Le polemiche dopo l'abbandono dei due consiglieri

Dimissioni Volpe-Lanzolla, Sinistra Italiana: «Il sindaco Baldassarre si dimetta»

L’accaduto continua a generare polemiche nel mondo politico locale salvo che nell’amministrazione e nel MoVimento 5 Stelle di Santeramo

Politica
Santeramo domenica 13 maggio 2018
di La Redazione
Aula Consiliare del Comune di Santeramo in Colle
Aula Consiliare del Comune di Santeramo in Colle © SanteramoLive.it

Che le dimissioni quasi contestuali di due consiglieri 5 stelle, Volpe e Lanzolla, potessero portare a fervore politico era da immaginarselo. E così è stato.

L’accaduto continua a generare polemiche nel mondo politico locale salvo che nell’amministrazione e nel MoVimento 5 Stelle di Santeramo.

Dal sindaco – prima persona tirata in causa – passando per l’amministrazione e per finire allo stesso movimento nessun commento, nessuna parola. Nulla.

Ma al silenzio di una parte corrisponde invece il gran baccano di tutte le altre forze politiche.

Ora, a dire la propria, è Sinistra Italiana – partito di centrosinistra rappresentato in consiglio comunale da Michele D’Ambrosio.

«Che fossero vacui (senza contenuti) ce ne accorgemmo nel momento in cui Baldassarre si presentò sul palco dei comizi con pacchi di biscotti paragonandoli a schieramenti politici. Che fossero, per usare un eufemismo, furbetti ce ne accorgemmo al momento della nomina della Giunta comunale, dove furono totalmente disattese le loro promesse elettorali paraziendali sulla sua composizione (ricordate la storia dei curricula?) e fu fatta una lottizzazione intrapartitica che nemmeno ai tempi dei Giolitti. Che fossero arroganti e spregiudicati ce lo dimostrarono negando la discussione di legittimi punti presentati da consiglieri comunali nell'esercizio delle loro funzioni, minacciando e concretizzando l'intervento della forza pubblica (politicamente raccapricciante)».

«Potremmo – scrive SI in una nota - continuare a lungo nell'elencare il loro modo di intendere il cambiamento, ma basta citarne l'ultimo e sicuramente il più surreale di tutti: sostituirsi in totale disinvoltura al pensiero altrui, per giustificare una falsa narrazione dei fatti, al fine di conservare la propria posizione di potere».

«Ci riferiamo – si legge nella nota inviata in Redazione - ovviamente all'incongruenza fra quello dichiarato da Baldassarre e quello ribadito dall'ex consigliere comunale Lanzolla inerenti alle dimissioni di quest'ultimo: mentre il Baldassarre parla di motivi personali, Lanzolla mette l'accento su questioni politiche alla base del suo gesto».

«Alla luce di tutto questo – commenta il partito di sinistra - è doveroso da parte nostra chiedere le dimissioni di Baldassarre, se non altro per rispetto alla città, ci pensi! Nel frattempo in maniera provocatoria, e al fine di di far riacquistare un po' di coerenza al Movimento cinque stelle santermano, suggeriamo a Baldassarre un rimpasto di giunta facendo entrare qualche leghista e contestualmente far dimettere l'attuale Presidente del Consiglio Comunale, sostituendolo con rappresentanti di Forza Italia: in piena continuità con il vostro Capo Politico nazionale».

«Convinti che il Movimento cinque stelle apprezzerà i nostri consigli, auguriamo una sana meditazione al portavoce dei cittadini Fabrizio Baldassarre» - conclude SI nella nota.

Lascia il tuo commento
commenti