Emergenza maltempo in Puglia

Emergenza neve, Noi con Salvini Puglia:«Chi ha sbagliato paghi, chi si è messo in ferie si vergogni»

Le dichiarazioni del coordinatore regionale Sasso. Riviello: «Sette consiglieri Comunali rimasti 2 ore in vana attesa di poter capire cosa sta succedendo e come potersi rendere utili»

Politica
Santeramo martedì 10 gennaio 2017
di La Redazione
Rossano Sasso e Giovanni Riviello © n.d.

Continuano le proteste a seguito di quella che, da più parti, viene ritenuta una pessima gestione dell’emergenza neve che si è abbattuta da giorni sulla Puglia.

Dopo le considerazioni dei Conservatori e Riformisti, di Forza Italia, del M5S è il turno della segreteria regionale del movimento Noi con Salvini.

«L' emergenza neve – si legge in una nota inviata in Redazione - non è ancora cessata, ma emergono in maniera sempre più chiara le responsabilità della disastrosa gestione di tale emergenza».

«La pessima gestione delle strade statali da parte di Anas, quella ugualmente negativa delle strade provinciali da parte della città metropolitana, l'incredibile mancanza di coordinamento tra le forze in campo della protezione civile da parte della Prefettura, finiranno nei prossimi giorni in Parlamento, attraverso i nostri deputati».

A dichiararlo Rossano Sasso, coordinatore regionale di Noi con Salvini Puglia.

«Stiamo cercando di verificare poi se delle segnalazioni giunteci corrispondano al vero. Pare che a Santeramo, a poche ore dall'inizio delle nevicate che hanno ridotto il paese in ginocchio, alcuni funzionari e dirigenti comunali preposti alla protezione civile locale si siano incredibilmente messi in ferie. Il 5 gennaio, quando tutti dovevano essere in campo a Santeramo per la prevenzione, e mentre numerosi cittadini santermani si adoperavano per salvare vite, in particolare con il gruppo di militanti di Noi con Salvini guidati dal segretario cittadino Fabio Bagnulo e dal segretario provinciale Giovanni Riviello, gli incaricati di coordinare gli interventi della polizia locale e la protezione civile di Santeramo si sarebbero messi in ferie, abbandonando una comunità che ancora oggi prova enormi disagi a causa della neve ma anche della incredibile superficialità nella prevenzione e nei soccorsi". Qualora accertate, queste voci sarebbero la conferma delle lacune anche del Comune di Santeramo nella gestione di tale emergenza».

«Chiederemo al Governo - conclude Sasso - attraverso interrogazioni parlamentari - di rispondere a tutti i nostri interrogativi».

Rincara la dose il consigliere comunale Giovanni Riviello.

«Mentre il Sindaco ed il Governatore si punzecchiano sui social ed a colpi di interviste nei vari Tg in cui fare passerella, sette consiglieri Comunali (Riviello, Silletti, Volpe, Larato, Conversa, Sampaolo e Manicone) sono rimasti 2 ore in vana attesa di poter capire cosa sta succedendo e come potersi rendere utili».

Questa mattina, infatti, si sarebbe svolta una riunione di consiglieri comunali per stabilire collegialmente le iniziative da mettere in campo.

«Il Sindaco – commenta ancora Riviello - ha dimostrato, anche in questa occasione, di non amare il gioco di squadra. Torneremo a metterci al servizio dei cittadini come abbiamo fatto sin qui, senza coordinamento ed alla "chi meglio può"».

Lascia il tuo commento
Le più commentate
Le più lette