venisse rinviato al prossimo consiglio comunale, da tenersi appena tutti i documenti, di questo importante strumento, che segnerà la vita dei cittadini Santermani per i prossimi 20 anni, vengano messi a disposizione dei consiglieri di opposizione. Lungi da noi pensare che dietro alla non presentazione dei documenti completi e originali, si possa nascondere qualche interesse particolare, ma come diceva un noto politico italiano, "A pensare male si fa peccato, ma spesso ci si azzecca"».

Ancora più pesante, nel commento, l’ex sindaco ed ora consigliere comunale per SI, Continua il Sereno e i Democratici, Michele D’Ambrosio secondo cui questi atteggiamenti siano sinonimo di “sciatteria”.

«Ai Consiglieri non sono stati presentati in originale tutti gli atti in forma integrale. Superficiali, sciattoni e dannosi per Santeramo. In Consiglio, nonostante la grandissima importanza, non è presente il Segretario comunale per dare i pareri tecnici e formali».

«Ho proposto – afferma D’Ambrosio su Facebook - di approvare il PUG così come a noi presentato in atti riassuntivi (cosa non conforme alla giusta forma amministrativa!!!) dopo aver dato lettura integrale degli atti originali e riconvocarci per lunedì prossimo per riapprovarlo in autotutela con la formalità dovuta. Siamo al limite dell'inverosimile. Se non ci mettiamo una toppa rischiamo di pagare i progettisti per decine di migliaia di euro e non avere un atto (PUG) legittimo».

Il consiglio quindi, dopo il ritiro del punto, si riaggiornerà alla prossima convocazione fissata per il 15 giugno.

Lascia il tuo commento
commenti