Dopo le primarie del centrosinistra

Primarie centrosinistra, Davide Bellisario: «Festa della democrazia.Basta con l'egolatria»

Il commento del noto esponente del centrosinistra santermano che, commentando l'esito delle primarie e la vittoria di Larato, non risparmia stoccate all'ex sindaco D'Ambrosio

Politica
Santeramo lunedì 10 aprile 2017
di La Redazione
Davide Bellisario
Davide Bellisario © Nicola Gatti

Primi commenti dopo l’esito delle primarie del centrosinistra.

Nella giornata di ieri, infatti, le liste di centrosinistra (Partito Democratico, Partito Socialista Italiano, Democratici per Santeramo, Primavera Alternativa, Città Insieme e Articolo Uno) hanno, con le primarie, individuato il proprio candidato nella persona di Camillo Larato.

A commentare l’esito è una voce autorevole del centrosinistra santermano, il prof. Davide Bellisario, consigliere comunale per tanti anni, sindaco di santeramo, e notoriamente esponente della sinistra santermana e attualmente del Partito Democratico.

«Domenica 9 aprile – scrive Bellisario in una nota inviata in Redazione - è la giornata dedicata alla Pace. Per Santeramo è anche una giornata di festa poiché si celebrano le primarie della coalizione di centro-sinistra».

«Due i candidati, Gianni Sportelli a nome del Partito Democratico e Camillo Larato, si contendono la guida della coalizione al momento formata da 5 liste. Attraversando piazza Garibaldi, notoriamente deserta, oggi brulicante di gente, centinaia di donne, uomini e bambini partecipano ad una festa, alla Festa della Democrazia e della partecipazione».

«È festa – si legge ancora nella nota - quando cittadini liberamente votano e scelgono il proprio candidato sindaco che l'11 giugno guiderà la coalizione di centro-sinistra alle elezioni comunali».

Ma Bellisario punta anche il dito contro l’ex sindaco D’Ambrosio.

«Nel frattempo, l'ex sindaco Michele D'ambrosio, che ha rifiutato di partecipare alle primarie quale candidato unico del PD, rimane chiuso nel suo cupo rancore e risentimento verso i festeggianti, i cittadini partecipanti alla consultazione. Ed il suo rifiuto a parteciparvi è già una sconfitta.

«A sera, chiuso il seggio elettorale, 1891 elettori hanno effettuato la propria scelta: Camillo Larato sarà il candidato sindaco per il centro-sinistra. Una partecipazione straordinaria per la nostra città» - commenta l’esponente PD.

«Da oggi – commenta ancora Bellisario - in poi i candidati sindaci non si sceglieranno più nelle fumose segreterie dei partiti, saranno i cittadini a sceglierli. Anche i sindaci uscenti dovranno sottoporsi alla verifica delle primarie; essi non acquisiscono un "diritto di casta", o un "diritto divino" alla ricandidatura. Devono guadagnarsela con il consenso. Lo prevede lo statuto nazionale del PD, art. 18 comma 1. Basta con l'egolatria e con atteggiamenti da Re Sole, lavoriamo di squadra. Non più "io" ma "noi", la coalizione di centro-sinistra. Ai compagni ed amici che hanno scelto la strada della chiusura e della ripetizione del ceto politico locale chiedo di ripensarci, di riflettere e di aprirsi al dialogo».

«Con le primarie Santeramo ha spalancato le sue porte alla democrazia. Bentornata Santeramo».

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Salvatore Fiorentino ha scritto il 11 aprile 2017 alle 19:42 :

    Mi fa piacere che dopo 50anni di vita politica Bellisario se ne accorge che in politica esiste anche il "noi". Complimenti!!!!!!!! Rispondi a Salvatore Fiorentino

    Davide Bellisario ha scritto il 12 aprile 2017 alle 09:59 :

    Capisco il tuo difficile "momento" politico. So bene che hai sempre apprezzato la mia capacità di far comprendere e soprattutto condividere al gruppo dirigente del partito i provvedimenti amministrativi via via assunti. Cordialmente Davide Bellisario Rispondi a Davide Bellisario

  • tritto francesco ha scritto il 10 aprile 2017 alle 17:18 :

    GRANDE PROFESSORE, come sempre puntuale e preciso. Bentornato Prof. Rispondi a tritto francesco

Le più commentate
Le più lette